Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Traduzione

Chi c'è online

Abbiamo 135 visitatori e nessun utente online

fuenteComunicato Stampa di sabato 02.03.2013
    
Una Super Fuente batte il Latina e torna alla vittoria.
I Blancos superano gli avversari laziali al termine di una vera e propria battaglia. Soddisfatto il mister Grassi: «Era un po’ che giocavamo bene. Ci voleva la vittoria».

Una vittoria incredibile, al cardiopalmo, ma meritatissima per la Fuente Foggia del tecnico Miki Grassi, come il suo collega Angelini in tribuna per squalifica. «Era un po’ che stavamo giocando bene – è il suo primo commento – e abbiamo meritato tanto. Avevamo la partita in mano poi abbiamo avuto difficoltà a chiudere il match e loro sono tornati in corsa».
E infatti la Fuente sembrava aver la partita in pugno dopo un grande primo tempo e un inizio di ripresa di pari livello.
Un-due-tre, Laccetti-Zanchin-Guinho. Dopo 9 minuti e mezzo la gara è già in discesa per i Blancos con le tre reti che fissano il punteggio sul 3-0. Fuente stellare che sbaglia altri gol con un super Laccetti, che colpisce anche una traversa, con un diagonale di Lupoli, con Zanchin dalla distanza (a cui solo un grande Corbucci dice no alla seconda marcatura di giornata), con Guinho che prova con diagonale di sinistro e per ben due volte a Cantieri. La partita sembra un vero e proprio monologo Blancos, con il solo Maina dall’altra parte in vena e abile a prendere falli, fino a quando sale in cattedra il duo arbitrale che regala il quinto fallo ai laziali (per un fallo chiamato a Zanchin che addirittura aveva subito una scorrettezza e non commesso), concede il tiro libero per il sesto (giusto) fallo, poi realizzato da Stazzone, e regala nuovamente un tiro libero per una spinta presunta su Lara. Tira di nuovo Stazzone conPiccinno in porta, il giovanissimo numero 1 foggiano respinge abilmente ma qualche centimetro oltre la linea di area che delimita lo spazio a disposizione del portiere. Si ripete il tutto e torna De Melo tra i pali. Il risultato non cambia. Il portierone brasiliano neutralizza il tiro e manda le squadre al riposo sul 3-1.
Ripresa ancora ad alti ritmi. Zanchin è il più pericoloso dei foggiani, il solito Maina dall’altra parte si concede qualche giocata di lusso, ma è ancora la Fuente a passare con Cantieri, prima del nuovo gol dei pontini ad opera di Avellino che approfitta di un rimpallo favorevole.
Sul 4-2 Cantieri si divora il gol del nuovo allungo, poi blackout Blancos con uno dei due arbitri che continua a fischiare a senso unico in favore dei laziali (è il secondo arbitro stesso che più volte lo corregge riportando l’ordine). Arrivano due reti in successione di Gimenez e un’autorete sfortunata di Laccetti che portano la situazione in parità. La Fuente non ci sta e si riporta avanti impensierendo il numero 1 latinense con un tiro di Manzatti dalla distanza, poi Guinho regala la perla tanto attesa dal pubblico del PalaCanova, sempre più in crescita rispetto alle prime uscite.
Il laterale brasiliano riceve palla, finta il tiro e dribbla un avversario e infine insacca con un diagonale all’incrocio dei pali. Tutto il palazzetto in piedi per applaudire alla prodezza i Guinho e a festeggiare il nuovo vantaggio.
4 minuti di powerplay del Latina, con Stazzone portiere di movimento senza frutto, con un palo di Bacoli come unico frutto fino allo scadere del tempo utile.
La Fuente si dimostra grande, contro un fortissimo avversario e torna alla vittoria dopo alcuni mesi di astinenza.
   
FUENTE FOGGIA: 17. De Melo, 1. Piccinno, 4. Laccetti, 5. Lupoli, 6. Zanchin, 7. Guinho, 9. Gesualdi, 11. Monopoli, 14. Grumiche, 15. Manzatti, 18. Cantieri, 19 Vavà. All. Miki Grassi.

RAPIDOO LATINA: 1. Corbucci, 2. Rosati, 4. Natalizia, 6. Stazzone, 7. Lara, 9. Maina, 10 Gimenez, 11. Cucchi, 17. Chinchio, 18. De Santis, 20. Avellino, 99 Bacoli. All. Marco Angelini (Squalificato)

RETI: 1’33” Laccetti (FF), 4’28” Zanchin, 9’33” Guinho (FF), 18’54” Stazzone (L) (tiro libero), 25’18” Cantieri (FF),  25’31” Avellino (L), 30’10” Gimenez (L), 31’18” aut. Laccetti (L), 35'58” Guinho (FF).

AMMONITI: 4’38” Stazzone (L), 16’36 Zanchin (FF), 29’12” Bacoli (L) (per essere ripetutamente andato a bordo campo a ricevere indicazioni dal tecnico laziale Angelini squalificato).

ARBITRI: Iuliano (Lamezia Terme), Burattoni (Lugo di Romagna)
CRONO: Lamanuzzi

FABIO LATTUCHELLA - UFFICIO STAMPA FUENTE FOGGIA