Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Traduzione

Chi c'è online

Abbiamo 243 visitatori e nessun utente online

Attualità

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)


DipartimentoScienzeagrarieAl via un corso dedicato alla prevenzione e cura dei principali disturbi da immunoflogosi
L'attività formativa parte sabato 30 marzo nel Dipartimento di Scienze Agrarie dell'Unifg

A Foggia, sabato 30 marzo, partono le “Giornate formative multidisciplinari di fitoterapia clinica e nutraceutica integrativa nella prevenzione e cura dei principali disturbi da immunoflogosi”. Sarà il Dipartimento di Scienze Agrarie ad ospitare l'evento formativo organizzato per la prima volta nel capoluogo dauno e suddiviso in tre date fino a ottobre, con accreditamento ECM (Educazione continua in medicina). "Tutto sul microbiota" è il tema della giornata inaugurale. I lavori inizieranno alle 8.30 e si apriranno con i saluti delle autorità. La seconda giornata è in programma sabato 8 giugno e sarà dedicata alle "Piante ad uso fitoterapico". "Il sistema immunitario non solo come organo di difesa" sarà al centro della giornata conclusiva del 19 ottobre. Ai primi cinquanta iscritti saranno rilasciati 22 crediti formativi.
A CHI È RIVOLTO | Il corso è destinato a medici di medicina generale, specialisti in diverse discipline (pediatri, gastroenterologi, psichiatri, otorinolaringoiatri, allergologi, reumatologi, immunologi), biologi nutrizionisti, psicologi, farmacisti e appartenenti alla categoria delle professioni sanitarie, studenti del Corso di Laurea SANU (Scienze degli Alimenti e Nutrizione Umana). Il Senato Accademico ha riconosciuto le Giornate formative come attività di placement, considerandole un fondamentale percorso professionale per gli studenti. L'attività formativa è incentrata sulla prevenzione e cura delle principali malattie infiammatorie acute e croniche, delle vie respiratorie (riniti allergiche, sinusiti, otiti, faringotonsilliti, laringiti), dell'apparato genitale femminile (menopausa e disturbi del ciclo), dei disturbi depressivi e del tono dell'umore, delle malattie autoimmuni, fino alle patologie tumorali in un'ottica mirata a "disinfiammare" il paziente intossicato da alimentazione scorretta e da stili di vita non salutari.
CHI ORGANIZZA IL CORSO | Il responsabile scientifico del corso è Marilena Tomaiuolo, dirigente medico specialista in Otorinolaringoiatria, Rino-citologa, responsabile dell'Ambulatorio di Alta Specializzazione in Rinologia del Distretto Socio-Sanitario 60 all'interno del Poliambulatorio di Via Grecia a Foggia, affiancata nell'organizzazione dell'evento formativo da Mariangela Caroprese, biologa, professore associato del Dipartimento di Scienze Agrarie. Il comitato scientifico è composto da medici specialisti in varie discipline: Antonio Picucci, Rocco Berloco, Tiziana Celeste, Laura Frabboni, Rachele Mauro, Giuseppe Di Fede, Lucilla Ricottini e Giovanni Normanno.
Le Giornate formative sono patrocinate da Università degli Studi di Foggia, Comune di Foggia, Ordine dei Medici di Foggia e Accademia Italiana di Citologia Nasale.
BATTERIOTERAPIA E RIMEDI FITOTERAPICI E NUTRACEUTICI | La modulazione dell'infiammazione si realizza attraverso la cura dell'intestino con l'uso appropriato di probiotici e prebiotici (microbioma sano), dalla quale beneficeranno numerosi apparati poiché dall'intestino originano moltissime comuni malattie, mentre integratori e nutraceutici aiutano l'organismo a eliminare tossine, a potenziare il sistema immunitario danneggiato e anche nei pazienti oncologici a tollerare meglio la chemioterapia e prevenire ricorrenze, migliorando la capacità di combattere il tumore.
Lo scopo finale dell'attività formativa è aiutare il professionista a gestire pazienti con patologie anche complesse che richiedono un approccio di medicina integrata: integrazione delle sostanze di cui il paziente è carente (fermenti lattici, vitamine, minerali, drenanti, ecc.) per mettere in moto l'attivazione dei naturali meccanismi di difesa e controllo delle infiammazioni dei quali è dotato ognuno di noi.
Il corso affronta tematiche di attualissimo interesse e strategie diagnostiche e terapeutiche avanzate. I biologi nutrizionisti e gli studenti, in particolare del Corso di Nutrizione Umana, beneficeranno dell'apprendimento della proposta curativa con integratori e nutraceutici nel raggiungimento di uno stile di vita sano (mantenimento di un healthy state). Il fine del corso è mirato a fornire le giuste indicazioni al medico e al biologo per ripristinare l'equilibrio immunitario e infiammatorio del soggetto patologico attraverso una medicina naturale basata soprattutto sul corretto uso della fitoterapia. Inoltre, consente l'acquisizione delle necessarie nozioni al fine dell'impiego di terapie nutrizionali e nutraceutiche idonee per la prevenzione e la cura di malattie acute e croniche.

