Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Traduzione

Chi c'è online

Abbiamo 247 visitatori e nessun utente online

fuenteComunicato Stampa di sabato 19.01.2013

Fuente Foggia: nuovo stop col Loreto Aprutino

Seconda sconfitta casalinga consecutiva. Loreto Aprutino corsaro 2-5. Mister Grassi: «noi dobbiamo salvarci, i protagonisti sono altri. Troppa differenza in campo tra le due squadre».

 

Alla fine di questo match, in cui la squadra del tecnico Miki Grassi ha notevolmente faticato ad arrivare alla conclusione, andando a segno soltanto dopo un errore della difesa avversaria e a risultato acquisito dal Loreto Aprutino, si può tranquillamente ammettere che il sogno di poter conquistare i playoff al primo anno in A2 era soltanto un mero sogno e nulla di più. Lo ammette anche il mister Blancos a fine gara dicendo di «andare contro corrente, viste le speranze che un po’ tutti si erano fissati, ma in questo campionato il ruolo della Fuente non è quello della squadra in lotta per il vertice, ma per la salvezza».

Il Loreto Aprutino, che già ad inizio campionato doveva recitare un ruolo di assoluta protagonista e che è uscito notevolmente rinforzato dal mercato di riparazione, ha preso in mano le redini del proprio futuro vincendo al PalaCanova e avvicinando ulteriormente le posizioni immediatamente precedenti.

La differenza dei valori in campo è stata subito messa in mostra dagli abruzzesi, anche se un po’ di sfortuna, un legno di troppo in chiusura della prima frazione e qualche decisione dei direttori di gara, alquanto discutibile, hanno penalizzato i tentativi dei foggiani. Resta il fatto che l’avversario di oggi si è dimostrato superiore alla Fuente.

Gara subito in salita con cross basso verso il funambolico Leandrinho, viene deviato decisivamente nella propria porta da Vavà. La Fuente prova a reagire subito ma di fronte c’è un ottimo Capuozzo che reagisce prontamente ai tentativi di Guinho, Vavà, Laccetti e Cantieri. Un tiro angolatissimo di Zanella regala il raddoppio al Loreto Aprutino che nel finale di frazione trova la terza rete con Bordignon.

Vavà colpisce un palo a trenta secondi dal termine del primo tempo e i foggiani recriminano per qualche intervento al limite del regolamento degli avversari (di cui una anche in area).

Nella ripresa la Fuente prova a fare la partita ma le conclusioni arrivano col contagocce e quelle che raggiungono lo specchio della porta sono ribattute fuori da un Capuozzo in grande forma.

Soltanto a 5 minuti e mezzo dal termine una ripartenza errata mette Vavà in condizioni di servire Guinho liberissimo a centro area, un dribbling secco e rete dell’1-3. Il PalaCanova ci crede, la Fuente spinge e un tiro da fuori viene deviato nettamente con un braccio da un difensore abruzzese. L’arbitro non decreta il calcio di rigore e nell’occasione successiva e con situazione di powerplay, con Vavà portiere di movimento, arriva il tiro a porta sguarnita di Castagna che trova il jolly e segna il gol dell’1-4 che spegne ogni speranza.

Ancora powerplay, ancora gol del Loreto, con un contropiede realizzato da Leandrinho, dopo uno scambio con Manzalli.

A fine gara arriva il gol di capitan Grumiche che chiude la contesa sul 2-5 per un Loreto Aprutino che si dimostra la squadra forte che realmente è, a dispetto del campionato low profile fatto finora.

Un barlume di delusione sul volto del presidente Tiso che, però, tiene accesa la fiamma del finale di campionato competitivo, «dopo le due trasferte proibitive di Napoli e Martina Franca, dove la Fuente affronterà avversari alla portata, con giocatori che dovrebbero aver ritrovato la forma».

 

FUENTE FOGGIA: 17. De Melo, 1. Piccinno, 4. Laccetti, 5. Lupoli, 6. Zanchin, 7. Guinho, 9. Gesualdi, 11. Monopoli, 14. Grumiche, 15. Manzatti, 18. Cantieri, 19. Vavà. All. Miki Grassi

 

LORETO APRUTINO: 1. Capuozzo, 2. Buscio, 3. Colantonio, 4. Bordignon, 5. Castagna, 6. Casalena, 7. Terrenzi, 8. Dodò Correia, 9. Zanella, 10. Leandrinho, 11. Manzalli, 12. Casati. All.Piero Marrone.

 

RETI: 1’54” Aut. Vavà (LA), 9’49” Zanella (LA), 18’02” Bordignon (LA), 34’42” Guinho (FF), 35’39” Castagna (LA), 35’56” Leandrinho (LA), 38’02” Grumiche (FF).

 

AMMONITI: 15’11” Guinho (FF), 15’56” Leandrinho (LA), 24’44” Grumiche (FF), 39’40” Casati (LA).

 

ARBITRI: Daniele Fratangeli (Frosinone), Vincenzo Francese (Battipaglia)

CRONOMETRO: Ruggiero Chiariello (Barletta)

FABIO LATTUCHELLA - UFFICIO STAMPA FUENTE FOGGIA