Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Traduzione

Chi c'è online

Abbiamo 211 visitatori e nessun utente online

Attualità

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

logoPDServizi comunali. "Tutelare i lavoratori di Adriatica servizi e CTM, mettere al riparo i cittadini dai disservizi. Il Consiglio comunale sia coinvolto pienamente"

"I lavoratori di Adriatica servizi e CTM vanno tutelati, così come i cittadini devono essere messi al riparo da disservizi e inefficienze. Per ottenere entrambi i risultati è necessario uno sforzo corale e unitario delle istituzioni cittadine e territoriali, per questo chiediamo che sia convocata al più presto una riunione monotematica del Consiglio comunale aperta al contributo dei soggetti sociali disponibili ad offrire contributi propositivi".
È quanto affermano i consiglieri comunali del gruppo del Partito Democratico di Foggia - Pasquale Dell'Aquila, Lia Azzarone e Francesco De Vito - rivolgendosi pubblicamente e direttamente al presidente dell'Assemblea cittadina, affinché "si impegni a garantire ai consiglieri comunali, di maggioranza e minoranza, l'opportunità di svolgere la propria funzione al servizio della comunità foggiana in un frangente così complesso".
"Senza entrare minimamente nel merito delle procedure e nelle decisioni assunte dalla Prefettura di Foggia, è necessario che anche il Consiglio comunale sia protagonista di questa delicata fase attesa l'importanza strategica dei servizi comunitari svolti dalle società raggiunte dall'interdittiva antimafia.
La gestione dei tribuiti e dei servizi cimiteriali riguarda praticamente l'intera comunità foggiana e non si possono consentire o tollerare né il minimo vuoto operativo nè criteri selettivi dei nuovi gestori meno che rigorosi.
Anche per queste ragioni è fondamentale non disperdere e valorizzare ulteriormente il patrimonio di competenze acquisito da chi ha svolto quotidianamente le attività al servizio dei cittadini, meritando la nostra solidarietà e il nostro sostegno.
Per ottenere questi risultati, il Consiglio comunale non può essere ridotto a mero spettatore o passacarte della Giunta. Pur nel rispetto delle competenze istituzionali - concludono i consiglieri comunali del Partito Democratico - deve esserci garantita la partecipazione attiva all'individuazione dei percorsi da intraprendere per scongiurare i licenziamenti dei dipedenti delle società e migliorare l'efficienza e l'efficacia dei servizi cimiteriali e di gestione dei tributi".

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

ciaIncontri e workshop sulla filiera coinvolgeranno 200 imprenditori e 11 città
La presentazione del progetto CIA a Putignano il 24 settembre 2019
Da Foggia a Ostuni, streaming a Lucera, Minervino, Santeramo e Castellaneta

