Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Traduzione

Chi c'è online

Abbiamo 279 visitatori e nessun utente online

Attualità

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

streetcontrol

Il Comandante della Polizia Locale, Magg. Dott. Ciro Sacco, ha informato il Sindaco avv. Francesco Miglio e l’Assessore alla Polizia Locale e Sicurezza Michele Del Sordo, sulle risultanze emerse con l’adozione del nuovo sistema di controllo dei veicoli “Street Control” che a novembre vedrà partire la sua seconda fase.

La Polizia Locale di San Severo è ormai da circa un anno che ha adottato il nuovo sistema di controllo dei veicoli denominato “Street Control”. Il sistema ha come scopo principale quello di verificare la copertura assicurativa e la revisione dei veicoli ed ad oggi ha dato eccellenti risultati, tanto da aver consentito la contestazione di n. 69 verbali per mancanza di copertura assicurativa e di n. 242 verbale per mancata revisione.
Altra importante funzione dello “Street Control” è quella di fornire un ausilio agli Operatori di Polizia Municipale, per l’accertamento delle violazioni riguardanti la sosta dei veicoli. Infatti in questo ambito il sistema funge da taccuino elettronico per il controllo che gli Operatori eseguono personalmente e documenta la sosta vietata attraverso una foto di contesto ed una foto del particolare della targa del veicoli oggetto dell’accertamento. Fino ad ora il sistema è stato impiegato soprattutto lungo le strade del centro Città e lungo quelle dove il fenomeno delle soste selvagge è maggiormente presente. L’esito dei controlli ha portato ad un aumento del rispetto delle norme sulla sosta. Dal prossimo mese di Novembre sarà attuata la seconda fase dell’utilizzo dello Street Control.
A tale scopo, la Città di San Severo è stata divisa in 5 zone denominate A, B, C, D ed E, ciascuna delle quali comprende tutte le strade racchiuse all’interno del perimetro generato dalle seguenti strade:
Zona A: via Michele Zannotti, via Teresa Masselli, p.zza Padre Pio, p.zza Cavallotti, vai Fortore, via Padre Matteo D’Agnone, via Giovanni Gentile, via Mario Carli, via Apricena, via Alfieri, via Gargliano, Piazzale San Bernardino, via San Marco Evangelista.
Zona B: via Anulare Sportivo, via Pietro Nenni, via Napoli, via Campobasso, via San Rocco, via B. Longo, via Lucera, c.so Leone Mucci, viale Checchia Rispoli, Strada Comunale Leccese, via Pennise Cisterne, via L. Calabresi.
Zona C: via Fortore, via Padre Matteo D’Agnone, vai L. Einaudi, via Muccioli, via Carmicelli, p.zza Schingo, p.zza Cavalieri Vittorio Veneto, via Morandi, via Giulio Cesare, via A. De Palma, via Abate Don Eugenio De Palma, via Cantatore, viale Checchia Rispoli, .cso Leone Mucci, vai Don Felice Canelli, vai Matteo Tondi, p.zza Nicola Tondi, c.so Gramsci.
Zona D: via Don Felice Canelli, via Alessandro Minuziano, via T. Solis, p.zza Incoronazione, viale Matteotti, p.zza della Costituzione, via Menabrea, c.so G. di Vittorio, via Marconi, via Vecchia Foggia, p.zza Immacolata, via Soccorso, via Gisti, via Silvio Pellico, via Conte Rosso, via Gabriele D’Annunzio, via Cesare Battisti, via G. D’Annunzio, via G. B. Vico, via Croce Santa, via Calipso, via Lucera.
Zona E: p.zza Padre Pio, p.zza Cavallotti, c.so Gramsci, p.zza Tondi, via M. Tondi, via A. Minuziano, via T. Solis, p.zza Incoronazione, viale Matteotti, p.zza Della Costituzione, viale Due Giugno, via Zannotti, via T. Masselli.
Il sistema sarà impiegato quotidianamente e la relativa programmazione settimanale, recante l’indicazione delle zone che saranno controllate giorno per giorno, verrà pubblicata sul sito del Comune di San Severo. Negli stessi giorni, il controllo delle soste sarà alternato a posti di controllo dei veicoli nei punti più sensibili della Città. Questa attività ha come fine quello di migliorare il rispetto delle norme sulla sosta all’interno di tutto il territorio Comunale, si nelle aree centrali che in quelle più periferiche. Per il raggiungimento di questo obbiettivo è comunque fondamentale la collaborazione di tutti gli utenti, i quali sono invitati a parcheggiare correttamente le loro autovetture per non incorrere nelle sanzioni previste dalle violazioni che verranno accertate con l’ausilio del sistema Street Control. IL COMANDANTE Magg. Ciro dott. SACCO

Il Portavoce
Michele Princigallo

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

ciaLunedì 29 ottobre convegno a Foggia nell'auditorium della Camera di Commercio
Al confronto, assieme alla parte datoriale, parteciperanno Inps, Inail e Ispettorato
Sarà consegnato un documento alla politica con le proposte in tema di lavoro

