Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Chi c'è online

Abbiamo 239 visitatori e nessun utente online

Attualità

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

alberoAVVIATA LA PIANTUMAZIONE DI ALBERI IN DIVERSE ZONE DELLA CITTÀ
Lasalvia: “L’attività di questi giorni è finalizzata a rendere la nostra città più bella e green.”
Dagnelli: “Piantare alberi significa donare nuova vita alla nostra città”
Sono partite ieri mattina le attività di piantumazione di 41 nuovi alberi che arricchiranno il patrimonio arboreo della città.
I lavori hanno avuto inizio in Via San Lorenzo, alla presenza dell’assessore all’Ambiente Michele Lasalvia e dell’assessore alle Pari Opportunità Domenico Dagnelli, con la piantumazione dei primi alberi, querce e mirabolano nero. Si tratta di arbusti particolarmente adatti agli ambienti cittadini e che non producono effetti negativi per chi soffre di allergia o per il manto stradale.
“Gli alberi sono fondamentali nel tessuto urbano di una città, per questo è importante consolidare ed arricchire il patrimonio arboreo di Cerignola così da renderla più bella, più accogliente e, soprattutto, più green”, afferma l’assessore Michele Lasalvia.
“Ricordo l’impegno preso con i più piccoli, con le scuole e le associazioni durante la Giornata Nazionale dell’Albero: piantare alberi, per donare nuova vita a strade, vie e parchi”, aggiunge l’assessore alle Pari Opportunità Domenico Dagnelli.
I lavori proseguiranno durante la settimana secondo un calendario già stabilito, nelle seguenti vie:
- via Monviso
- via Adamello
- via Calore
- viale Giuseppe Divittorio
- viale di Levante
- viale San Antonio
- via Tagliamento
- via Trinitapoli

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

sindaco foggiaSopralluogo all’ex distretto militare della sindaca Episcopo e degli assessori Galasso ed Emanuele

“Restituiremo questo spazio alla città. E sarà un ulteriore tassello per consolidare la filiera della cultura e dello studio, elementi fondamentali per la crescita della nostra comunità”. La sindaca di Foggia, Maria Aida Episcopo, accompagnata dagli assessori Giuseppe Galasso e Davide Emanuele, ha effettuato un’ispezione al fabbricato dell’ex Distretto Militare per valutare lo stato del complesso destinatario di un intervento di rigenerazione.
Il comprensorio dell’ex distretto militare, ubicato tra le vie Lucera e Pasquale Fuiani, con accesso da quest’ultima, insiste su un’area di oltre 14.000 mq di cui circa il 50% a verde con presenza di numerose alberature di alto fusto ed il restante edificato con un manufatto pluripiano a pianta quadrangolare caratterizzata da due cortili interni.
“Abbiamo visitato ciò che resta di una metratura importante, una struttura imponente che, purtroppo, è diventato nel tempo un simbolo di illegalità e degrado. Il nostro impegno è quello di restituirlo alla comunità, valorizzandolo e riqualificando al contempo anche l’area circostante. Un’azione mirata ad alimentare e consolidare la filiera della cultura e dello studio a vantaggio delle fasce giovanili della nostra città”
Questo comprensorio, interessato durante la gestione Commissariale da un imponente operazione di sgombro da occupazioni improprie, è già destinatario di un finanziamento di circa 7 milioni di euro nell’ambito del Programma CIS Capitanata finalizzato a realizzare un Polo Museale Giordaniano, le cui attività di progettazione e futura esecuzione dei lavori saranno gestite da INVITALIA.
In questo contesto, e in continuità alle attività già avviate dai precedenti Commissari, l’amministrazione Episcopo sta proseguendo le interlocuzioni con Regione Puglia e Adisu Puglia finalizzate a completare la riqualificazione e rifunzionalizzazione dell’intero ex comprensorio militare, allocando nella restante parte dell’edificio escluso dal CIS Capitanata, una Residenza Universitaria intitolata a Umberto Giordano (gestita da Adisu, ndr) da finanziare con risorse regionali FSC - Fondi Sviluppo e Coesione.
A tal fine, sono in corso di redazione – grazie a interlocuzioni tra il Gruppo di Progettazione incaricato da INVITALIA, Adisu e Asset - un documento di inquadramento generale e un documento di indirizzo alla progettazione per i successivi sviluppi progettuali e un protocollo d’intesa, anch’esso in corso di redazione, che fisserà gli accordi Comune/Regione sui successivi step procedimentali.
“La rinascita della città di Foggia – spiega l’assessore all’Urbanistica e ai Lavori Pubblici, Giuseppe Galasso - passa dalla rigenerazione urbana di spazi e strutture che possono essere recuperati, riqualificati e rifunzionalizzati restituendoli ai cittadini con funzioni nuove e ben pensate”
“Il nostro impegno – conclude l’assessore al Bilancio, Davide Emanuele - è utilizzare al meglio le risorse che abbiamo a disposizione. Nello specifico, questa struttura rivedrà la luce grazie al CIS di Capitanata. Sarà nostra cura utilizzare al meglio questi fondi e intercettarne altri per ripensare e riammodernare la nostra città”

