Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Traduzione

Chi c'è online

Abbiamo 289 visitatori e nessun utente online

logofoggiaMolto, quasi tutto, passa dalla trasferta di Nardò,per la squadra di mister Padalino. Soprattutto se si continua a guardare la parte alta della classifica.
I rossoneri pensano al colpaccio e hanno preparato gli ultimi allenamenti anche in vista del cambio di orario, con il calcio d’inizio fissato alle 17:30, senza lasciare nulla al caso.
Per nove-undicesimi la formazione è fatta, con Agnelli e il diffidato Agostinone ad agire centralmente e Picascia sulla sinistra. I dubbi vengono proprio dalla linea mediana  dove Compierchio contende un posto a Coccia e dove Quinto e D’Ambrosio si giocano le chiavi del centrocampo. In difesa confermati Tommaselli, Loiacono e D’Angelo, con Micale tra i pali, mentre in attacco Palazzo dovrebbe tornare al fianco dell’intoccabile Giglio,ma occhio alla possibilità di inserimento dell’ultim’ora di Leonetti.
Se non fosse stato per quello scivolone casalingo, alla terza giornata con il Taranto, il Foggia del girone di ritorno sarebbe imbattuto e potrebbe contare su un cammino da vertice.
E una vittoria in terra neretina potrebbe aumentare le speranze dei tifosi di veder lottare la propria squadra per il raggiungimento dei playoff. Sono 8 i punti di distacco dalla prima delle avversarie, il Bisceglie, a 5 gare dal termine.
Impresa che sicuramente non sarà facile, ma se l’avversario dovesse calare definitivamente,viste anche le condizioni precarie che la società nerazzurra sta vivendo, allora i rossoneri potrebbero quantomeno provarci.

Fabio Lattuchella