Delineare un nuovo patto sociale del welfare agricolo e lanciare un'operazione verità sui temi, talvolta spinosi, della legalità e della sicurezza in agricoltura: è quanto si ripropone CIA Capitanata in un convegno in programma lunedì 29 ottobre, alle 17, nell'auditorium della Camera di Commercio di Foggia (via Michele Protano, 7). L'evento nasce sulla scorta delle pressanti richieste di chiarezza formulate dalle imprese del territorio e dalla volontà di mettere ordine in una materia sempre più complessa.
"Sul lavoro, ultimamente, stiamo registrando una serie di contraddizioni e posizioni che andrebbero invece discusse partendo da alcune criticità, quali ad esempio il costo legato agli oneri sociali e una serie di appesantimenti burocratici - spiega il presidente provinciale CIA Capitanata Michele Ferrandino presentando gli argomenti che saranno discussi - Dobbiamo guardare alla realtà in cui sono immerse le nostre aziende senza ipocrisie. Intendiamo aprire un tavolo di confronto che parta necessariamente dal territorio per poi svilupparsi a livello nazionale, dove discutere con enti di previdenza, parti datoriali e sindacali. Non si può ridurre il dibattito al solo fenomeno del caporalato. Abbiamo invitato, in maniera trasversale, la politica, coinvolta nei processi decisionali. Consegneremo ai suoi rappresentanti un documento, redatto con il fattivo contributo della base, incontrando gli agricoltori. Siamo convinti che le proposte avanzate possano rappresentare un concreto segnale di svolta".
Il corposo documento che sarà consegnato ai politici affronta una serie di punti a partire dalla necessità di rivedere il costo del lavoro, oggi il più alto della media europea, e ribadisce la necessità di procedere ad una rivisitazione della legge n. 199/2006 contro il caporalato, che non può trattare con lo stesso rigore punitivo chi sfrutta i lavoratori e li sottopone a trattamenti degradanti e disumani e chi assume e assicura regolarmente i propri dipendenti ma occasionalmente incorre in mere violazioni amministrative. Si affrontano nel testo anche le criticità relative al decreto legislativo n. 81 in materia di sicurezza e salute nei luoghi di lavoro: CIA-Agricoltori Italiani, tra le altre cose, chiede che il certificato medico, oggi peraltro a carico delle imprese, venga rilasciato dal medico di famiglia, attuando una sorta di “libretto medico del lavoratore".
Parti datoriali, sindacali, politica ed enti di previdenza illustreranno lo stato dell'arte nell'ambito della manifestazione dal titolo "Legalità e sicurezza in agricoltura: le proposte di CIA Capitanata". A fare gli onori di casa sarà il presidente della Camera di Commercio, Fabio Porreca. Introdurrà i lavori il presidente CIA Capitanata Michele Ferrandino. Interverranno Danilo De Lellis, responsabile nazionale Ufficio Lavoro CIA-Agricoltori Italiani; Antonio Balzano, direttore provinciale INPS Foggia; Antonella Di Modugno, Capo dell'Ispettorato Territoriale del Lavoro di Foggia; Michele Lorenzelli, direttore territoriale INAIL di Foggia; Nicola Cantatore, direttore provinciale CIA Capitanata, Raffaele Carrabba, presidente regionale CIA Agricoltori Italiani Puglia; Leonardo Di Gioia, Coordinatore nazionale della Commissione Agricoltura della Conferenza delle Regioni. Parteciperanno il deputato PD Michele Bordo, la consigliera regionale M5S Rosa Barone, l'ex componente della Commissione Agricoltura della Camera Colomba Mongiello, il vicepresidente del Consiglio regionale Giandiego Gatta (Forza Italia) e il segretario cittadino della Lega Gianfranco Fariello.

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)


italianincomuneIl 21 settembre Italia in Comune Foggia convocò una conferenza stampa davanti ai cancelli della scuola elementare San Lorenzo per comunicare alla stampa e ai genitori quello che i consiglieri comunali Vincenzo Rizzi e Marcello Sciagura avevano raccolto in merito alla reale situazione dell’impianto di riscaldamento della scuola stessa.

I genitori vista la natura del danno, appreso dell'importo necessario al ripristino dell'impianto di riscaldamento, del fatto che non era stato aperto nessun capitolo di spesa a riguardo e non era stata, di conseguenza, avviata alcuna procedura per la realizzazione del bando per l'esecuzione dei lavori, decisero, il 27 settembre, di presentare, una richiesta di incontro con il sindaco Landella. Ad oggi l’unica risposta ricevuta in merito alla richiesta fatta è stata una pec, inviata alla scuola dall’area tecnica del Comune in data 10 ottobre con la quale informava: “si è in attesa di riscontro sui fondi da reperire per l’intervento dal nostro Servizio Finanziario, lavori che saranno realizzati in tempi rapidi dopo che il servizio ha provveduto alla quantificazione della spesa occorrente, nelle more della imputazione della stessa al Bilancio comunale (Servizio Finanziario)”.