Programma del corso
30 Marzo 2019

Tutto sul microbiota:
Moderatori: Dr.ssa Anna Maria Marasco, Dr.ssa Francesca Iuspa, Dr.ssa Luigia Bifaro
8.30 Saluto delle autorità: Prof. Agostino Sevi, Dr. Alfonso Mazza, Dr. Lorenzo Fabio Troiano, Assessore alla Cultura Anna Paola Giuliani
9.00 Microbiologia degli eubioti e loro principali funzioni (Dr.ssa Rachele Mauro)
10.00 Viaggio nel secondo cervello: dalle emozioni al microbiota (Dr. Rocco Berloco)
11.00 Coffee break
11.30 Biofilm, produzioni alimentari e sanità pubblica (Prof. Giovanni Normanno)
12.30 Microbiota rino-faringeo e biofilm: principi di batterioterapia (Dr.ssa Marilena Tomaiuolo)
13.30 Light Lunch
14.30 Microbiota vaginale: conoscerlo per rispettarlo (Dr.ssa Tiziana Celeste)
15.30 Riequilibrio e guarigione del microbioma mediante alimentazione e dintorni (Dr. Antonio Picucci)
16.30 Discussione
17.30 Chiusura dei lavori
8 Giugno 2019
Piante ad uso fitoterapico:
Moderatori: Dr. Leonardo Lo Mele, Dr.ssa Anna Miglietta
8.30 Lettura magistrale: “Meccanismi di difesa delle vie aeree: dal battito ciliare alla felcizzazione” (Prof. Matteo Gelardi)
9.30 Storia della fitoterapia (Arturo Armone Caruso)
10.30 Coltivazione e trasformazione di piante officinali biologiche (Prof. Laura Frabboni)
11.00 Coffee break
11.30 Nuove prospettive terapeutiche nelle patologie delle VAS attraverso fitoterapici ad uso topico
(Dr.ssa Marilena Tomaiuolo)
12.30 Fitoterapici con attività emuntoriale e detossinante (Dr.ssa Rachele Mauro)
13.30 Light lunch
14.30 Il buio dell’anima: fitoterapia in sindromi ansioso-depressive (Dr. Rocco Berloco)
15.30 Limiti e vantaggi della fitoterapia in menopausa (Dr.ssa Tiziana Celeste)
16.30 Terapie alternative nella sindrome dell’ovaio policistico (Dr. Antonio Picucci)
17.30 Discussione
18.00 Chiusura dei lavori
19 Ottobre 2019
Il sistema immunitario non solo come organo di difesa
Moderatori: Prof. Mariangela Caroprese, Dr.ssa Marilena Tomaiuolo, Dr. Giovanni De Rossi
8.30 La malattia come percorso di un segnale molecolare. Il sistema complesso adattativo (Dr. Luigi Sansone)
9.30 Dermatite atopica: primo passo della marcia allergica nel bambino (Dr. Massimo Ciampi)
10.30 Rinite allergica e rinopatie cellulari come patologie croniche: differenze e nuovi orientamenti terapeutici (Dr. Paolo Luperto)
11.30 Coffee Break
12.00 Modulazione della reazione allergica mediante alimentazione e medicina naturale (fitocomplessi ad azione antiflogistica ed immunomodulante, vitamine e citochine) (Dr. Antonio Picucci)
13.00 Light lunch
14.00 Inquadramento diagnostico differenziale tra allergie e intolleranze alimentari (Dr.ssa Anna Miglietta)
15.00 Cancro e malattie autoimmuni: cross link del sistema immunitario (Dr.ssa Nadia Melillo)
16.00 Oncologia integrata: nutrizione e medicina fitoterapica (Dr. Rocco Berloco)
17.00 Discussione
18.00 Chiusura dei lavori

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

cavaliereGIORNATA DELLA MEMORIA. 

