Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Traduzione

Chi c'è online

Abbiamo 173 visitatori e nessun utente online

logofoggiaNon bisogna mai sottovalutare l’avversario e mister Padalino lo sa benissimo. Che si chiami Fortis Trani o Taranto e la squadra ionica lo ha dimostrato la settimana scorsa proprio allo Zaccheria e anche la posizione di classifica della squadra adriatica non deve trarre in inganno.
La gara di domani nasconde tante insidie.
Alla fine è pur sempre un derby e poi la gara di andata, risolta dai foggiani solo nei minuti finali dopo essere stati anche sotto 0-1, ne è la prova. E gli avversari avranno il dente avvelenato anche per questo motivo.
Trani-Foggia deve, però, essere anche la gara del riscatto dei rossoneri, dopo la deludente prestazione, con sconfitta annessa, della gara casalinga contro il Taranto.
La determinazione degli avversari ha preso il sopravvento ad un tasso tecnico, quello dei rossoneri di Padalino, che sembrava superiore. Almeno sulla carta.
E allora occhio a questa prima gara in trasferta, di due consecutive con la seconda domenica prossima a Battipaglia, in cui il Foggia non potrà sbagliare più, qualora si voglia continuare a guardare la classifica con il naso all’insù.
Se poi i progetti, almeno per quest’anno sono altri, allora possiamo ritenerci soddisfatti di quanto visto finora.
Intanto il Foggia presenta Antonio Gentile, classe 93, centrocampista, ultimo arrivato nella pattuglia dei rossoneri.
Un talento che deve ancora esplodere, con qualche infortunio di troppo, ma con la voglia di riprendersi e fare bene in maglia rossonera.

Fabio Lattuchella