Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Traduzione

Chi c'è online

Abbiamo 186 visitatori e nessun utente online

Attualità

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

vigilidelfuocoINCIVILI ATTI VANDALICI AL PARCO BADERN POWELL: LA DENUNCIA DELL’A.C.


Un gravissimo atto vandalico è stato messo a segno nelle prime ore della mattinata presso il PARCO BADEN POWELL, nel popoloso quartiere di “Via Fortore”.
Si tratta di uno dei maggiori polmoni verdi della Città, meta dalle primissime ore della mattinata e sino a tarda sera di tanti, tantissimi concittadini, sia per l’attività fisica che per trascorrere ore svago in compagnia dei più piccoli.
“Solo la settimana scorsa – dichiara l’Assessore all’Ambiente Felice Carrabba – erano stati completati diversi lavori manutentivi nel parco, dalla sfalcio dell’erbe, alla pulizia degli spazi dai rifiuti abbandonati da nostri concittadini, malgrado i tanti cestini di cui il Parco è dotato. Un lavoro importante e rilevante, bene eseguito, che ha riconsegnato nella maniera giusta lo spazio verde del Parco alla nostra Città in tutta la sua accattivamene bellezza. Ebbene, questa mattina ignoti hanno appiccato il fuoco in due diversi punti del Parco, per fortuna l’erba bassa, appena tagliata, ed il tempestivo intervento dei Vigli del Fuoco, nostro e di altri bravi concittadini, ha impedito che le fiamme si sviluppassero ulteriormente provocando altri danni. E’ un atto gravissimo, orribile, di inciviltà assoluta, capace di distruggere in pochi minuti quanto con tanta fatica si riesce a costruire. Saranno ovviamente visionati i filmati delle telecamere di sicurezza per individuare i responsabili, ma intanto invitiamo i nostri concittadini – per fortuna la stragrande maggioranza dei sanseveresi è gente PERBENE - a vigilare sul nostro patrimonio, che ci permette di vivere meglio ed a contatto con la natura. Da parte nostra esprimiamo la condanna più ferma e dura per un gesto incivile e non degno della nostra bella comunità”.

l’Addetto Stampa
Michele Princigallo

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

forza italiaANCHE PER LA LITORANEA DI MACCHIA L’AMMINISTRAZIONE ESCLUDE I TECNICI LOCALI
Il 29 luglio scorso il Comune di Monte Sant’Angelo ha pubblicato la Determina n. 657 con la quale si stabilisce di invitare tre Architetti – non di Monte – “…alla procedura negoziata per l’affidamento dell’incarico professionale di progettazione definitiva, esecutiva e coordinamento della sicurezza in fase di progettazione per la sistemazione e ampliamento della strada litoranea Manfredonia-Mattinata”.
Che quei lavori, già programmati dalle precedenti Amministrazioni, vadano fatti non c’è dubbio, perché finalmente si dà dignità ad una località, Macchia appunto, che negli anni è diventata meta di turisti e attrattiva per quanti scelgono la tranquillità della Frazione per passare un po’ di tempo libero e di riposo. Inoltre, l’opera è importante perché va a decongestionare il traffico che, specie nei mesi estivi, si riversa sulla SS89 nel tratto che porta da Manfredonia a Mattinata, passando per la galleria.
Ciò che suona strano è che continua esclusione di tutti i Tecnici cittadini (o, meglio di quasi tutti i Tecnici cittadini) da una progettazione.
FORZA ITALIA, allora, pone alcuni interrogativi:
• Perché, nella definizione di Progetti così importanti per la viabilità, l’Amministrazione PD si avvale solamente del Responsabile di Settore, nonostante sia in servizio anche un Ingegnere?
• Perché, per un progetto di strade, vengono invitati solo Architetti e neanche un Ingegnere?
• Qual è il criterio che ha portato il Responsabile del Settore Tecnico, che, ricordiamo, per legge è sottoposto al controllo dell’Amministrazione Comunale, a chiamare solo Architetti, peraltro non di Monte, non dando la possibilità a quelli di Monte di partecipare?
• Esiste, poi, un atto che fissa i criteri di scelta dei professionisti inclusi nella “short list” comunale?
• Perché, per garantire la massima trasparenza, non si chiede ai professionisti interpellati di inviare l’offerta via PEC?
Purtroppo, dobbiamo registrare la continua esclusione di quasi tutte le alte professionalità cittadine operata dall’Amministrazione PD.
FORZA ITALIA continuerà a vigilare affinché le scelte fatte non siano guidate da simpatie o da appartenenze partitiche.