Oggi, un anno fa, 40.000 persone sfilavano per la nostra città per onorare la memoria delle vittime innocenti di mafia e per ribadire il proprio impegno contro questo cancro sociale.
Oggi, proprio oggi, altre migliaia di persone sfileranno a Verona e in tante altre città riempiranno piazze e strade denunciando la prima e più grave corruzione: quella delle nostre coscienze. Perché l’omertà uccide la verità e la speranza di una nuova primavera.
Con il cuore sono a Brindisi, dov'è stata organizzata la manifestazione regionale, insieme alle centinaia di ragazzi pugliesi che hanno scelto di esserci a prescindere dalla scuola o da altra forma di partecipazione organizzata.
Com'è già accaduto in occasione del #Fridayforfuture, i nostri più giovani concittadini non hanno atteso il permesso degli adulti o delle istituzioni per affermare il loro diritto ad essere parte attiva dei processi di cambiamento di cui noi tutti abbiamo necessità.
Il loro coraggio e la loro forza di volontà sono la nostra speranza, anche nella lotta alle mafie.
PUNTO PRIMO #Legalità

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

olioolivaextravergineAlla luce dei recenti sequestri, servono ulteriori sforzi per difendere un prodotto simbolo
Nel piano olivicolo 2.0 chiesti strumenti per valorizzare la qualità e pene severe per le frodi

"L'esito della brillante operazione messa a segno dalle Fiamme Gialle, che ha portato al sequestro di oltre 2,5 tonnellate di olio adulterato a Cerignola, impegna istituzioni e mondo produttivo a profondere ulteriori sforzi nella direzione della tutela del puro Made in Italy e del vero olio extravergine d'oliva. CIA Agricoltori Italiani considera da sempre prioritaria la lotta alla contraffazione e alle frodi e spinge affinché si attivino anche nel nuovo Piano olivicolo gli strumenti finalizzati a promuovere il vero extravergine d'oliva italiano e si difenda a tutti i costi il principale fattore di competitività, ovvero la qualità. Ringraziamo tutte le forze dell'ordine impegnate in scrupolosi controlli e ci congratuliamo per questo importante risultato".
Il presidente provinciale CIA Capitanata Michele Ferrandino commenta così la notizia del rinvenimento da parte della Guardia di Finanza di un opificio abusivo in cui centinaia di litri di olio di semi di origine sconosciuta venivano miscelati con altre sostanze (tra cui la clorofilla) per essere imbottigliati e venduti come extravergine di oliva. I militari del nucleo di polizia economico-finanziaria di Foggia hanno rinvenuto nello stabilimento abusivo anche le etichette recanti un marchio di fantasia e la composizione da olive coratine, capaci di ingenerare nel consumatore la convinzione di acquistare un prodotto di alta qualità proveniente dalla molitura di olive pugliesi.
"Riconosciamo l'impegno consistente nella lotta alla contraffazione. I furbetti o i truffatori veri e propri - che utilizzano sistemi sempre più sofisticati - danneggiano l'economia sana e infangano l'immagine stessa di un prodotto simbolo del Made in Italy e di un settore che sta attraversando una forte crisi in tutta la Puglia, dal Gargano al Salento, per le gelate che hanno decimato la produzione e per la Xylella che avanza inesorabilmente. Combattere ogni forma di concorrenza sleale, tutelare la salute dei consumatori e i produttori onesti rappresentano i cardini di una battaglia che non ammette tregua né défaillance - afferma il direttore provinciale CIA Capitanata Nicola Cantatore - All'apertura del tavolo di filiera al Mipaaft abbiamo chiesto di premiare la filiera agricola che si impegna nella produzione e commercializzazione dell’extravergine italiano di qualità, facendo arrivare al cittadino-consumatore un prodotto sicuro e garantito, di inasprire le pene per chi commette frodi, controlli nei frantoi, sugli scaffali e alle dogane".
CIA Puglia è impegnata su tutto il territorio regionale in una capillare campagna di informazione e sensibilizzazione a difesa del vero Made in Italy. Da ormai tre anni lo slogan "Agricoltura Italiana 100%" invita al consumo critico, riconoscendo il valore dei prodotti di Puglia e acquistando al giusto prezzo. Nello specifico, sull'olio a Castellaneta (TA), fino al 19 marzo, CIA Due Mari insieme ad Apol e Italia Olivicola ha organizzato un Corso di Formazione per Aspiranti Assaggiatori d'Oliva Vergini. "Il nostro è un impegno costante - afferma il presidente CIA Puglia Raffaele Carrabba - Imparare a riconoscere un buon olio, le caratteristiche qualitative e organolettiche significa esaltarne le proprietà, valorizzarlo. Indipendentemente dagli aspetti tecnici, il nostro sforzo è finalizzato a trasferire gli stessi principi al cittadino-consumatore, affinché i loro acquisti siano consapevoli. Siamo particolarmente soddisfatti che molti giovani si avvicinino a questo mondo, è proprio questo target che vogliamo raggiungere perché siamo convinti possa portare nuova linfa al settore e a tutto il comparto primario".

