Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Traduzione

Chi c'è online

Abbiamo 230 visitatori e nessun utente online

 

Un Foggia da bollino rosso incappa in una sonora sconfitta nella semifinale di Coppa Italia di Lega Pro. Il risultato tennistico, 6-0 per i padroni di casa spezzini, rende ancor più amaro il momento rossonero che già vede il Foggia in difficoltà in campionato. È la terza sconfitta consecutiva, tra Lega Pro e coppa.

Spezia che parte determinato e al 24esimo lo striminzito vantaggio dell’andata, 1-0, è già annullato. Ci pensa Evacuo a portare in vantaggio i bianconeri liguri che poi si ritrovano la strada nettamente in discesa per via dell’espulsione di Traorè. Marotta su rigore raddoppia prima dell’intervallo.

Nella ripresa il calo definitivo foggiano e gli uomini di Serena dilagano con Buzzegoli, Bianco, Madonna e Casoli.

Il 6-0 è un risultato da dimenticare il più fretta in possibile perché potrebbe lasciare strascichi insuperabili nel prosieguo del campionato ad una squadra giovane che troppo spesso si è dimostrata fragile dal punto di vista caratteriale.

La salvezza è li, vicina, a pochi passi e ritrovarsi immischiati in giochi pericolosi potrebbe vedere i giovani allievi di Stringara non pronti all’evenienza. Ancora qualche punto da raccogliere e si potrà tagliare questo traguardo. Avversari permettendo. Il Foggia avrà da affrontare ancora Taranto, Sorrento e Ternana in trasferta. Non proprio il massimo.

Semaforo rosso, invece, per Venitucci e compagni, in Coppa dove si sperava di far dimenticare il campionato mediocre disputato dal Foggia. Una bella affermazione in questa competizione avrebbe riportato mezzo sorriso ai tifosi rossoneri ma, ancora una volta, la prestazione degli undici in campo non è stata soddisfacente.

Fabio Lattuchella