Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Chi c'è online

Abbiamo 347 visitatori e nessun utente online

Primo piano

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

palazzodoganaOtto giorni di iniziative, oltre 40 ospiti da tutta Italia e 46 eventi in programma dal 26 febbraio
Lunedì 26 febbraio eventi già dal mattino, presentazione istituzionale alle 16.30 a Palazzo Dogana

FOGGIA Otto giorni di iniziative; 11 scuole coinvolte; 15 partner di grande rilievo fra Enti, Università (l’Ateneo di Foggia e il Politecnico di Bari), Fondazioni, istituti di ricerca e associazioni; oltre 40 interventi di scienziati, docenti, ricercatori; 46 eventi in programma: sono questi, in estrema sintesi, i numeri della seconda edizione del Festival della Scienza di Foggia, che si svolgerà da lunedì 26 febbraio a martedì 5 marzo. L’apertura istituzionale del Festival della Scienza di Foggia, con la presenza e i saluti delle autorità, si terrà a Foggia, a Palazzo Dogana, lunedì 26 febbraio alle ore 16.30.

Dopo il successo ottenuto nel 2023, quest’anno al centro della rassegna di iniziative, eventi e incontri divulgativi ci sarà un tema particolarmente attuale: “Scienza, fantascienza e pseudoscienza”, con autorevoli ospiti e interessanti confronti che serviranno ad approfondire differenze, rigore e metodologie che contraddistinguono la scienza come principio del sapere.
Ideatori del Festival della Scienza di Foggia sono Angelo Bricocoli, Marco D’Alessandro e Antonio Milazzi.
“Il Festival sta destando un interesse e un coinvolgimento davvero straordinari, non solo a Foggia, ma in tutta Italia. L’adesione di partner scientifici, sponsor che sostengono l’organizzazione dell’evento, istituzioni, mondo accademico, scuole, associazioni e istituti di ricerca dimostra quanta ‘fame’ ci sia a Foggia di appuntamenti che mettano in rilievo la grande tradizione culturale e l’attitudine all’innovazione espressa da una provincia e da un’intera regione, poiché il nostro Festival coinvolge attivamente anche Lucera, San Severo, Bari e altre città”, dichiara il Presidente Angelo Bricocoli.
“C’è un interesse vivo, palpitante, ricco di partecipazione e di entusiasmo soprattutto nei più giovani e in un mondo scolastico e un ambito accademico assolutamente ricettivi e propositivi”, aggiunge il Tesoriere del Festival, Marco D’Alessandro.
“Oltre all’Università di Foggia, al Politecnico di Bari e alla Biblioteca La Magna Capitana”, spiega il Segretario Antonio Milazzi, “avremo con noi l’Università LUM, l’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, l’Agenzia Spaziale Italiana, l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, il CNR Consiglio Nazionale delle Ricerche, il CICAP, l’Unesco, Officina Mediterranea, la Fondazione dei Monti Uniti di Foggia e il Rotary Club Foggia Capitanata Distretto 2120”.
Main sponsor del Festival della Scienza di Foggia è il Gruppo Salatto, sostenitori della rassegna sono Farmacia Tartaglia, Mercati di Città, Consorzio Peranzana Alta Daunia, L’Antica Cantina di San Severo, Libreria Ubik di Foggia, Lenato Viaggi e vacanze, Pescheria Azzurra. La rassegna è patrocinata da Comune di Foggia, Provincia di Foggia e Regione Puglia. La giornata inaugurale della seconda edizione prenderà il via da San Severo, per poi proporre una serie di appuntamenti già dal mattino a Foggia. Sempre lunedì, alle 16.30, l’apertura istituzionale del Festival della Scienza di Foggia, con la presenza e i saluti delle autorità, si terrà a Foggia, a Palazzo Dogana.

Francesco Quitadamo 

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

libri1

È stata inaugurata la XVI edizione del Premio Letterario Nazionale ‘Nicola Zingarelli’, manifestazione nazionale dedicata alla valorizzazione della lingua italiana e delle sue espressioni letterarie. Il concorso, intitolato alla memoria del celebre linguista Nicola Zingarelli e che quest’anno ha come tema ‘Il linguaggio: dal dialetto ai neologismi’, si articola in diverse sezioni, offrendo un'ampia gamma di opportunità a tutti gli amanti della scrittura.
Le sezioni del premio:
• Poesia singola e inedita a tema libero: aperta a tutti, senza limiti di età.
• Poesia e Racconto breve: per studenti delle scuole primarie, medie e superiori.
• Narrativa edita: per opere pubblicate negli ultimi due anni.

