Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Chi c'è online

Abbiamo 218 visitatori e nessun utente online

Attualità

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

link copiaQuesta mattina con i nostri rappresentanti del CDA ADISU e del CURC abbiamo incontrato l’assessore all’istruzione della Regione Puglia Sebastiano Leo e il Direttore Generale dell’ADISU Gavino Nuzzo

In quest incontro abbiamo avuto modo di discutere di alcune delle nostre proposte, con l’obiettivo far partire da subito ulteriori misure di sostegno per tutti gli studenti e le studentesse universitari pugliesi stanno subendo i danni di questa crisi economico-sociale.

“Oggi abbiamo ripreso la nostra interlocuzione con le istituzioni regionali per programmare i futuri interventi in materia di diritto allo studio universitario. Non possiamo dire che l’incontro odierno ci abbia dato i frutti sperati, ma siamo consapevoli che la strada da percorrere è lunga. L’elemento centrale che abbiamo posto è stata la riproposizione del bonus per i device digitali che negli scorsi mesi è stato un forte sostegno per la comunità studentesca pugliese e su cui siamo riusciti a trovare una convergenza con la Regione Puglia per la programmazione di futuri interventi” Dichiarano Gabriele Grasso e Davide Zarrella, Rappresentanti in Cda Adisu di Link.

“ Purtroppo registriamo ancora la mancanza di volontà da parte della Regione Puglia di modificare strutturalmente il bando Adisu, nonostante da diverso tempo richiediamo di procedere ad un’erogazione anticipata delle borse di studio per gli studenti del primo anno. Sebbene siamo consapevoli dello sforzo necessario per l’attuazione di una tale modifica, crediamo sia doveroso fare tutto il possibile per fare degli avanzamenti in merito perché specie in una situazione di emergenza come questa non è più accettabile per gli studenti e le studentesse dover attendere la fine dell’anno accademico per vedersi liquidata la borsa di studio. Nonostante questo, vi è stata un identità di visione sulla necessarietà di un ulteriore bando suppletivo Covid sulla scorta di quanto ottenuto l’anno scorso, che ci ha permesso di avere la garanzia da parte della Regione Puglia di mantenere una posizione forte in Conferenza Stato-Regioni.” Continua Alessandro Digregorio Rappresentante di Link nel Curc.

“Accogliamo con favore la volontà palesataci di voler aprire nuovi spazi di coworking nelle varie province per venire incontro alle necessità di tutti quegli studenti che nei propri centri di residenza non hanno a disposizione luoghi in cui studiare. Ulteriore nota positiva è l’impegno preso dall’ADISU di potenziare la dotazione di device digitali all’interno delle residenze, date le troppe carenze che gli studenti e le studentesse hanno dovuto vivere in questi mesi e che ad un anno dallo scoppio della pandemia divengono insostenibili. Sebbene le aperture che ci sono state dimostrate, non possiamo dirci completamente soddisfatti in virtù della forte condizione di bisogno che oggi stiamo vivendo e prossime settimane proseguiremo le interlocuzioni per continuare a migliorare il sistema di diritto allo studio nella nostra regione.” Conclude Francesco Liaci Rappresentante di Link nel Curc.

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

comunesanseveroMERCOLEDI’ 10 FEBBRAIO LA CITTA’ DI SAN SEVERO CELEBRA IL GIORNO DEL RICORDO. LE INIZIATIVE DELL’A.C.

San Severo celebra il prossimo 10 febbraio anche per il 2021 il GIORNO DEL RICORDO, solennità civile stabilita dalla Legge n.92 del 30 marzo 2004.

