Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Traduzione

Chi c'è online

Abbiamo 239 visitatori e nessun utente online

allerta cav di foggia       logo


il piu’ delle volte la leishmaniosi lesmaniosi

 

viene riferita ad una patologia relativa agli animali , invece si sbaglia puo’ colpire anche l’uomo infatti le ultime notizie di cronaca ci hanno dato la notizia del decesso di una ragazza colpita da leishmaniosi.
cerchiamo di conoscere di piu’ questa problematica sottovalutata e poco conosciuto
la leishmaniosi è una malattia parassitaria diffusa nei paesi tropicali, subtropicali e nell’europa meridionale.
e’ causata dall’infezione dei parassiti del genere leishmania, che si diffondono con il morso dei pappataci (flebotomi) infetti, che sono piccoli insetti volanti più piccoli delle zanzare. esistono diversi tipi di leishmaniosi, principalmente umana ed animale (colpisce sopratutto i cani):
due sono le categorie di lesmaniosi umane
la cutanea, che provoca ferite alla pelle,
e la viscerale, che colpisce diversi organi interni (milza, il fegato e il midollo osseo).

cause

la modalità di trasmissione principale è il morso di pappataci (flebotomi) femmine infetti. i pappataci contraggono il parassita succhiando il sangue di un essere umano o di un animale infetto. il piu’ delle volte non ci si rende conto della presenza dei pappataci perché:
• quando volano non fanno rumore;
• sono piccoli, al massimo un terzo delle zanzare;
• i loro morsi possono passare inosservati, di solito non provocano dolore.
i pappataci di solito sono più attivi al tramonto, di sera e durante la notte.

i sintomi:


leishmaniosi cutanea

si presenta con una o più lesioni sulla pelle, che possono modificarsi con il passare del tempo. le lesioni all’inizio possono consistere in piccole protuberanze o noduli, per poi trasformarsi poi in ulcere. alcune ulcere possono essere coperte da una crosta e fare male. puo’ presentarsi rigonfiamento dei linfonodi della zona colpita.
le ulcere cutanee causate dalla leishmaniosi di solito si sviluppano entro alcune settimane o mesi dal morso dell’insetto.

leishmaniosi viscerale

la leishmaniosi viscerale si presenta con febbre, dimagrimento fegato e milza ingrossati.
anemia esami ematochimici alterati. oltre alterazione dell’emocromo con diminuendo dei valori.
la malattia non compare subito ma entro alcuni mesi dal morso.

la diagnosi


la diagnosi si basa sul racconto
anamnestico :
avete visitato un paese in cui è diffusa la leishmaniosi? quali sono i disturbi che presentate?.
per trovare il parassita, possono essere esaminati campioni di tessuti al microscopio, in coltura o con altre modalità.
nei casi di leishmaniosi viscerale, sono utili gli esami del sangue che ricercano gli anticorpi del parassita. di norma vengono anche eseguiti esami per trovare il parassita.

attenzione non esiste antidoto


attualmente non sono in commercio vaccini né farmaci in grado di prevenire l’infezione (solo per i cani è disponibile un vaccino).quindi naturalmente la prevenzione e l’attenzione sono fondamentali , infatti impariamo a conoscere i pericoli che ci circondano non solo per noi ma anche per i nostri amici a quatro zampe .

in caso di dubbio contattateci

Tel h24 per emergenza/urgenza 0881/732326
fax 0881/736003
interno uff. CAV 0881/736268
interno uff. Resp.CAV 0881/736453