Novità di questa edizione:
• Sezione "Racconto breve" ampliata: per coinvolgere un pubblico ancora più ampio e incoraggiare la scrittura tra i più giovani. Dal giallo al romanzo, dal fumetto al saggio, tutti i libri sono ammessi al concorso.
• Premio "Nicola Zingarelli per la scuola": riconoscimento speciale al professore che avrà ottenuto i migliori risultati utilizzando il linguaggio giovanile. A votare gli studenti.
Le scuole interessate possono contattare la segreteria del Premio.

Un'importante vetrina per gli autori emergenti:
Il concorso rappresenta un'occasione unica per gli autori emergenti di farsi conoscere e di ottenere un riconoscimento per il proprio talento da una giuria di élite. Le opere vincitrici saranno pubblicate in un'antologia e i finalisti avranno la possibilità di partecipare a eventi letterari e culturali nonché di conoscere editori e giornalisti.
Come partecipare:
Per partecipare al premio è necessario consultare il bando completo sul sito web ufficiale www.ilpremiozingarelli.it. La scadenza per l'invio dei lavori è fissata per il 30 aprile 2024.
Un invito a tutti gli amanti della scrittura:
Il Premio Letterario Zingarelli è un invito a tutti gli amanti della scrittura a celebrare la bellezza e la ricchezza della lingua italiana. Un'occasione per dare voce alla propria creatività e per contribuire alla crescita del patrimonio letterario del nostro paese.
Con il patrocinio di:
• Comune di Cerignola
• Regione Puglia
• Accademia della Crusca
• Università degli Studi di Foggia

Media partner: R.A. NEWS
Per informazioni:
• Segreteria del Premio Letterario Zingarelli

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

carlantino
Venerdì 16 febbraio, a Celenza ci saranno anche i sindaci di Riccia e Gambatesa per dire “stop” a nuove pale
Progetto riguarda Carlantino e Celenza, in parte anche Casalnuovo, Casalvecchio e Torremaggiore

CARLANTINO La provincia di Foggia, e in special modo nella zona dell’Appennino Dauno, è una delle aree d’Europa in cui si concentra il maggior numero di pale eoliche. Dagli anni ’90, ne sono state installate a migliaia (in Puglia se ne contavano 1.615 nel 2021, secondo l’ultimo rapporto ANEV-Associazione Nazionale Energia del Vento). Ora un nuovo parco eolico potrebbe sorgere a cavallo dei territori comunali di Carlantino e Celenza Valfortore. A volerlo è una società che ha sede legale a Potenza, la “Rinnovabili Sud Due S.R.L.”.
Il progetto non è stato discusso né con le Amministrazioni comunali interessate né con i cittadini dei Comuni sul cui territorio dovrebbero essere installati 17 nuovi aerogeneratori, per una potenza complessiva pari a 98 MW. Il piano di lavoro, inoltre, prevede la costruzione di opere di connessione alla RTN e sistema di accumulo da 30 MW ricadenti anche nei comuni di Casalnuovo Monterotaro, Casalvecchio di Puglia e Torremaggiore.
Per venerdì 16 febbraio, alle ore 17.30, a Celenza Valfortore negli ampi spazi dell’ex Monastero di San Nicola, il sindaco Massimo Venditti e il primo cittadino di Carlantino Graziano Coscia hanno convocato un incontro pubblico con i cittadini. Si discuterà dei passi compiuti e di quelli da compiere per opporsi alla realizzazione della nuova wind farm.
Assieme a loro, all’incontro saranno presenti anche i sindaci dei comuni molisani di Riccia e Gambatesa, rispettivamente Pietro Testa e Carmelina Genovese. Anche il Molise, regione in cui attualmente sono installati 321 aerogeneratori, è interessato al nuovo incremento di progetti inerenti all’installazione di nuovi parchi eolici. A Celenza, inoltre, ci sarà il deputato Giandonato La Salandra che, nei giorni scorsi, ha già presentato in Parlamento alcune interrogazioni sulla questione.
L’impresa che vorrebbe installare i 17 aerogeneratori ha fatto pervenire il progetto già “impacchettato” al Comune di Carlantino il 13 novembre scorso.
Nella relazione dei tecnici comunali incaricati dai due comuni di studiare la fattibilità del progetto, è emerso che lo studio di impatto ambientale svolto dalla società “Rinnovabili Sud Due S.r.l.” non prende in esame tutti i beni paesaggistico-ambientale localizzati nell’area interessata. In particolare, si fa riferimento ai beni sottoposti a vincolo paesaggistico riportati dalla banca dati informatica del Ministero per i Beni Culturali.
Il progetto del parco eolico, infatti, intercetta il Regio tratturo Lucera-Castel di Sangro ma soprattutto incide direttamente sul Tratturo Celano-Foggia, entrambi interessati anche dal vincolo archeologico. Non solo, anche i boschi interessati dal progetto sono sottoposti a vincoli paesaggistici-ambientali.
Inoltre, la relazione dei tecnici ha messo in evidenza come lo studio di impatto ambientale non consideri l’impatto cumulativo degli impianti eolici in relazione a tutti gli altri impianti esistenti o in corso di realizzazione. Lo studio di incidenza, poi, non è conforme alla Linee Guida Nazionali in materia di Valutazione d’incidenza redatte dal MATT NEL 2019. Infine, i tecnici dei due comuni hanno sottolineato come alcune pale non rispettano nemmeno la distanza minima fissata per legge dalle strade comunali, provinciali e statali. Norme previste anche dal nuovo Codice della strada.

