Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Traduzione

Chi c'è online

Abbiamo 212 visitatori e nessun utente online

fuente1Comunicato Stampa di giovedì 28.03.2013
    
Fuente Foggia: Natale Coccia tira le somme della “prima” in A2
Una stagione importante, la prima in A2 per il vice-tecnico Natale Coccia. «È stata una bella esperienza, nonostante tante difficoltà. Ora programmiamo con la società».    

Una grandissima stagione in A2 sulla panchina dei Blancos come vice del tecnico Miki Grassi, per Natale Coccia, che ci parla di questa stagione e dei piani futuri.
«È stata molto dura conquistare la salvezza – ammette il tecnico foggiano - perché mai come quest'anno abbiamo avuto molti problemi di organico per i vari infortuni che ci sono stati. Posso dire che non abbiamo mai avuto la rosa completa al 100%, non c'è stata una sola settimana dove abbiamo potuto lavorare al completo. Farlo in queste condizioni è stato molto duro e, nonostante tutto, siamo riusciti a conquistare la salvezza con tre giornate di anticipo.
Tutto sommato – prosegue Coccia - come primo anno di A2 posso dire personalmente che è stata una bella esperienza, dove ho avuto la possibilità di ampliare il mio bagaglio, grazie al mister, ai giocatori e, perché no, anche vedendo le altre squadre. Ma credo che sia stato un anno importante per tutti, tutti siamo cresciuti e abbiamo per il prossimo anno un qualcosa in più a livello di esperienza, a patire dalla società, al mister, al sottoscritto e a tutta la famiglia Fuente. Quindi ritengo sia stato un anno positivo».
Poi si sofferma anche sui particolari di questa stagione che volge al termine, «la svolta si è avuta sicuramente dopo la sconfitta di Modugno, dove ci siamo guardati tutti in faccia è ci siamo detti che non meritavamo quella posizione in classifica. Potevamo fare molto meglio e, infatti, subito dopo Modugno abbiamo avuto una striscia positiva con squadre importanti come Martina, Potenza e Latina, raccogliendo ben 5 punti importanti per il nostro obiettivo. Obiettivo raggiunto poi con la vittoria in casa contro l'Acireale. Una salvezza a cui abbiamo sempre creduto, io personalmente e tutto lo staff tecnico. Abbiamo un potenziale troppo importante per rischiare la retrocessione ma, non vorrei essere ripetitivo, l'unico grosso problema erano gli infortuni e nonostante tutto abbiamo fatto bene».
Infine uno sguardo già al futuro, sempre in Blancos, «le basi per fare bene ci sono con gli elementi attuali, ma tutto dipende dalla società e dai programmi. Credo che stiamo lavorando bene in tutte le categorie, il nostro settore giovanile cresce bene e credo che con giocatori esperti riescano a crescere ancora meglio e magari puntare a qualcosa di importante, anche in un futuro non molto lontano».

JUNIORES: Intanto la selezione juniores conquista un pareggio importante sul campo del Virtus Rutigliano. Un 3-3 (Di Mola, Loparco e Valerio Chiappinelli) che consente ai Blancos di restare a 3 lunghezze dagli avversari diretti, ora in solitario in testa alla classifica di categoria, ma anche di avvicinare il secondo posto occupato dal Real Molfetta, ora solo 2 punti più avanti.
Il tutto a 2 giornate dal termine, una delle quali la squadra di Del Grosso riposerà, anche se ci sarà da recuperare la sfida proprio contro i molfettesi. La vittoria finale è ancora alla portata anche se l’entourage di Enzo Tatulli ha come obiettivo primario quello del divertimento dei ragazzi, prima di ogni cosa.

FABIO LATTUCHELLA - UFFICIO STAMPA FUENTE FOGGIA