“La città di San Severo – dichiarano il Sindaco Francesco Miglio e l’Assessore alla Cultura Celeste iacovino - intende commemorare degnamente i tanti nostri connazionali vittime innocenti della pulizia etnica alla fine del secondo conflitto mondiale. Purtroppo le note misure di contenimento della pandemia Covid 19, ci impediscono di onorare la giornata con una pubblica manifestazione, ma, nel rispetto di tali limitazioni, abbiamo ugualmente programmato per la giornata di mercoledì 10 febbraio, la deposizione di una corona di fiori al cippo commemorativo in Largo delle Foibe, nei pressi della Scuola Media Petrarca insieme all’Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia, rappresentata a livello locale dall’avv. Casimiro delli Falconi. Inoltre abbiamo previsto approfondimenti tematici all’interno degli Istituti scolastici di ogni ordine e grado della città: i Dirigenti e i Docenti di tutte le Scuole cittadine apriranno momenti di riflessione sulla tragedia delle Foibe, sull’importanza di difendere i sacri valori della tolleranza e della solidarietà umana. Gli studenti avranno modo di manifestare ed elaborare i propri pensieri attraverso lavori, scritti, disegni, immagini, video che saranno pubblicati, a partire dal 10 febbraio, sul profilo Facebook istituzionale dell’Assessorato alla Cultura di San Severo. Il dramma di tanti nostri connazionali – aggiungono il Sindaco Miglio e l’Assessore Iacovino - alla fine della Seconda Guerra Mondiale, non può essere dimenticato. Una pagina di storia caduta volutamente e per troppo tempo nell’oblio. Almeno 350.000 italiani abitanti dell'Istria, della Dalmazia, di Fiume e del golfo del Quarnaro dovettero fuggire ed abbandonare la loro terra, le case, il lavoro, gli amici e gli affetti, incalzati dalle bande armate jugoslave. Decine di migliaia di essi furono uccisi nelle foibe o nei campi di concentramento titini. La loro unica colpa era quella di essere italiani. Oggi siamo qui a ricordare il loro sacrificio” concludono Miglio e Iacovino.

l’Addetto Stampa
Michele Princigallo

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

staff

Buone notizie per i dentisti Pugliesi: questa mattina in una VC tra l'Assessore Lopalco e tutti i Presidenti di Ordine si è stabilito che la prossima settimana inizieranno le vaccinazioni. Lunedì ci sarà una riunione
operativa dei responsabili delle ASL. Martedì inizieranno ad essere contattati Odontoiatri e ASO per le vaccinazioni. La vaccinazione avverrà per chiamata diretta utilizzando l'elenco regionale a cui molti hanno già aderito a dicembre. Sono stati riaperti i termini per
iscriversi nell'elenco: per tutti coloro che non lo hanno fatto in precedenza, il link è: https://limesurvey.istsvc.regione.puglia.it/index.php/639888?newtest=Y. Saranno presto resi noti i modi per verificare che le ASO che si iscriveranno in questo elenco facciano effettivamente parte del personale di uno Studio.
La pazienza ha portato i suoi frutti.


Ettore Gaudiosi
Presidente AIO Foggia

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

link copiaLa pandemia ha comportato una serie di forti limitazioni anche alle attività di studio in presenza. La maggior parte delle Biblioteche, in provincia di Foggia, è ancora chiusa o offre solo una parte dei servizi previsti. Per questo motivo i sindacati studenteschi Link Foggia e Unione degli Studenti Foggia, insieme ad un gruppo di giovani lucerini, si sono rivolti all’amministrazione comunale per sottoporre alcune richieste.

“La Biblioteca Comunale di Lucera è ancora chiusa, ma gli esami a distanza, le normative nazionali e locali per il contenimento della pandemia e la preoccupazione degli studenti e delle studentesse di questa città rendono necessaria la presenza di spazi per lo studio in presenza. Non è per noi possibile lasciare il comune e studiare altrove, e per tanti e tante le mura domestiche non sono, per tanti motivi, il posto più idoneo a preparare un esame.” dichiara Angelo Tosches, giovane lucerino e studente Unifg.

