Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Traduzione

Chi c'è online

Abbiamo 208 visitatori e nessun utente online

fuenteComunicato Stampa di sabato 06.04.2013
    
Fuente Foggia: Un 3-3 divertente.
Partita senza l’obbligo del risultato per entrambe le squadre. I foggiani avanti 3-1 si deconcentrano e subiscono la rimonta dei capitolini.
Tra Fuente Foggia e Brillante termina 3-3.

Una gara all'insegna del divertimento. Questa è stata Fuente Foggia-Brillante, con le due squadre, senza alcuna velleità di classifica, che si dividono un punto a testa.
«Si ci siamo divertiti - ammette a fine gara il tecnico Blancos Miki Grassi - ma io vorrei sempre vincere, anche a fine stagione. Non siamo stati in grado di chiudere la gara sul 3-1 e con alcune ripartenze 3 contro 1, così poi abbiamo pagato una settimana di allenamenti non all'altezza, per via della salvezza già conquistata che, gioco forza, ti lascia calare la concentrazione».
L'analisi del tecnico foggiano vede un pizzico di amaro nelle sue parole, per non essersi congedato dal PalaCanova con una vittoria, che sarebbe stata meritata ampiamente peraltro, ma consegna un tecnico soddisfatto per il divertimento che i suoi uomini e gli avversari sono riusciti a fornire ai presenti.
Partenza a rilento per entrambe le squadre che si "pizzicano" con qualche occasione da una parte e dall'altra, ma senza farsi male. Guinho per la Fuente, in più di una occasione e Gattarelli per i romani nei primi 6 minuti.
Poi il brasiliano con la maglia numero 7 sale in cattedra e colpisce un palo e una traversa, continuando ad essere il più pericoloso dei suoi.
Ancora una traversa, questa volta di Cantieri, lascia i foggiani lontani dal vantaggio, poi ancora Cantieri e Vavà mettono i brividi a De Paula.
Capitolini che si limitano a ripartire in contropiede con il vice-capocannoniere del campionato Sanna, sempre molto pericoloso.
Legni a ripetizione per i Blancos, con Laccetti che colpisce l'ennesima traversa, prima del gol del vantaggio foggiano ad opera di Manzatti, che punisce De Paula a 32 secondi dal suono della prima sirena.
Si va al riposo sull'1-0 per la Fuente, con l'impressione che Grumiche e compagni potessero meritare qualcosina in più.
Nella ripresa, ancora stesso motivetto. Guinho ci mette 28 secondi per colpire il quinto legno, poi si rendono pericolosi Da Costa e Sanna, prima del gol del pareggio proprio ad opera del capitano brasiliano (autentico regalo della difesa foggiana).
L'1-1 riapre i giochi, ma i Blancos impiegano 30 secondi per riportarsi in vantaggio con Cantieri di prepotenza (ancora una deviazione del palo).
Gesualdi in azione di contropiede trova l’opposizione di De Paula, poi Sanna in un paio di occasioni per i laziali fino alla rete del 3-1 di Cantieri (splendido uno-due con Laccetti). Esce Guinho per infortunio e lo stesso brasiliano conferma che non ce la farà a recuperare per l’ultima gara di sabato prossimo.
Sembrava tutto finito ma il calcio a 5 insegna che niente è scontato fino al suono della sirena. Tant’è che gli ultimi 6 minuti succede l’irreparabile. Blackout Fuente e Brillante all’arrembaggio. Il resto del match vede i foggiani calare mentalmente e i romani a segno altre due volte con Mattarocci (sul secondo palo, tap-in vincente su tiro a volo di Gattarelli) e Da Costa (in azione di contropiede dopo un gol sbagliato 3 contro 1 dai Blancos). Un 3-3 amaro per come erano andate le cose nell’arco dei primi 35 minuti, ma che a fine stagione e con l’obiettivo raggiunto ci può stare.
   
FUENTE FOGGIA: 17. De Melo, 1. Piccinno, 2. Affatato, 4. Laccetti, 5. Lupoli, 7. Guinho, 9. Gesualdi, 11. Monopoli, 14. Grumiche, 15. Manzatti, 18. Cantieri, 19 Vavà. All. Miki Grassi.

BRILLANTE: 1. De Paula, 2. Mancini, 3. Da Costa, 4. Gattarelli, 5. Buccolini, 6. Macciocca, 8. Mattarocci, 10. Sanna, 11. Santilli, 12. Matera. All. Martin Alejandro Fiore.

RETI: 19’28” Manzatti (FF), 25’56” Sanna (B), 26’26” Cantieri (FF), 31’29” Cantieri (FF), 34’18” Mattarocci (B), 37’44” Da Costa (B).

AMMONITI: 10’33” Cantieri (FF), 10’43” Guinho (FF), 29’44” Gesualdi (FF), 34’57” Sanna (B).

ARBITRI: Francesco Scarpelli (Padova), Roberto Astolfi (Rovigo)
CRONO: Lamanuzzi Donato (Molfetta)

FABIO LATTUCHELLA - UFFICIO STAMPA FUENTE FOGGIA