Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Traduzione

Chi c'è online

Abbiamo 321 visitatori e nessun utente online

Giunge all’atto conclusivo la Coppa Italia di Lega Pro, con la finalissima che vedrà il Foggia affrontare la corazzata Cittadella, vera e propria dominatrice del girone A di Lega Pro. La partita di andata si giocherà domani 31 marzo alle ore 20:15 (con diretta su Rai Sport2 per tutti gli amici foggiani che vivono fuori sede), in uno stadio Zaccheria che si promette bollentissimo: ci potrebbero essere addirittura 10mila spettatori a spingere i ragazzi di De Zerbi verso una vittoria storica ma non impossibile, a giudicare le analisi dei siti di scommesse come questo. Return match, il prossimo 14 Aprile al Tombolato di Cittadella. L’anno scorso la Coppa è stata vinta dal  Cosenzain finale con il Como. Il Foggia si è già aggiudicato la competizione nel 2007, mentre il Cittadella insegue il suo primo successo.

stadio foggia
https://commons.wikimedia.org/wiki/File:Stadio_Pino_Zaccheria.jpg?uselang=it

Le due squadre si sono incontrate solo due volte allo Zaccheria e il bilancio è in perfetta parità: una vittoria per parte. Foggia e Cittadella sono entrate nella competizione ai sedicesimi di finale. Il cammino dei pugliesi è stato a tratti esaltante ma allo stesso tempo sofferto. Dopo l’eliminazione della Juve Stabia, sconfitta per 3-1, i “satanelli” hanno eliminato il Benevento, capolista del girone C di Lega Pro, dopo un combattuto 3-2, e l’Akragas solo dopo i calci di rigore. La semifinale è stata invece qualcosa di pazzesco, in perfetto stile zemaniano: sconfitti per 5-2 a Siena e con un piede e mezzo fuori dalla competizione, i rossoneri hanno letteralmente asfaltato i toscani nella gara di ritorno con un mostruoso 6-1 senza storia.

Cammino leggermente più sofferto quello degli uomini di Venturato, che hanno superato il Sudtirol ai rigori, il Bassano con un 2-1 molto equilibrato, la Cremonese, dopo i tempi supplementari, e infine la Spal dopo una doppia sfida combattuta (1-1 e 2-1). I veneti però sono reduci da ben undici vittorie di fila in campionato e guidano la classifica con ben 13 punti di vantaggio sul Bassano secondo.

I rossoneri invece devono pensare anche a risparmiare le forze per il rush finale che li attende di qui alla fine del campionato e con una promozione tutta da conquistare. Il Foggia infatti è atteso da un tour de force con quattro partite in quindici giorni, tra campionato e Coppa Italia di Lega Pro, tutte determinanti per l’esito della stagione.

Dopo il Cittadella, infatti, arriva allo Zaccheria un Catania desideroso di punti salvezza ma che va battuto a tutti i costi. Neanche il tempo di rifiatare che arrivano le due trasferte da brividi: quella a Caserta per uno scontro diretto che vale la promozione in serie B e il ritorno a Cittadella, sperando però di aver chiuso già i conti all’andata.

De Zerbi è intenzionato però a schierare tutti i titolari contro il Cittadella, approfittando del fatto che la gara contro il Catania sarà posticipata a lunedi prossimo, ma soprattutto per regalare al pubblico foggiano una grande vittoria.

Arbitro della gara sarà Pierantonio Perotti della sezione di Legnano, coadiuvato dalla coppia di assistenti formata da Stefano Cordeschi di Isernia e Andrea Costantini di Pescara.