“È per questi motivi che abbiamo sottoposto al Comune di Lucera il problema degli spazi per studiare: abbiamo bisogno di sale studio che ci permettano di affrontare la sessione di esami con serenità. La Biblioteca Comunale deve essere riaperta implementando tutte le misure di sicurezza e distanziamento necessarie, insieme con un sistema di prenotazione dei posti affine a quello utilizzato dalla Biblioteca Provinciale “La Magna Capitana”.” continua Tosches.

“In tutta la Provincia da molti anni si sente la necessità di nuovi spazi per lo studio, di nuovi spazi di condivisione culturale, che possano favorire la creazione di un contesto più favorevole alla presenza degli studenti e delle studentesse, medi e universitari, anche fuori dal Capoluogo di Provincia” dichiarano Michele Cera, coordinatore di Link Foggia, e Jacopo lo Russo, coordinatore dell’Unione degli Studenti Foggia.

“Occorre avviare al più presto con tutte le istituzioni locali una grande riflessione sugli spazi da destinare alla formazione, alla cultura e ai giovani. Le giovani generazioni devono infatti essere al centro della fase di ripartenza, ed è anche a partire da misure da mettere in campo durante la fase emergenziale che stiamo affrontando che si può iniziare a costruire una nuova visione del nostro territorio” concludono gli studenti.

Foggia Michele Cera Jacopo lo Russo
Lucera Angelo Tosches

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

parcosanfelice
I consiglieri comunali del PD formalizzano la diffida inviandola a sindaco, Prefettura, Corte dei Conti, ANAC e presidente del Consiglio comunale
Dichiarazione dei consiglieri comunali Pasquale Dell'Aquila (capogruppo), Lia Azzarone, Francesco De Vito, Michele Norillo e Anna Rita Palmieri

Bisogna revocare "immediatamente e senza esitazione" la concessione per la gestione dell’impianto sportivo di Parco San Felice, perché "la procedura è illegittima, i lavori abusivi" e si può "configurare l’occupazione illecita di un’area pubblica".
Lo abbiamo messo nero su bianco nella diffida inviata questa mattina al sindaco Franco Landella - oltre che per conscenza a: Presidenza del Consiglio comunale, Prefettura, Corte dei Conti e Anac - facendo rilevare evidenti vizi procedurali e più di qualche stranezza nel carteggio tra i diversi uffici competenti per materia dopo esserci attivati per l'accesso agli atti.
Sostanzialmente, ci siamo trovati di fronte alla concessione di un ettaro di Parco San Felice con l'intento di realizzare un vero e proprio impianto sportivo, non la riqualificazione del campo di calcetto esistente, che prevede anche la costruzione di strutture, con l'investimento di 200.000 euro. Il tutto per ottenere, a vantaggio del Comune, poco più di 4.000 euro l'anno.
E c'è un'ulteriore stranezza che può fornire qualche spunto di riflessione: la determina dirigenziale con cui si affida la concessione dell'area è la n.722 del 22 maggio 2019. Il 26 maggio, appena 4 giorni dopo, si aprirono i seggi elettorali e i foggiani si recarono alle urne per scegliere il sindaco e i consiglieri comunali.
Quanta fretta! Non sarebbe stato meglio aspettare un paio di settimane? Non sarebbe stato meglio evitare di disporre di una porzione così estesa e delicata del territorio comunale a 4 giorni dal voto?
Quanto accaduto per Parco San Felice sembra la replica del "metodo" utilizzato dall'assessorato alle Politiche sociali per la distribuzione dei fondi del Piano Sociale di Zona, denunciato in piena campagna elettorale.
La risultanza analitica della nostra ricerca fa rilevare anche l'esautoramento del Consiglio comunale e il disprezzo delle sue competenze istituzionali da parte del sindaco e della Giunta, con buona pace del presidente dell'Assise che fino ad oggi non ha pronunciato una sola parola.
Revocare la concessione, quindi, è ancor più indispensabile a tutela del Comune e dei cittadini.

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)