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

differenziata“COMUNI RICICLONI 2023”, RACCOLTA DIFFERENZIATA AUMENTATA DEL 15,1%
Bonito: “Un risultato che ci sprona a continuare nel solco dell’educazione e di nuovi standard per il servizio offerto” È stato diffuso in questi giorni il tradizionale rapporto di Legambiente Puglia “Comuni Ricicloni” edizione del 2023 su dati del 2022.
Tra i Comuni virtuosi della Capitanata, anche Cerignola consegue un risultato positivo con una percentuale di raccolta differenziata che si attesta al 69,7%, con un incremento rispetto all’anno 2022 pari al 15,1%.
“E’ un dato molto incoraggiante, non è il nostro obiettivo ultimo”, commenta il sindaco Francesco Bonito. “È certamente il risultato del lavoro che l’Amministrazione comunale tutta sta mettendo in campo, soprattutto per quanto riguarda l’educazione ai temi del riciclo e del rispetto dell’ambiente, e dell’impegno della gran parte della comunità cerignolana, che ringrazio.
Di strada da fare ce n’è, a partire dall’innalzamento della qualità del servizio offerto ai cittadini e dall’intensificazione delle attività formative ed educative, senza dimenticare un più efficace sanzionamento di chi ancora oggi rifiuta regole basilari del vivere insieme”.

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

comune cerignolaIL COMUNE VUOLE ASSUMERE 6 UNITÀ CON I FONDI DEL PNRR
Dibisceglia: “Assunzioni necessarie per fornire servizi celeri e di qualità, provvedimento fortemente voluto nell’ultima giunta” Il Comune di Cerignola manifesta alla Presidenza del Consiglio dei Ministri l’interesse ad assumere 6 unità a tempo indeterminato utilizzato i fondi del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza.
È questo l’oggetto della delibera approvata questa mattina dalla Giunta su proposta dell’assessora al Personale Maria Dibisceglia: “È un’occasione unica per continuare a migliorare i servizi offerti alla nostra comunità, puntando su figure con abilità e competenze che oggi servono al raggiungimento degli obiettivi del PNRR e per il futuro della nostra macchina amministrativa.”
Le figure ricercate dal Comune di Cerignola saranno:
- n. 2 unità profilo professionale Funzionario amministrativo;
- n. 2 unità profilo professionale Funzionario contabile;
- n. 2 unità profilo professionale Funzionario tecnico;
A bandire il concorso pubblico sarà la Presidenza del Consiglio, utilizzando i fondi europei per il rafforzamento delle Politiche di Coesione.
La selezione sarà effettuata attraverso il portale unico per il reclutamento del personale della Pubblica Amministrazione, Inpa.
Si invitano, quindi, gli interessati ad effettuare la registrazione sul portale (https://www.inpa.gov.it/), caricando ogni documento e/o informazione utile alla futura selezione.