Forza Italia Monte Sant’Angelo

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

comunesansevero

Nella giornata di mercoledì 11 settembre 2019 presso l’Ufficio dell’Assessore Attività Produttive, l’Assessore Felice Carrabba ha tenuto un incontro – annunciato in precedenza - con le Associazioni di categoria dei commercianti, con la finalità di mettere in evidenza le principali criticità del settore in generale che possano trovare una rapida soluzione da parte dell’Amministrazione.
Sono intervenuti all’incontro la Confesercenti, rappresentata dal Presidente dott. Giuseppe Rodelli, la Confcommercio, rappresentata dal Presidente Raffaele Mazzeo, l’ANA (Associazione Nazionale Ambulanti), rappresentata dal segretario Girolamo Zaccaro, l’Agorà rappresentata dal Presidente Claudio Cozzoli.
Le problematiche sollevate dalle Associazioni riguardano principalmente la necessità di rivitalizzare il centro storico, anche con una riduzione del peso delle imposte locali, la necessità di “sburocratizzare” e rendere comunque più snello il procedimento per autorizzare i cosiddetti dehors, la necessità di combattere l’abusivismo sulle aree pubbliche e la microcriminalità, oltre che una maggiore pulizia fornendo un ulteriore quantitativo di cestini portarifiuti (più funzionali di quelli esistenti) e cestini per la raccolta delle deiezioni canine. Serve inoltre maggiore attenzione al dialogo con le Associazioni e maggiore efficienza nella gestione degli eventi e manifestazioni. E’ stato altresì sollevato il problema delle aree mercatali in genere, con la necessità di maggiore pulizia e disinfestazione soprattutto delle aree dove si svolge il mercato settimanale, e in particolare dell’area mercatale di piazza Allegato che sta soffrendo molto la concorrenza da parte della grande distribuzione e dell’area mercatale di Porta San Marco, dove tuttora sono presenti problemi di infiltrazioni e non sono ancora funzionanti i pannelli solari presenti sulla copertura. I commercianti hanno chiesto inoltre che le telecamere pubbliche installate siano tutte funzionanti in maniera da contribuire alle azioni di contrasto alla microcriminalità e all’abbandono dei rifiuti.
L’Assessore Carrabba ha assicurato la massima disponibilità e apertura al dialogo per qualunque problematica, comunicando le iniziative che si sono già avviate e che si intendono avviare nell’immediato in merito ai problemi sollevati. Innanzitutto per quanto concerne la rivitalizzazione del centro storico si stanno studiando, insieme agli uffici tecnici di competenza, gli interventi attivabili al fine di introdurre azioni mirati anche sotto forma di sgravi fiscali e calmierare i prezzi degli affitti; si sta inoltre verificando la consistenza dei beni facenti parte del patrimonio pubblico al fine di individuare anche alcune aree strategiche ove effettuare servizi mirati al benessere della collettività. Sarebbe auspicabile anche intervenire con la creazione di una zona pedonale nel centro storico con la realizzazione di interventi pubblici che ne consentano una migliore fruizione. In merito alla presenza delle telecamere l’Assessore ha evidenziato che quelle pubbliche sono tutte regolarmente funzionanti e controllate dal Comando di Polizia Municipale. Per quanto concerne le problematiche sollevate per il mercato di piazza Allegato, l’Assessore Carrabba ha chiesto ai commercianti una migliore gestione dell’area e una maggiore attenzione al conferimento dei rifiuti, mentre per l’area mercatale di porta San Marco l’Assessore ha riferito che si sta provvedendo all’allaccio dell’impianto fotovoltaico e che si attiverà presso gli uffici competenti anche per risolvere il problema delle infiltrazioni. Infine in ordine ai problemi sollevati circa l’abusivismo dilagante sulle aree pubbliche, l’Assessore Carrabba ha comunicato ai presenti che ci sarà tolleranza zero e presto avvierà insieme al Comando di Polizia Municipale una forte azione di contrasto.

l’Addetto Stampa
Michele Princigallo

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

spicgilStasera, venerdì 13 settembre, la presentazione alle 18.15 Fabbriche ex Convento San Francesco
Dialogo con l’autore di Franco Mastroluca, Michele Apollonio e Gigi Giuffrida

MANFREDONIA Il lavoro che non c’è, la necessità di andare via dalla propria terra, la voglia di restare nel posto in cui si è nati per “crederci”, non arrendersi: è questo il filo conduttore di “Ci voglio credere”, il romanzo che oggi, venerdì 13 settembre 2019, sarà presentato in via San Francesco a Manfredonia, alle ore 18.15, nelle Fabbriche ex Convento di San Francesco. Assieme all’autore, Giovanni Forte, che è il segretario generale SPI Cgil Puglia, i temi e i significati del libro saranno affrontati da Franco Mastroluca e dal giornalista de La Gazzetta del Mezzogiorno Michele Apollonio. Brevi stralci del romanzo saranno letti e interpretati dall’attore e regista Gigi Giuffrida.
LA TERRA CHE NON VORRESTI ABBANDONARE. Attraversa anche la Capitanata la storia raccontata da Giovanni Forte nel suo nuovo libro “Ci voglio credere”. Si discute moltissimo di migranti e delle dinamiche che spingono milioni di persone, in tutto il mondo, a lasciare la propria terra. C’è una lacerazione che attraversa anima e cuore di chi, italiano o straniero, è costretto suo malgrado ad abbandonare il proprio Paese. “Ci voglio credere” comincia proprio da questo, dalle vicende di una famiglia spaccata, da due fratelli italiani, pugliesi, che compiono scelte diametralmente opposte rispetto all’urgenza di vivere, di realizzarsi, di trovare la felicità o soltanto un equilibrio. C’è chi va via e chi resta.
LA PUGLIA TRA PASSATO E PRESENTE. “Il cambiamento senza lavoro non esiste”. La frase di uno dei protagonisti rimbomba nel vissuto, nell’attualità di una regione, la Puglia, che appare come uno scenario sempre in bilico tra bellezza, fiducia e rassegnazione: la criminalità organizzata, l’inquinamento, l’opacità che rende inquietanti gli interessi attorno al ciclo dei rifiuti incombono su un paesaggio umano, naturale e urbano che suscita meraviglia, genera speranze, alimenta il senso di identità e di appartenenza di chi, nonostante tutto, non vuole arrendersi.