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

GINOLISA
Questa mattina la sindaca di Foggia, Maria Aida Episcopo, insieme alla Presidente del Consiglio Comunale, Lia Azzarone, ha incontrato una rappresentanza di Aeroporti di Puglia composta dal presidente Antonio Vasile, la componente del CdA Vania Romano, il direttore commerciale Nicola Lapenna e dal responsabile delle relazioni esterne Michele Fortunato.

Durante l’incontro istituzionale è stato fatto un primo punto della situazione sull’aeroporto Gino Lisa e successivamente si è deciso di convocare, nelle prossime settimane, un tavolo tecnico per affrontare le tematiche relative allo scalo aeroportuale foggiano.

“Sul Gino Lisa – afferma Episcopo – serve un grande sforzo collettivo di tutti gli attori locali per dare maggiore credibilità al nostro territorio al fine di consolidare il nostro scalo e renderlo soggetto attivo nelle future dinamiche di sviluppo turistico e logistico dell’intera provincia”.

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

comuneapricenaCarissimi apricenesi, siamo costretti a rubare qualche minuto della vostra attenzione per SMENTIRE, ancora una volta, una notizia ormai vecchia.

Ad Apricena mai e poi mai sarà realizzato un impianto di trattamento di fanghi biologici. Lo abbiamo dichiarato già anni fa, in giunta e in consiglio comunale LA NOSTRA CONTRARIETÀ TOTALE, a questo tipo di iniziativa. Siamo per uno sviluppo eco-sostenibile e quanto fatto e realizzato in questi anni è la riprova che la città è viva, attraente e ormai lanciata verso obiettivi strategici che ci permettono di guardare con grande entusiasmo al futuro.
Le tante infrastrutture, le iniziative imprenditoriali nate grazie alla disponibilità e all’impegno della nostra Amministrazione Comunale, sono un dato di fatto incontrovertibile. Purtroppo c’è un tentativo in atto da parte dell’opposizione in consiglio comunale che spiace dirlo, dopo aver dormito per anni, ne’ aver mai portato un contributo fattivo alla nostra città, si sveglia, A POCHI MESI DALLE ELEZIONI COMUNALI, con un maldestro tentativo di avvelenare i pozzi della discussione democratica. La città vive un grande momento, non possiamo ASSOLUTAMENTE, dare spazio alle polemiche inutili ed inesistenti.
Riguarda alle attività amministrative messe in atto da altri enti pubblici, per esempio dalla Provincia, non cambiano di un millimetro la posizione della nostra Amministrazione Comunale. Il territorio lo governa l’Amministrazione Comunale, questa inziativa non sarà mai realizzata e se necessario metteremo in atto attività amministrative per scongiurarlo, già dalla prossima seduta di giunta, qualora non fosse chiaro il concetto!! Invitiamo i cittadini a non credere alle false notizie, i fatti parlano chiaro: questa amministrazione da 12 anni lavora per il bene comune e in trasparenza. Non abbiamo padroni da tutelare, per noi ogni cittadino va difeso, tutelato, valorizzato.
Non ci sarà mai con questa compagine un nuovo cementificio. Quella storia appartiene al passato nefasto, che tanto male ha fatto alla nostra città e che tutti dobbiamo scongiurare anche nei nostri ricordi. Vi chiediamo scusa ma era DOVEROSO RASSERENARE TUTTI, e lo abbiano fatto per le vie istituzionali al fine di dare la posizione CHIARA E TRASPARENTE.

Buona giornata a tutti, ci vediamo alla festa di Carnevale di giovedì 15 febbraio, dalle ore 18:00 su Corso Roma. A chi vorrebbe farci perdere la gioia e il sorriso per le bellezze che abbiamo, gli rispondiamo con un saluto affettuoso.
In rappresentanza dell’Amministrazione Comunale e della città di Apricena

Il Sindaco
Antonio Potenza

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)