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

morteMario Marenco, attore, designer, architetto ed umorista italiano nato a Foggia, 85 anni fa, è morto a Roma al Policlinico Gemelli, dove era ricoverato da tempo. È stato autore e protagonista di vari programmi televisivi, in compagnia di Renzo Arbore e Gianni Boncompagni, come ad esempio, Indietro tutta, Quelli della notte e molti altri. 
Ha creato e interpretato personaggi come il colonnello Buttiglione, la Sgarambona, Riccardino, l'astronauta spagnolo Raimundo Navarro, il dottor Anemo Carlone, il professor Aristogitone, Verzo, Ida Lo Nigro, il poeta Marius Marenco e molti altri. 

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

orsaraL’ultima nata è “SaporIntenzo” che produce e trasforma realizzando la filiera corta

ORSARA DI PUGLIA. Imprese agricole, aziende agroalimentari di trasformazione, ristoratori: a Orsara di Puglia, la rete della biodiversità e della valorizzazione dei prodotti tipici che coniugano tradizione e innovazione si è arricchita, nell’ultimo anno, con una nuova realtà. “Salutiamo con soddisfazione il consolidamento di una nuova attività, quella dell’azienda SaporIntenzo”, ha dichiarato il sindaco di Orsara di Puglia, Tommaso Lecce. “Negli ultimi mesi, questa nuova impresa si è data da fare anche in un importante lavoro di promozione, portando le nostre tipicità e materiale informativo sul patrimonio culturale del paese alla Fiera di San Nicola di Bari, negli affollati mercatini natalizi di Candela, Deliceto e Orsara di Puglia”, ha aggiunto il primo cittadino. L’azienda SaporIntenzo - guidata da Luca Intenzo che ne è il titolare e coordina il lavoro di un piccolo gruppo fatto di tecnici, operai e addetti alla commercializzazione - è il frutto di un progetto che unisce l’esperienza alla volontà innovativa dei giovani. Si occupa di realizzare al 100 per cento la filiera corta della coltivazione, raccolta e trasformazione di frutta, ortaggi, legumi, con la produzione di confetture, conserve salate, succhi di frutta e passata di pomodoro.
“Con le ultime due amministrazioni comunali, abbiamo intensificato un lavoro di sostegno, valorizzazione e promozione di quello che è il nostro primo motore occupazionale e di sviluppo: l’agricoltura”, ha spiegato Tommaso Lecce. “L’ultima nata è un’impresa che opera in un contesto, quello orsarese, dove dal 2000 ad oggi sono sorte e si sono consolidate importanti realtà imprenditoriali del settore agroalimentare, alcune delle quali nel segno dell’aggregazione e della cooperazione che mette insieme piccoli e grandi produttori. Con l’arrivo della primavera, come accade ormai da oltre 20 anni, prenderà il via il calendario delle manifestazioni che periodicamente dedichiamo proprio a questa nostra vocazione agroalimentare”. Dalla Sagra dell’Asparago alla Festa del Vino, con la Galleria Enogastronomica Orsarese, in ogni evento il “paese dell’Orsa” mette in evidenza il proprio paniere di tipicità, potendo contare anche su un buon numero di ristoratori e una eccellente qualità di quanto viene proposto a tavola per la gioia di visitatori, turisti e viaggiatori. Il paniere delle tipicità orsaresi comprende pane, olio, conserve, ortaggi, pasta fresca, vino, miele, formaggi, pane e salumi. Proprio per questa sua vocazione, Orsara di Puglia dal 2007 è promossa all’interno del circuito d’eccellenza delle Città Slow, mentre dal 2010 si fregia della Bandiera Arancione del Touring Club Italiano.

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)