Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Traduzione

Chi c'è online

Abbiamo 243 visitatori e un utente online



Nervi Tesi a fine gara.

La dodicesima giornata di Campionato ha visto di scena gli uomini di Giulio

Forte, sul sintetico di Bitetto far visita alla Virtus Bitritto, quinta forza
del campionato,.
I foggiani in campo con dieci undicesimi che avevano disputato la scorsa gara
contro la Nuova Andria, con Lizza al posto di Falcone.
Cronaca:
Nella prima frazione di gara il Celle predica il suo possesso palla, con i
padroni di casa che a sprazzi tentano di ripartire in contropiede con le
iniziative di Pascazio.
La prima occasione da rete passa sui piedi di Lannunziata al 16’ , cross dalla
trequarti di Rignanese ,il numero nove foggiano dalla parte opposta riceve
palla ,calcia a rete trovando la fortunosa respinta dell’estremo difensore.
La Virtus si fa vedere al 32’ con Schettino che sugli estremi di un calcio d’
angolo colpisce la traversa.
Al 44’ i padroni di casa vanno in vantaggio, Pascazio recupera palla a
centrocampo, e lancia sul filo del fuorigioco Schettino, il quale si invola
verso Colantonini e firma la la rete dell’1 – 0.
Sui tre minuti di recupero decretati dall’arbitro il Celle potrebbe pareggiare
le sorti dell’incontro, Lannunziata chiude lo scambio con Carpentieri,
servendolo a tu per tu con il portiere, ma il giovane foggiano calcia alto
sulla traversa.
Finisce cosi’ la prima frazione di gara, da qui in poi si vedra’ in campo un’
altra partita.
L’episodio che proietta la gara verso un finale incandescente accade al 63’,
dove il sig. Miceli diventa il protagonista principale in assoluto, Bruno
arriva a contatto con Giannattasio, l’arbitro e’ di spalle, ma le grida del
numero undici barese inducono il direttore di gara ad espellere per causa
maggiore il capitano foggiano, si accende una mischia, a farne le spese e’
anche Pascazio che gia’ ammonito finisce anch’esso fuori tempo negli
spogliatoi.
Entrambi con l’inferiorita’ numerica,ma il Celle sembra avere qualcosa in
piu’, al 65’ e’ Capocasale che potrebbe pareggiare le sorti dell’incontro, tiro
dal limite dell’area, il portiere e’ fuori dai pali, ma reattivo compie un
grosso miracolo. Al 70’ e’ Lizza ad avere la palla gol, ma servito da
Lannunziata a tu per tu con il portiere, si fa bloccare la sfera.
Al 73’ e’ ancora il Celle, assolo personale sulla destra di Carpentieri che
serve Lannunziata in area  di rigore,che pero’ perde il tempo del tiro e si fa
anticipare da Pignataro.
E’ un vero e proprio assedio degli ospiti, al 76’ e’ Ciccarelli in mezza
rovesciata sugli sviluppi di un calcio d’angolo a sfiorare la rete, ma un
grande Doronzo dice ancora no al Celle.
All’86 ci prova Belluna servito da Lannunziata, ma il suo pallonetto finisce
alto sulla traversa.
L’ennesima palla gol capita sui piedi di Acquaviva all’87 che dal limite dell’
area fa partire un tiro al fulmicotone che esce di poco a lato.
Tutto questo mentre i padroni di casa cercavano di portare a casa i tre punti
con gesti al di fuori del fair-play  ,con numerose perdite di tempo contemplate
dall’inadeguatezza del sig. Miceli di Taranto e dai suoi assistenti.
La goccia che fa traboccare il vaso rimbomba al 90’ quando il direttore di
Gara, espelle l’attaccante Lannunziata reo secondo lo stesso di aver favorito
il velocizzarsi della rimessa del fondo avversaria colpendo il portiere con un
calcione, una decisione molto dubbia soprattutto se si pensa che anche in
questo caso il sig.Miceli e’ di spalle all’azione.
La mancata collaborazione tra le tre figure arbitrali e’ stato uno degli
elementi cardini che ha caratterizzato questa partita, infatti le finte scenate
dei giocatori baresi sono avvenute entrambe sotto l’occhio vispo dei due
assistenti, i quali non hanno proferito parola.

Al di la’ degli episodi incresciosi che si sono visti sul retangolo di gioco,

finisce cosi’ una partita che ha visto il Celle sfortunato in diverse occasioni
e incapace di riuscire a concretizzare le diverse occasioni da rete, Domenica
prossima intanto i  ragazzi di Giulio Forte saranno di scena sul sintetico di
rocchetta nel derby di capitanata contro il Carapelle di mister Ciccone.

Virtus Bitritto:


Doronzo,Spina(25st Sucameli),Fortini,Pascazio,Pignataro,Silvestri,Abbinante,

Tarallo,Schettino, Lanave(13st Masotti), Giannatasio. All. Mongelli

Celle di San Vito:


Colantonini, Acquaviva, Rignanese, La Torre( 21 st Falcone), Belluna,

Ciccarelli, Carpentieri,(40st Olivieri), Capocasale, Lannunziata, Lizza. All.
Giulio Forte

Arbitro: Miceli di Taranto

Reti: 44pt Schettino

Espulsi: Bruno 63’, Pascazio 63’ e Lannunziata 90’