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

sindacoLa accogliamo oggi, Eccellenza, con l’ammirazione che merita una persona come Lei che ha scelto l’altro più fragile come fratello, amico, la parte più bella e profonda di sé. Testimoniando con la sua fede e la sua opera l’aderenza al Messaggio lanciato da Papa Francesco in occasione della Terza Giornata dei Poveri celebrata nel 2019:

“I poveri si avvicinano a noi anche perché stiamo distribuendo loro il cibo, ma ciò di cui hanno veramente bisogno va oltre il piatto caldo o il panino che offriamo. I poveri hanno bisogno delle nostre mani per essere risollevati, dei nostri cuori per sentire di nuovo il calore dell’affetto, della nostra presenza per superare la solitudine. Hanno bisogno di amore, semplicemente. A volte basta poco per restituire speranza: basta fermarsi, sorridere, ascoltare. Per un giorno lasciamo in disparte le statistiche; i poveri non sono numeri a cui appellarsi per vantare opere e progetti. Sono persone a cui andare incontro: sono giovani e anziani soli da invitare a casa per condividere il pasto; uomini, donne e bambini che attendono una parola amica. I poveri ci salvano perché ci permettono di incontrare il volto di Gesù Cristo”.
Lei ha scelto di essergli accanto, di camminare insieme all’altro; di combattere l’emarginazione, i pregiudizi, le discriminazioni con il coraggio della preghiera e la forza della fede; l’impegno quotidiano silenzioso e meraviglioso. E gliene siamo profondamente e sinceramente grati.
La accogliamo, dopo aver salutato mons. Vincenzo Pelvi che è stato imprescindibile riferimento nei suoi anni di servizio amorevole e intenso, come nostra guida spirituale nel viaggio nella sua nuova missione, Foggia: una comunità che lei amerà nell’anima solidale, generosa, operosa; che sosterrà nelle difficoltà; che capirà nelle sue contraddizioni e aiuterà a curare nelle sue ferite. Una comunità che ha già saputo rialzarsi e ritrovarsi dopo momenti terribili, e che saprà ascoltare le sue parole illuminate e dettate dal cuore, fare tesoro della sua testimonianza così profonda e vissuta, seguire il suo esempio, farsi contagiare e consegnarsi alla sua umanità.
La seguiremo passo dopo passo, con entusiasmo e curiosità, offrendole la massima collaborazione e sapendo di poter contare sul suo indispensabile aiuto. Ci uniranno l’attenzione per gli ultimi, per i nostri fratelli e le nostre sorelle scivolate ai margini della società, gli sforzi per garantire dignità e diritti negati; la luce della salvezza e del riscatto da cercare e trovare nel buio della violenza, dell’indifferenza, del degrado, dell’egoismo; la volontà di non lasciare nessuno indietro.
La sua appartenenza alla Fraternità missionaria di Sant’Egidio e l’esperienza esaltante che ha vissuto in Mozambico rappresentano un bagaglio prezioso nella direzione indicata anche dal Santo Padre Francesco: una Chiesa ancora più vicina alle persone, ai loro problemi e disagi, alle loro speranze. Una Chiesa di frontiera in una realtà complessa, dalle tante sfumature, che merita di più, molto di più, di quello che ha ricevuto negli ultimi anni.
Il mio saluto è quindi quello della città tutta, delle istituzioni e delle organizzazioni sindacali e datoriali, delle associazioni e delle centinaia di volontari e operatori del Terzo settore che sono ogni giorno e ogni notte accanto a chi ha bisogno; dei commercianti, dei lavoratori e di chi il lavoro lo ha perso o lo cerca; degli anziani soli e fragili, dei ragazzi intrappolati in un continuo presente, delle donne calpestate, dei nostri fratelli immigrati: una famiglia allargata che da oggi è la sua famiglia, Eccellenza.
Una famiglia che non ha paura del diverso, ma che lo abbraccia, lo sostiene, lo protegge.
Una famiglia che sventola la bandiera della pace.
Una famiglia che pregherà con lei e per lei, con devozione e con amore.
Benvenuto a Foggia, Eccellenza.

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)