Un convegno di presentazione, una conferenza e quattro workshop in tutta la Puglia, con il coinvolgimento complessivo di circa 200 imprenditori e di 11 città in tutta la regione: sono questi i numeri di “SI Zootecnia”, progetto di CIA Agricoltori Italiani della Puglia che prenderà il via martedì 24 settembre 2019, alle ore 9, nella sala consiliare del Comune di Putignano, in via Roma 8. Il progetto, al quale collabora la Facoltà di Agraria dell’Università degli Studi di Foggia, è sostenuto dal Dipartimento Agricoltura, Sviluppo Rurale e Ambiente della Regione Puglia nell’ambito del PSR 2014-2020, Misura 1 “Trasferimento di conoscenze e azioni di formazione”, Sottomisura 1.2 “Sostegno ad attività dimostrative e azioni di informazione”. “SI Zootecnia” è l’acronimo che indica Sostenibilità e Innovazione come cardini dello sviluppo di tutto il settore zootecnico pugliese. L’incontro di presentazione sarà incentrato su un tema importante: “Quadro normativo e modalità del fare aggregazione, incentivi previsti dai fondi comunitari, migliori esperienze, la filiera”. All’appuntamento inaugurale del progetto, dopo i saluti del sindaco di Putignano Luciana Laera, sono previsti gli interventi di Danilo Lolatte, direttore regionale di CIA Agricoltori Italiani della Puglia e di Manlio Livio Cassandro, agronomo e amministratore dello Studio Cassandro che coordinerà i lavori. Relatori dell’incontro saranno i docenti universitari Milena Senigaglia, Marzia Albenzio e Mariangela Caroprese. Il convegno sarà trasmesso e seguito in diretta streaming a Lucera (sede CIA di via Washington 69), Minervino Murge (Cooperativa San Michele, strada provinciale 230), Martina Franca (sede CIA di via Toniolo 4/11), Ostuni (sede CIA, via Ravenna 34), Giuggianello (Sede Cia, Via Del Mare 11).
DA FOGGIA A OSTUNI. Il secondo incontro sul progetto si terrà il 10 ottobre a Foggia, Dipartimento di Scienze Agrarie dell’Università, evento collegato in streaming con Santeramo in Colle, Minervino Murge, Castellaneta, Ostuni e Giuggianello. Il 7 novembre, invece, sarà la sede CIA di Monte Sant’Angelo a ospitare il primo workshop incentrato su “Le nuove tecniche di allevamento: sistemi di trasporto e macellazione”. Il secondo workshop è in programma il 14 novembre ad Alberobello. A Ostuni, il 21 novembre, terzo appuntamento con i workshop del progetto “Si Zootecnia”. Quarto e ultimo workshop a Martina Franca il 28 novembre. Ci si può iscrivere online compilando un semplice modulo di adesione: http://www.123formbuilder.com/form-5040554/modulo-iscrizione-si-zootecnia.
LA ZOOTECNIA IN PUGLIA. In Puglia, il settore zootecnico presenta punte d’eccellenza con grandi allevamenti, aziende che producono e danno lavoro in tutte le province. Nel Barese e nella BAT è localizzata la maggior parte delle unità allevatrici di bovini, equini e imprese d’allevamento avicole. La provincia di Foggia è attiva nel settore con un’alta concentrazione di allevamenti bufalini, suini, ovini e caprini. Il settore zootecnico presenta numeri rilevanti anche nel Brindisino, in provincia di Taranto e nel Leccese. La zootecnia, nella sua interezza, presenta dinamiche comuni in tutta la Puglia per quanto attiene sia ai punti di forza che di debolezza. La ridotta dimensione economica media delle imprese denota una ancora insufficiente propensione ad aggregarsi, unire le forze, acquisire il potere contrattuale e le risorse necessarie a imporsi con più forza sul mercato. Si tratta di problematiche che incidono negativamente sulla redditività dei prodotti primari, primo anello della filiera. Di qui, la necessità di favorire le aggregazioni attraverso un progetto che mostra il percorso, le modalità e i vantaggi di sviluppare sinergie, consorzi, strumenti utili a potenziare e differenziare competenze e risorse strumentali e professionali per essere vincenti sul mercato nazionale e internazionale.

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

transumanzaCome da calendario precedentemente annunciato l’Assessore Felice Carrabba, che segue la delega all’Agricoltura, presso gli uffici del predetto Assessorato in via Martiri di Cefalonia ha tenuto il secondo Tavolo Tecnico incentrato su due importanti argomenti: il contrasto al fenomeno del furto nelle campagne e la commercializzazione dei prodotti agroalimentari locali e dei paesi del bacino territoriale che hanno aderito all’iniziativa. 

All’incontro erano presenti: dott. Claudio Spadaro, Dirigente Commissariato Polizia di Stato di San Severo; Magg. Ivano Bigica, Comandante Compagnia dei Carabinieri di San Severo; Mar.llo Vincenzo Spina, Guardia di Finanza di San Severo; Magg. Ciro Sacco, Comandante Polizia Locale di San Severo; Ass. all’Agricoltura del Comune di Apricena Giuseppe Solimando; Consigliere Primiano Candela del Comune di San Paolo Civitate; il Sindaco di Torremaggiore con delega all’Agricoltura Emilio Di Pumpo; il Presidente Comunale CIA Francesco D’Angelo; il rappresentante locale COLDIRETTI Timoteo Prattichizzo, il Presidente cittadino CONFAGRICOLTURA Raffaele Mancino; per la CONFALP il delegato Michele Altobella; infine il Dirigente Area V - Attività Produttive del Comune di San Severo ing. Benedetto Di Lullo.
Nel corso dell’incontro, in cui si sono succeduti gli interventi di tutti i partecipanti, è stato convenuto di inoltrare, attraverso gli uffici del Comune di San Severo, una richiesta formale a S.E. il Prefetto di Foggia per la convocazione di un tavolo tecnico volto a concretizzare iniziative per il contrasto e la prevenzione del triste fenomeno dei furti nelle campagne e per una nuova strategia di commercializzazione dei prodotti agroalimentari locali.

