Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Traduzione

Chi c'è online

Abbiamo 192 visitatori e nessun utente online

Comunicato Stampa di sabato 15.12.2012

Una tripletta del brasiliano stende i laziali e riporta il sorriso in casa foggiana. Mister Grassi: «Era troppo importante il risultato». Preso Zanchin.

 

«Era troppo importante portare a casa i tre punti perché, fondamentalmente, finora abbiamo sempre giocato bene». Partiamo dalla fine e quindi dal commento di mister Miki Grassi a fine partita, che poi prosegue «era solo mancata un po’ di lucidità sotto porta e una buona dose di fortuna. Oggi abbiamo ritrovato un po’ tutto e ci siamo aggiudicati la gara».

È raggiante il volto del tecnico foggiano, costretto a seguire i suoi uomini dalla tribuna per una squalifica.

La Fuente Foggia supera 3-0 il Città di Palestrina con una tripletta di Guinho.

La gara partiva subito bene per i Blancos, anche se in formazione rimaneggiata. Dopo meno di 4 minuti Guinho si regalava il primo squillo di questa partita.

La Fuente passa tutto un tempo a pressare, con o senza palla, l’avversario. Ma i laziali non capitolano e restano in partita per tutto il primo tempo, cercando di ripartire creando, però, pochissimi problemi a De Melo (da notare qualche incursione e un incrocio dei pali dalla distanza di Gioia). Da segnalare anche l’esordio, per qualche minuto, di Manzatti (appena arrivato in società).

Gara corretta da entrambi i lati e Guinho sembra in palla tanto da far tremare la difesa avversaria in altre occasioni, così come Vavà, fino al primo suono della sirena.

Si va all’intervallo sul risultato di 1-0 con i foggiani che avrebbero potuto raccogliere di più.

La ripresa inizia con lo stesso piglio propositivo dei Blancos che accelerano e materializzano la propria vittoria dal nono al quattordicesimo della seconda frazione di gioco, sempre con Guinho, bravissimo a concretizzare le varie occasioni create. Una traversa nega il gol a Vavà, mentre ottimo anche Laccetti che più volte cerca la rete senza fortuna. Gara di personalità, ma anche di grossa qualità, quella dei foggiani che si regalano 3 punti d’oro per risalire la china in classifica.

Infine un auspicio per le prossime gare: «ora dobbiamo svoltare pagina, dobbiamo dare uno scossone al nostro campionato», annunciano in coro il mister Grassi, Laccetti, Cantieri (anche lui in tribuna per squalifica) e il nuovo acquisto Roberto Zanchin (appena arrivato e presente anch’egli in tribuna).

Un campionato che, possiamo aggiungere, dovrà proseguire “Brillantemente”.

FUENTE FOGGIA: 17. De Melo, 1. Piccinno, 2. Di Mola, 4. Laccetti, 5. Lupoli, 6. Lo Parco, 7 Guinho, 9. Gesualdi, 11. Monopoli, 14. Grumiche, 15 Manzatti, 19. Vavà. All. Miki Grassi (in tribuna per squalifica – in campo il suo vice Natale Coccia).

CITTA’ DI PALESTRINA: 1. Martins, 3. Butnaru, 4 Gioia, 5. Giovannetti, 7 Ambroseti, 9. Mattogno, 10. Menci, 11. Mammetti, 12. Cipolla, 14. Pennacchiotti, 23. Cicerchia. All. Daniele Sebastianelli.

RETI: 3’13” Guinho (FF), 28’06” Guinho (FF), 33’53” Guinho (FF).

AMMONITI: 35’19” Grumiche (FF).

ARBITRI: Rosario La Cerra e Nicola Raimondi (Battipaglia).

CRONOMETRO: Luca Vincenzo Caracozzi (Foggia).

UFFICI STAMAPA

FABIO LATTUCHELLA