Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Traduzione

Chi c'è online

Abbiamo 178 visitatori e nessun utente online

ilgoldell1-0divavComunicato Stampa di giovedì 07.03.2013
    
Fuente Foggia: Quando il campione te lo fai in casa…
I Blancos aumentano la propria famiglia con l’attività di base e il settore giovanile.

Cresce l’attività di base del settore giovanile della Fuente Foggia. Le intenzioni a riguardo, da parte della società Blancos, sono estremamente serie e la famiglia dei “Piccoli Amici” della società del presidente Giuseppe Tiso aumenta sempre più.
Dopo la partenza con un grandissimo successo a Lucera, presso l’Opera San Giuseppe dove sono iscritti tra i 30 e i 40 ragazzi, parte il progetto anche sul territorio del capoluogo, con l’accordo stretto presso la scuola elementare e media “Altamura” del quartiere Candelaro. In pochissimi giorni si è superata quota 20 partecipanti.
«Ma non è tutto - commenta Alessandro Cupo - parteciperemo ad un torneo FIGC di calcio a 5 che, probabilmente, avrà la struttura di un quadrangolare, con San Guglielmo, il CUS Foggia e Sant’Alfonso, quindi questi ragazzi avranno una buona opportunità per mettersi subito in gioco a livello agonistico, anche se questo è un aspetto secondario».
E le iniziative non finiscono qui per i Piccoli Amici della Fuente Foggia, infatti in occasione della prossima gara casalinga dei Blancos, sabato 16 marzo contro l’Acireale, i ragazzi del gruppo della cittadina sveva potranno esibirsi sul parquet del PalaCanova. Il tutto avverrà nell’intervallo tra il primo e il secondo tempo e al termine della gara.
«È una grandissima opportunità per loro – chiosa  uno dei responsabili di questa iniziativa e del settore giovanile della società, Pino Diomede - anche perché con le riprese dell’emittente televisiva Teledauna, che segue le nostre gare in casa, ci sarà l’opportunità di guardarsi in televisione e sarà motivo di orgoglio da parte dei ragazzi anche nei confronti dei propri genitori. Poi sarà bellissimo per loro calcare lo stesso parquet dei campioni della prima squadra e vestire quella maglia è proprio il sogno di questi ragazzi».
Iniziative arriveranno anche in futuro, con l’opportunità di organizzare anche un campus estivo proprio nella scuola foggiana “Altamura”, che non avrà soltanto il calcio a 5 al centro ma anche altre iniziative culturali.
Insomma, in un periodo di austerity economica, quando il campione te lo fai in casa… di sicuro ci guadagnano tutti.

FABIO LATTUCHELLA - UFFICIO STAMPA FUENTE FOGGIA