Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Chi c'è online

Abbiamo 86 visitatori e nessun utente online

Primo piano

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)


cagnanoConferenza stampa il 6 febbraio, alla Borsa Internazionale del Turismo, padiglione Puglia
La storia del ‘Caùt’, che fino al 1600 racchiudeva l’intero abitato del borgo garganico

CAGNANO VARANO Cagnano Varano parteciperà alla BIT di Milano, la Borsa Internazionale del Turismo che si terrà dal 4 al 6 febbraio 2024 all’Allianz MiCo. Al Milano Convention Centre di Piazzale Carlo Magno, martedì 6 febbraio, una delegazione guidata dal sindaco Michele Di Pumpo presenterà il borgo agli operatori turistici italiani e stranieri nel corso di una conferenza stampa che si terrà a partire dalle 10.50 negli spazi dedicati alla Puglia. Il ‘focus’ della presentazione sarà dedicato al Cavù Festival Gargano, la manifestazione che ad agosto 2023 ha celebrato la sua settima edizione.
“Il Cavù Festival”, spiega Michele di Pumpo, “racchiude in sé ed esprime in modo davvero magico e spettacolare tutti gli elementi del patrimonio storico, architettonico, culturale, artigianale ed enogastronomico di Cagnano Varano. È una grande festa alla quale contribuiscono non solo il Comune e la Pro Loco, ma anche tutte le realtà più vive del tessuto culturale, associativo ed economico del paese. Alla Bit presenteremo Cagnano Varano, con i suoi paesaggi urbani e naturalistici mozzafiato, come lo scenario unico che si schiude agli occhi davanti al Lago di Varano, il maggiore lago costiero italiano, il più grande dell’Italia Meridionale”. D’estate, il Cavù Festival è uno degli eventi che si tengono nella stagione in cui sono tanti gli appuntamenti che accolgono i turisti a Cagnano Varano. In 7 anni, è riuscito a diventare un evento capace di richiamare visitatori da tutto il Gargano e da ogni parte d’Italia.
Il Festival nasce nel 2017 dal desiderio dei giovani della Pro loco di impegnarsi nella realizzazione di un evento che potesse valorizzare il “Cavuto”, la parte più antica del centro storico di Cagnano. Un festival esperienziale in cui vicoli e piazzette diventano palcoscenico di numerose attività che intrecciano arte, musica, gastronomia e tradizione.
Il percorso gastronomico è caratterizzato da prodotti tipici cucinati e raccontati dai produttori locali. Il percorso è anche sensoriale: le piccole stradine illuminate si trasformano in tanti piccoli palcoscenici con band locali, artisti di strada, installazioni, visual art, mostre, teatro, laboratori.
IL CAUT. Il Festival prende il nome dal Caùt, che costituiva l’intero nucleo abitativo di Cagnano fino al 1600. In questo luogo, anima e cuore del centro storico, sono presenti due piazze: Largo Purgatorio, dove sorge il Palazzo Baronale, e Largo Chiesa, dominato dalla Chiesa Matrice. Protetto dalle mura medievali, era caratterizzato da 5 accessi, uno dei quali, l’Arco di San Michele, è ancora visibile. La denominazione Caùt, da cui origina il nome di Cavù Festival, deriva dalla conformazione delle case che sembravano buchi scavati nella roccia.
L’AREA INTERNA DEL GARGANO. “Noi siamo parte dell’entroterra garganico”, aggiunge Di Pumpo, “un’area unica e spettacolare dal punto di vista naturalistico, perché nel nostro caso mette insieme lago, mare e montagna. Stiamo lavorando molto sul turismo, perché è un settore in crescita, crea possibilità di lavoro per i nostri giovani e integra e valorizza anche artigianato, commercio, servizi e agroalimentare”.

Francesco Quitadamo

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

parcheggi

A breve un tavolo tecnico per affrontare tutte le criticità emerse in queste settimane

Questa mattina si è svolto a Palazzo di Città l’incontro tra l’amministrazione comunale e i rappresentanti della società GPS, soggetto gestore della sosta tariffata.
Presenti la sindaca Maria Aida Episcopo, gli assessori Daniela Patano, Giulio De Santis e Davide Emanuele, il consigliere comunale Nicola Formica, il comandante della Polizia Locale Romeo Delle Noci, l’amministratore delegato della GPS Filippo Lodetti Aliata, Antonio Di Donna, direttore generale di GPS, il responsabile tecnico della GPS Ruggero Castagna, la responsabile locale GPS Antonella Orsini e il Rup Mario Villani.
Motivo dell’incontro, oltre un momento di prima conoscenza, la gestione della sosta tariffata in città e le criticità fin qui ravvisate dall’utenza.

“L’amministrazione - spiega la sindaca Episcopo - ha avanzato alcune richieste relative alle problematiche evidenziate trovando piena disponibilità da parte della GPS per l’istituzione di un tavolo tecnico che possa analizzare la situazione esistente e dare risposte adeguate e soluzioni rapide e condivise. Nei prossimi giorni – conclude – sarà istituito un tavolo tecnico che avrà il compito di analizzare lo stato dell’arte e dare risposte risolutive ai problemi”.

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

comunesansevero“FONDO DI SOSTEGNO AI COMUNI MARGINALI”: PUBBLICATO IL 29 GENNAIO L’AVVISO PUBBLICO PER L’INSEDIAMENTO DI ATTIVITÀ ECONOMICHE NEL TERRITORIO COMUNALE. LE ISTANZE ENTRO IL 29 FEBBRAIO 2024.