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

biccariSuccesso per il press tour dalla vetta più alta al paese più piccolo della Puglia
Decine di post e immagini sui social per raccontare borghi, laghi, boschi e Templari
I sindaci ciceroni, i blogger che impastano, Peppe Zullo e la sua “cucina della foresta”
E per le casette sugli alberi e la bubble room fioccano prenotazioni da tutta Italia

BICCARI Dalla vetta più alta della Puglia, il Monte Cornacchia, al paese più piccolo della Regione, Celle San Vito; dal Lago Pescara e dai boschi di Biccari al borgo dei Templari, Alberona, senza dimenticare la visita al Museo Valle del Celone a Castelluccio Valmaggiore, uno dei più moderni e interattivi dell’eterna Apulia: dal 4 al 9 settembre, il press tour “Natura in Festa” ha mostrato a blogger e giornalisti una Puglia da record. E gli ospiti del press tour, attraverso decine di post e fotografie, hanno mostrato ai loro lettori e follower un angolo di Paradiso conosciuto meno di quanto merita. “Un territorio maestoso”, con “borghi incantevoli, accoglienti e ben tenuti”, “un’esperienza adrenalinica” a contatto con “un paesaggio naturale incontaminato, dolce e selvaggio”: sono queste alcune delle parole usate dai blogger per descrivere quanto hanno visto, sperimentato e ammirato spesso meravigliati da tanta inedita bellezza ancora, per certi versi, inesplorata.
LE SINERGIE. Al progetto del press tour, promosso dal Comune di Biccari, hanno aderito le amministrazioni comunali di Alberona, Castelluccio Valmaggiore e Celle San Vito. Il progetto è stato finanziato dalla Regione Puglia grazie al Programma Operativo Regionale FESR-FSE 2014-2020 "Attrattori culturali, naturali e turismo", Asse VI - Tutela dell'ambiente e promozione delle risorse naturali e culturali - Azione 6.8 Interventi per il riposizionamento competitivo delle destinazioni turistiche. Ad accogliere blogger e giornalisti, il primo giorno, è stato Gianfilippo Mignogna, sindaco di Biccari, uno dei sindaci più giovani della provincia di Foggia: “Possiamo crescere e creare vero sviluppo attorno alle nostre eccellenze lavorando insieme, creando i presupposti affinché realtà come il Parco Daunia Avventura, la Cooperativa di Comunità di Biccari, i nostri migliori produttori e chi fa accoglienza collaborino come stanno facendo per migliorare i servizi, fare qualità, far crescere nuove professionalità”. A Biccari, nel bosco, domenica 8 settembre blogger e giornalisti hanno conosciuto anche Peppe Zullo, cuoco orsarese ormai apprezzato in tutto il mondo, e la cucina di questo straordinario alfiere del “made in Monti Dauni”.
IL SINDACO CICERONE. Ad Alberona, il sindaco Leonardo De Matthaeis ha indossato la maglia “cicerone per un giorno” e, assieme a una guida turistica del posto, ha fatto strada a blogger e giornalisti fra archi, piazze, fontane storiche e chiese con le mura su cui sono ancora impressi i segni del passaggio dei Cavalieri. A Celle San Vito, il paese più piccolo della Puglia con i suoi 150 abitanti, a blogger e giornalisti è stato spiegato come questo “borgo mignon” sia importante anche per la storia che lo lega alla Via Francigena e alla lingua francoprovenzale.
PRENOTAZIONI DA TUTTA ITALIA. Blogger e giornalisti hanno dormito nelle casette sugli alberi del Parco Avventura e nella bubble room della Cooperativa di Comunità di Biccari, magnificando l’esperienza con decine di foto: una promozione che ha colto nel segno con decine di prenotazioni che stanno arrivando da tutta Italia. Blogger e giornalisti sono stati messi alla prova anche dalle massaie dei Monti Dauni, cimentandosi in un laboratorio grazie al quale hanno imparato a fare la pasta fresca realizzata a mano. Il patrimonio enogastronomico è uno dei punti di forza dell’offerta turistica sui Monti Dauni e, per una settimana, gli ospiti del press tour hanno pranzato e cenato rigorosamente a chilometro zero.

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)