Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Traduzione

Chi c'è online

Abbiamo 143 visitatori e nessun utente online

foggiaazioneIl Foggia ritorna in Serie B è trova il suo miglior allenatore della storia. Sfida della nostalgia con il Pescara di Zeman.
Lancio di Coulibaly per Capone, Guarna è attento ed anticipa l´attaccante avversario bloccando.

Pronti via ed il ritorno in B è più amaro del previsto. Al 7°, i padroni di casa passano, Martinelli sbaglia l´appoggio per Agazzi, il quale viene a anticipato da Proietti che serve Pettinari che batte Guarna.
Al quartod'ora il Foggia si fa vedere, con Fedato, Pigliacelli blocca.
Al 28esimo, Del Sole, rasoterra Guarna respinge con i piedi.
Al 33esimo cross di Chirico per Fedato, Pigliacelli respinge e Mazzeo non riesce ad inquadrare la porta.
Al momento c'è solo una squadra in campo. 
Al 45esimo, Deli cerca Chirico, ma il suo diventa un tiro in porta angolatissimo, palla fuori di un soffio.
Finisce qui il primo tempo.
Ripresa.
Al 53esimo, Chirico calcia. Pigliacelli fa buona guardia, deviando tuffandosi.
Al 57esimo, il Pescara raddoppia. Crescenzi se ne va sulla destra, serve Pettinari che, dall´interno dell´area piccola, batte Guarna.
Al 62esimo, Del Sole evita Rubin e calcia da posizione defilata.
Al 63esimo, il Pescara la chiude. Mazzotta serve Brugman che lancia Benali, il quale trafigge Guarna con un diagonale.
Al 68esimo, Chirico costringe Pigliacelli a deviare con i pugni.
Al 76esimo, tiro al volo di Floriano, palla fuori.
All'80esimo, il Pescara cala il tris. Mancuso, appena entrato, mette la palla all´incrocio dei pali.
All'81esimo, è cinquina. Martinelli, sfiora l'autogol, l´azione prosegue e Pettinari segna la rete del 5 a 0. 
All'88esimo, il Foggia segna la rete della bandiera. Gerbo crossa per Beretta, Pigliacelli salva su tiro di Mazzeo in angolo. Dalla bandierina, la sfera arriva fuori area a Gerbo che batte con un bolide in diagonale Pigliacelli.
La partita termina qui.