Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Traduzione

Chi c'è online

Abbiamo 190 visitatori e nessun utente online

Il Foggia si presenta al Partemio di Avellino, per dar seguito alle buone prestazioni fatte dagli uomini di Stringara.
Pronti via ed il Foggia al 2° si rende pericoloso con Pompilio che impegna il portiere avversario. Al 6 però è l'Avellino a passare, contropiede micidiale di Millesi, che sfrutta a pieno un calcio d'angolo sbagliato dal Foggia, serve d'Angelo che è bravo a battere Botticella. Servirebbe una reazione d'orgoglio, che non tarda ad arrivare, infatti al 7° i satanelli si rendono pericolosi con Lanteri che manda di poco a lato. A questo punto cambia radicalmente la strategia di Stringara, che si trova  afare la gara mentre l'Avellino riparte in contropiede. All'11 è Zigoni a sfiorare il radoppio, non riesce ad arrivare sul pallone per un soffio.
Ci prova il Foggia con un paio di occassioni al 21esimo con Pompilio su calcio di punizione e al 27esimo con Venitucci ma non preoccupano il portiere Fumagalli.
Al 28esimo è bravo Botticella ad evitare il radoppio su tiro di Zigoni. Al 38esimo è ancora Venitucci a sfiorare il gran goal dalla distanza, ma è superbo Fumagalli che con un colpo di reni evita il pareggio.
41esimo gran tiro di D'Angrlo, il pallone sbatte su entrambi i pali e poi è lesto Zigoni a ribadire in rete, ma l'arbitro annulla per fuorigioco. Palla rimessa in gioco ed ecco che arriva il 2-0. Millesi indovina il goal della domenica, tiro dalla distanza e palla che si infila nel sette, nulla può Botticella. Il tempo finisce qui.
La ripresa inizia con un Foggia diverso nell'assetto tattico, fuori Wagner dentro Ferreira. Ma è ancora l'Avellino a sfiorare il 3 - 0, ancora con Millesi, bravo Botticella a negare la rete. Al 70esimo Lanteri si addormenta su una palla in area e l'Avellino riparte in contropiede, Zigoni riceve in area e batte per la terza volta Botticella.
Al minuto 74 il Foggia resta in dieci, espulso Cardin per esser venuto in contatto con un avversario e rigore in favore dei padroni di casa. De Angelis realizza il 4 a 0. Partita ormai finita e per fortuna che all'85esimo Zigoni fallisce la rete dell'umiliazione, mandando la palla fuori. Ora si dovrà pensare subito alla partita successiva