Il silenzio del Sindaco alla richiesta d’incontro pervenutagli dai genitori della San Lorenzo, fa presagire che anche per quest’anno i bambini e i docenti dovranno combattere con il freddo in aule prive di riscaldamento.

Italia in Comune

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

bonificaSVERSAMENTO LIQUAMI NEI VALLONI DI MACCHIA, L’AMMINISTRAZIONE D’ARIENZO INTERVENGA, E ANCHE SUBITO, SU ACQUEDOTTO PUGLIESE!
Tempo fa, numerosi cittadini della Frazione Macchia hanno denunciato pubblicamente lo sversamento di liquami dai depuratori di Monte Sant’Angelo nei Valloni che attraversano Macchia, con conseguenze prevedibilmente nefaste per i terreni, le persone e l’ambiente in genere. Sono passati mesi da allora e, nonostante l’Amministrazione Comunale di Monte Sant’Angelo sia stata chiamata ad intervenire obbligando Acquedotto Pugliese a trovare una soluzione a questa situazione, nulla è cambiato. Lo sversamento di liquami si verifica soprattutto durante i giorni di pioggia, quando evidentemente le vasche dei depuratori traboccano per l’eccessiva presenza di liquami in genere e di acqua piovana; grave, invece, sarebbe se lo sversamento è voluto, cioè se sia Acquedotto Pugliese ad autorizzare l’apertura delle paratie durante le piogge, pensando che nessuno possa accorgersi di quanto accade.
Forza Italia invita il Sindaco, quale Autorità Sanitaria Locale, a richiamare AQP per trovare entro subito una soluzione al problema che può avere conseguenze serie sulla salute dei cittadini.

Forza Italia  Monte Sant’Angelo

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

asili copiaSarà inaugurato giovedì 11 ottobre ed entrerà subito in funzione
Struttura all’avanguardia con mensa e tempo prolungato

VICO DEL GARGANO A Vico del Gargano, finalmente, aprirà i battenti il primo asilo nido. Sarà inaugurato giovedì 11 ottobre, alle ore 10.30, in via della Salandra. “Sarà una giornata storica per Vico del Gargano”, dichiara la vicesindaco Tiziana Casavecchia, assessore alle Politiche Sociali e alle Pari Opportunità. “La struttura, che accoglierà 30 bambini compresi nella fascia d’età che va dai 3 ai 36 mesi, è dotata di mensa e opererà per l’intera giornata: per le mamme lavoratrici, il tempo prolungato è una cosa davvero importante”, ha aggiunto Casavecchia. La realizzazione e gestione dell’asilo sono frutto di fondi PAC, con le risorse necessarie assicurate attraverso il Piano Socio Sanitario di Zona. “La cura, l’educazione e la felicità dei più piccoli sono una priorità”, ha dichiarato il sindaco Michele Sementino. “Questa è una gran bella notizia per tante famiglie, perché nella vita di un nucleo familiare la gestione dei bambini, di quelli più piccoli soprattutto, è centrale e influisce sulla qualità della vita di grandi e piccini”. Assieme all’omologa struttura di Vieste, anch’essa realizzata nell’ambito del Piano Sociale di Zona, l’asilo nido di Vico del Gargano è l’unico del comprensorio. Il nido sarà attivo già da giovedì 11 ottobre. Al suo interno, tutte le attrezzature sono tra le migliori e le più moderne. I locali sono ampi, colorati e pienamente rispondenti alle norme per la sicurezza, l’igiene e le funzionalità richieste dal piano educativo. “La scuola, le necessità di bambini e ragazzi vichesi, così come il progressivo miglioramento della qualità della vita delle famiglie sono una priorità di questa amministrazione comunale. Le cose da fare sono ancora molte e noi intendiamo raggiungere nuovi obiettivi, anno dopo anno, per consolidare e migliorare le strutture a disposizione di Vico del Gargano”, hanno detto l’assessore Casavecchia e il sindaco Sementino. Dopo l’apertura dell’asilo nido, il 15 ottobre comincerà anche il servizio mensa scolastica per le scuole materne e elementari. Dal 15 ottobre 2018 al 31 maggio 2019, oltre 300 alunni delle scuole materne ed elementari vichesi potranno fruire della mensa scolastica. E’ quanto deliberato dal Comune di Vico del Gargano. Il servizio è stato esteso temporalmente, poiché sarà attivo per un arco di tempo più lungo rispetto a quanto avvenuto nel recente passato. In questo modo, si viene incontro alle istanze e alle esigenze più volte espresse dalle famiglie vichesi. La mensa scolastica è un servizio importante, di cui possono fruire tanti alunni, con un beneficio di rilievo per moltissime famiglie di Vico del Gargano. Negli anni scorsi, mamme e papà avevano espresso più volte la necessità di iniziare prima l’erogazione del servizio e, più in generale, la necessità che la mensa fosse attiva per un periodo più ampio dell’anno scolastico.

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)