Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Traduzione

Chi c'è online

Abbiamo 163 visitatori e nessun utente online

calcioEcco il prossimo turno di Promozione che riserva due sfide abbordabili per Ascoli e Carapelle

L’imponente numero di squadre presente nel campionato di Promozione Pugliese non consente al campionato alcuna sosta in questo anno calcistico 2012-2013. È successo, così, che si è disputato il turno pre-natalizio, domenica scorsa e succede anche in questo weekend pre-ultimo dell’anno di dover scendere in campo.

Resterà a riposo la Rutiglianese, che sconterà il proprio turno di stop in questa settimana.

Le altre scenderanno in campo regolarmente e daranno vita a contri incandescenti sia in chiave promozione che in chiave salvezza.

Molto ingarbugliata la situazione in fondo alla classifica, con il San Giovanni Rotondo di mister Centra che deve giocarsi le sue carte nel derby con il Celle di mister Forte.

Un attacco spensierato, quello del Celle, contro una difesa che non ha fatto proprio il suo dovere, in questa stagione.

I ragazzi del Celle soffrono molto in fase difensiva, ma con il gioco e il ritmo imposto alla partita possono far male chiunque.

Si continuano ad attendere i gol di Lannunziata, ex di turno che ha mal digerito il suo allontanamento (due anni fa), proprio dalla squadra gialloblu. Ora ha la chance per rifarsi, contro una squadra messa alle corde dai risultati che l’hanno relegata in ultima posizione.

Il San Giovanni non può sorreggersi soltanto con Ducange e Maurizio Gentile. È troppo poco per pensare di salvarsi.

Sfida proibitiva per il Nuova Lucera che giocherà sul campo della capolista Sudest. Tutti, in questo campionato (naturalmente non i tifosi e i dirigenti del Sudest stesso), sognano lo sgambetto della quadra di mister Mendolicchio ai danni della leader del campionato, ma l’impresa sembra più proibitiva che mai.

In casa lucerina ci sono poche luci, che trovano attuazione soltanto nell’ottimismo del tecnico e nel progetto che sta costruendo il patron Antonio D’Antini, che al momento del suo arrivo ai vertici societari ha annunciato la rinascita per la prossima stagione, dopo aver conquistato la salvezza quest’anno, naturalmente.

Ma per il momento la compagine sveva è chiamata a soffrire e ad evitare le posizioni di bassa classifica.

Il Gargano di mister Teo Vlassis si gioca le proprie carte in casa del Real Alberobello, in una sfida non semplice, ma nemmeno proibitiva per il Gargano che,sospinto dai gol di Salerno (10 finora), vuole continuare a navigare a vista, senza essere invischiata in acque melmose.

Una vittoria sarebbe salutare, ma anche un pareggio consentirebbe ai garganici di muovere la classifica in maniera importante.

Ultime gare delle squadre di Capitanata che riguardano le due pretendenti foggiane alle zone alte. Si tratta dell’Ascoli di mister De Masi, impegnata in casa della Nuova Andria, penultima in classifica e del Carapelle di mister Ciccone, che spera di inserirsi nei discorsi importanti già a partire dalla prossima sfida al Victoria Locorotondo, tra le mura “amiche” del campo di Ordona.

Dovessero continuare a vincere, le due squadre, continuerebbero a sognare e a lasciar sognare i propri tifosi.

Ascoli e Carapelle, ormai, sono due squadre importanti che vorranno andare oltre la semplice salvezza annunciata ad inizio stagione. E se è vero che l’appetito vien mangiando, allora tutti si aspettano il cenone di fine anno.

Fabio Lattuchella