Da ieri lunedì 29 gennaio e fino al prossimo giovedì 29 febbraio 2024 è possibile presentare le istanze per l’accesso al Fondo di sostegno ai Comuni marginali – Annualità 2022.
L’Avviso è rivolto alle imprese interessate ad avviare nuove attività commerciali, artigianali e agricole attraverso un’unità operativa da insediarsi all’interno del territorio comunale. Le proposte saranno ammesse a contributo in ordine di graduatoria e fino alla concorrenza delle risorse disponibili. In caso di proposte ammesse in numero insufficiente, le risorse residue saranno attribuite alle proposte ammissibili a contributo fino ad esaurimento delle risorse disponibili. I punteggi saranno assegnati con riferimento alla qualità del progetto di investimento, al settore e all’ubicazione dell’attività, alle attività imprenditoriali avviate da giovani imprenditori e da donne. Si ricorda che l’importo massimo del contributo per beneficiario è di € 30.000,00, che sarà possibile inoltre prevedere un’anticipazione pari al 30% del contributo concesso e che l’attività dovrà essere mantenuta in esercizio per un periodo di almeno cinque anni dalla data di dichiarazione di inizio attività. Entro il 9 febbraio potranno essere presentate eventuali richieste di chiarimenti sulle modalità di presentazione dell’istanza.
L’Avviso integrale con i relativi allegati è consultabile e scaricabile sul sito dell’ente www.comune.san-severo.fg.it sull’homepage nella sezione ‘Bandi di gara e contratti’.

Il Responsabile dell’Ufficio Stampa
Michele Princigallo

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

carabinieri 4Gentile signor Prefetto,
mi rivolgo a Lei ben consapevole dell’attenzione che Ella ha sempre riservato alla comunità cerignolana per esprimerLe la mia profonda preoccupazione, quale sindaco della città, per i recenti e ripetuti episodi delinquenziali registratisi in città negli ultimi giorni.
Mi riferisco, in particolare, alla rapina a mano armata presso una tabaccheria centrale di Cerignola in danno dei due giovani titolari, costretti a subire la violenza in presenza della loro figlioletta, faccio altresì riferimento all’odierna rapina consumata presso un accorsato studio oculistico, faccio ancora riferimento alle rapine consumate ai danni di due attività commerciali di articoli per la casa.
Il tutto nel giro di sette giorni nel corso dei quali non sono mancati sistematici furti d’auto, numerosi furti in appartamento e, da ultimo, il danneggiamento di un bancomat.
Una così massiccia recrudescenza di episodi criminali ha suscitato nella popolazione ed in particolar modo fra gli operatori commerciali vivissima preoccupazione e nella città si è acuito un forte sentimento di insicurezza. Tutto ciò premesso, sono a rivolgerLe un’accorata preghiera per favorire un rafforzamento delle forze dell’ordine sul territorio, con particolare riferimento al rafforzamento del locale commissariato di pubblica sicurezza, da tempo oggetto di insistenti richieste di questa municipalità rivolte al governo centrale.
Le sarei grato, infine, se volesse ricevermi, in uno con l’assessore comunale alla sicurezza, per consentirci una più adeguata rappresentazione della situazione cittadina.
Grato per l’attenzione, colgo l’occasione per salutarLa distintamente.
Il Sindaco
Francesco Bonito

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

schermaSECONDA PROVA NAZIONALE CADETTI A FOGGIA:
VINCONO MARIA VITTORIA BERRETTA E MARCO PANAZZOLO NEL FIORETTO,
LEONARDO REALE E DILETTA FUSETTI NELLA SCIABOLA

FOGGIA – Grande scherma al Padiglione 71 del Quartiere Fieristico di Foggia con la seconda prova nazionale Cadetti di fioretto e sciabola organizzata dall’Olympia Fencing Club: oltre i 550 partecipanti in rappresentanza di 106 società provenienti da tutta Italia.
Il programma si è aperto sabato con la prova di fioretto femminile, vinta da Maria Vittoria Beretta (Frascati Scherma) che in finale ha sconfitto 15-5 Ludovica Franzoni del Club Scherma Roma; terzo posto per Giorgia Ruta e Veronica Pritelli, entrambe della Fides Livorno.
Vittoria frascatana anche nella sciabola maschile con Leonardo Reale che nell’assalto conclusivo ha regolato con un netto 15-5 Christian Avaltroni della Scherma Ariccia; completano il podio Massimo Sibillo (Milleculure Napoli) e Manuel Dentato (Club Scherma Roma). Sfiora il podio Riccardo Maestri del Circolo Schermistico Dauno, che chiude al quinto posto dopo aver perso all’ultima stoccata l’assalto dei quarti di finale con Dentato.
Nella giornata di domenica Padova sugli scudi: nella sciabola femminile vince Diletta Fusetti (Petrarca Scherma) che in finale supera 15-6 Martina Calderini (Frascati Scherma); sul terzo gradino del podio Flavia Astolfi (Circolo della Scherma Terni) e Gaia Zucchelli (CH4 Torino). Martina Di Mauro del Circolo Schermistico Dauno, decima, è la migliore delle atlete pugliesi: a fermarla, all’altezza degli ottavi di finale, è stata Giulia Grimaldi (Milleculure Napoli) col punteggio di 15-9.
Nel fioretto maschile infine sale sul gradino più alto del podio Marco Panazzolo (Comini Padova) che in finale batte Mattia Conticini (Pisa Scherma) col punteggio di 15-11; terzo posto per Federico Alberto Sposato del Club Scherma Roma e Manfredi Di Russo del Frascati Scherma. Poca fortuna per i fiorettisti pugliesi, così come era accaduto il giorno prima nel tabellone femminile

Per conto di:
Ufficio Stampa
Federazione Italiana Scherma

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)