Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Traduzione

Chi c'è online

Abbiamo 259 visitatori e nessun utente online

Comunicato Stampa di lunedì 17.12.2012

Ancora una vittoria, la dodicesima consecutiva in campionato, per i giovani del mister Grassi. A segno anche il neo arrivato Manzatti.

 

Anche il girone di ritorno comincia così come si era lasciato quello di andata. Con una vittoria per i ragazzi della Fuente Foggia Under 21.

Finora la squadra di Miki Grassi ha conosciuto soltanto questo risultato: la vittoria.

Dodicesima affermazione consecutiva maturata contro il Real Molfetta che, addirittura, era riuscito a portarsi in vantaggio dopo soli cinque minuti di gioco.

Poi la reazione di Laccetti e compagni che hanno messo alle corde gli avversari portando a casa l’intera posta in palio.

Dodici vittorie su dodici è un vero e proprio record per i giovani foggiani che stanno regalando grossissime soddisfazioni alla dirigenza Blancos e stanno deliziando il pubblico con un gioco spettacolare.

Sembra difficile, avendo già affrontato tutte le squadre nel girone di andata, che qualcuno possa fermare la corsa della Fuente Foggia Under 21.

Tornando alla cronaca della gara, dopo il vantaggio molfettese, i Blancos recuperano subito e si portano in poco tempo sul 4-1, prima della rete del definitivo 5-1.

A segno Laccetti, con una doppietta, Luciano Chiappinelli, Grilletto e il neo arrivato Manzatti, subito entrato negli schemi del mister dopo l’esordio in prima squadra del giorno precedente.

Ora ci sarà da affrontare il Futsal Barletta, squadra al terzultimo posto in classifica con soli 7 punti, già superata nella gara di andata con il risultato di 5-2.

Intanto anche la juniores tornerà in campo giovedì proprio contro i pari età del Real Molfetta, dopo il 4-4 della scorsa partita.

FUENTE FOGGIA UNDER 21: Piccinno, Chiappinelli L., Laccetti, Taggio, Gesualdi, Di Mola, Loparco, Grilletto, Manzatti, Monopoli, Lupoli, Danese. All. Miki Grassi.

RETI: Laccetti 2, Chiappinelli L., Grilletto, Manzatti.

FABIO LATTUCHELLA