l’Addetto Stampa
Michele Princigallo

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

miglio1

Nelle ultime ore, dopo l’ennesimo incidente – mortale - il Sindaco di San Severo ha scritto una lettera ai vertici di ANAS al fine di sollecitare l’inizio dei lavori sulla SS. 16 nel tratto che collega San severo a Foggia. 

"Ancora una volta la nostra comunità è stata sconvolta dalla notizia di un altro terribile incidente avvenuto lungo il tratto della SS. 16 che collega San Severo a Foggia e che è costato la vita ad un nostro 70enne concittadino. Come vi è ampiamente noto, la situazione della rete viaria indicata – di notevole ed intensa frequenza di percorribilità - versa, ormai da tantissimi anni, in una condizione di grave carenza e inadeguatezza. In attesa – purtroppo lunga – dei lavori di ammodernamento ed adeguamento che saranno eseguiti, gli eventi atmosferici e l’usura del tempo hanno ulteriormente aggravato le condizioni del manto stradale creando forte disagio ed enorme pericolo. Non è più tollerabile – a nostro sommesso, ma fermo avviso - assistere passivamente ai ritardi per l’inizio dei lavori. Conseguentemente per le ragioni emarginate, si inoltra una richiesta ufficiale di incontro per conoscere i tempi di inizio dei lavori per la messa in sicurezza del tratto di strada che collega San Severo a Foggia lungo la SS. 16. Si confida e si resta in attesa. Distinti saluti. Il Sindaco - Avv. Francesco Miglio

l’Addetto Stampa
Michele Princigallo

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

vigilidelfuocoINCIVILI ATTI VANDALICI AL PARCO BADERN POWELL: LA DENUNCIA DELL’A.C.


Un gravissimo atto vandalico è stato messo a segno nelle prime ore della mattinata presso il PARCO BADEN POWELL, nel popoloso quartiere di “Via Fortore”.
Si tratta di uno dei maggiori polmoni verdi della Città, meta dalle primissime ore della mattinata e sino a tarda sera di tanti, tantissimi concittadini, sia per l’attività fisica che per trascorrere ore svago in compagnia dei più piccoli.
“Solo la settimana scorsa – dichiara l’Assessore all’Ambiente Felice Carrabba – erano stati completati diversi lavori manutentivi nel parco, dalla sfalcio dell’erbe, alla pulizia degli spazi dai rifiuti abbandonati da nostri concittadini, malgrado i tanti cestini di cui il Parco è dotato. Un lavoro importante e rilevante, bene eseguito, che ha riconsegnato nella maniera giusta lo spazio verde del Parco alla nostra Città in tutta la sua accattivamene bellezza. Ebbene, questa mattina ignoti hanno appiccato il fuoco in due diversi punti del Parco, per fortuna l’erba bassa, appena tagliata, ed il tempestivo intervento dei Vigli del Fuoco, nostro e di altri bravi concittadini, ha impedito che le fiamme si sviluppassero ulteriormente provocando altri danni. E’ un atto gravissimo, orribile, di inciviltà assoluta, capace di distruggere in pochi minuti quanto con tanta fatica si riesce a costruire. Saranno ovviamente visionati i filmati delle telecamere di sicurezza per individuare i responsabili, ma intanto invitiamo i nostri concittadini – per fortuna la stragrande maggioranza dei sanseveresi è gente PERBENE - a vigilare sul nostro patrimonio, che ci permette di vivere meglio ed a contatto con la natura. Da parte nostra esprimiamo la condanna più ferma e dura per un gesto incivile e non degno della nostra bella comunità”.

l’Addetto Stampa
Michele Princigallo

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)