Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Chi c'è online

Abbiamo 449 visitatori e nessun utente online

Attualità

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

comunesanseveroRiprenderà nei prossimi giorni il progetto “NO MAN’S LAND - PERIFERIE AL CENTRO”, nato dalla collaborazione tra l’Assessorato alla Cultura del Comune di San Severo con il Teatro dei Limoni di Foggia e gli Assessorati alla Cultura dei Comuni di Foggia, Torremaggiore e Castelluccio dei Sauri, sostenuto dalla Regione Puglia – Assessorato all'Industria Turistica e Culturale, Assessorato al Bilancio e alle Politiche giovanili e coordinato dal Teatro Pubblico Pugliese, sospeso lo scorso anno a causa dell’emergenza legata alla pandemia.

L’Assessorato alla Cultura e alla Pubblica Istruzione, partner istituzionale del progetto, ha previsto quest’anno di coinvolgere anche alcuni studenti delle I Classi delle Scuole Secondarie di I Grado, appartenenti a nuclei familiari in situazioni di fragilità economica e residenti in periferia.
“Come per il progetto di avvicinamento alla musica intrapreso con le scuole primarie del territorio, abbiamo chiesto a tutte le scuole secondarie di primo grado della città – dichiarano il Sindaco Francesco Miglio e l’Assessore alla Cultura Celeste Iacovino - di individuare almeno 10 studenti per ogni istituto, appartenenti a famiglie che non possono permettersi la frequenza di laboratori di recitazione e di individuare un docente referente del progetto per ogni scuola per valutare i risultati del progetto e consentirci di poter riproporlo anche l’anno prossimo, ampliando il numero di partecipanti. Siamo sicuri che i laboratori teatrali così come tutti i laboratori artistici rappresentino un importantissimo strumento con cui operare nelle fasce di età più a rischio di dispersione scolastica per prevenire tale fenomeno e sollecitare al tempo stesso una crescita culturale dei giovani partecipanti favorendo in essi lo sviluppo della creatività, attraverso la curiosità e l'emotività”.
I partecipanti dovranno prendere parte ai laboratori nel rispetto delle disposizioni normative vigenti in materia di contenimento del virus Covid/19. I quattro laboratori, uno per ogni istituto scolastico, avranno la durata di 15 ore e i referenti scolastici, unitamente ai responsabili dei laboratori, dovranno fornire all’Assessorato alla Cultura e alla Pubblica Istruzione una relazione finale per ogni partecipante da cui emergano qualità, propensioni, criticità, caratteristiche del percorso effettuato da ogni alunno, indicazioni e suggerimenti per le prossime programmazioni di nuovi laboratori teatrali. La spesa di partecipazione ai laboratori teatrali sarà a carico dell’Amministrazione Comunale e i laboratori saranno curati dal Teatro dei Limoni in partenariato con le Associazioni culturali del territorio “Ciak Sipario” e “Spazio Off”.

l’Addetto Stampa
Michele Princigallo

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

campoDichiarazione del presidente della V Commissione Ambiente, Paolo Campo

Razionalizzare le procedure burocratiche della Valutazione d'Impatto Ambientale è l'obiettivo raggiunto ieri con l'armonizzazione delle norme regionali a quelle nazionali.
La legge è stata approvata, a maggioranza, in Commissione Ambiente all'esito di un articolato dibattito, a cui ha preso parte l'assessore al ramo Anna Grazia Maraschio.
È ulteriormente emersa la necessità di chiarire contenuti e procedure con l'esclusivo intento di evitare interpretazioni contraddittorie e arbitrarie.
A pagarne le conseguenze, infatti, sarebbero le comunità i cui progetti rischierebbero di essere bloccati anche per anni in attesa che gli uffici definiscano e portino a termine l'esatta procedura.
La legge approvata in Commissione sarà, ora, sottoposta al Consiglio regionale per la ratifica definitiva e in quella sede approfondiremo la discussione su ulteriori azioni semplificatrici relative, in particolare, agli interventi di contrasto del dissesto idrogeologico che non incidono sull'assetto del territorio e prevengono rischi anche letali per chi vive e opera in territori fragili.
Tutti hanno il dovere di rispettare le norme, così come le procedure devono avere tempi certi e regole chiare.

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

 comunesansevero

Il Comune di San Severo saluta con piacere e soddisfazione, in questa particolare fase, il primo premio conquistato dal Liceo Scientifico Classico Rispoli Tondi all’AIRC per il Contest Cancro 2021.

"Con grandissimo orgoglio - dichiarano il Sindaco Francesco Miglio e l’Assessore alla Cultura Celeste Iacovino - rendiamo noto quanto appena comunicatoci dalla prof.ssa Alessandra Falcone del Liceo Rispoli Tondi: ”Vi comunico, con gioia, che il nostro video ha vinto il primo premio del Contest Cancro, io ti boccio, indetto dall'AIRC. Gli alunni Giovanni Pistoio e Antonio Giannini hanno ricevuto i complimenti dell'Asociazione e della giuria che ha premiato l'originalità del filmato, ma anche la completezza dei contenuti. I nostri ragazzi riceveranno in premio due microscopi. Speriamo che possano diventare dei bravi medici e contribuire, perché no? , alla scoperta di nuove cure contro il cancro”. San Severo, è tutto questo è una certezza, ha dei giovani studenti veramente in gamba. Complimenti anche alla dirigente Filomena Mezzanotte e al corpo docente, ma naturalmente in particolare ai nostri bravissimi giovani studenti, davvero in gamba "concludono il Sindaco Miglio e l’Assessore Iacovino.
https://youtu.be/-GbzJ5TpF1o

L'Addetto Stampa
Michele Princigallo

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

morteSABATO 3 APRILE IL COMUNE DI SAN SEVERO RICORDA LE VITTIME DELLA TRAGEDIA DELLA STAZIONE FERROVIARIA, AVVENUTA IL 3 APRILE 1989.

Ricorre sabato 3 aprile 2021 il 32esimo anniversario della tragedia della stazione ferroviaria di San Severo avvenuta il 3 aprile 1989, quando alle 16:12 il treno locale 12472 Bari Centrale - San Severo delle FS entrò a velocità eccessiva nel primo binario dello scalo sanseverese, deragliando e distruggendo parte della stazione ferroviaria.

Nella mattinata di sabato 3 aprile 2021, il Comune di San Severo ha organizzato una sobria, ma significativa cerimonia per commemorare il ricordo delle otto vittime della tragedia, nel pieno rispetto delle normative anti Covid 19. La commemorazione si terrà con inizio alle. Ore 10.30, presso il cippo collocato nella stazione e non sarà aperto alla cittadinanza proprio per le restrizioni dovute alla pandemia in corso.

Ricordiamo i nomi delle persone che persero la vita quel pomeriggio di 32 anni fa.

Nicola Carafa di San Severo, capo gestione ferroviario; Ciro Vasciarelli di San Severo, assistente di stazione; Giovanni D’Anello di San Nicandro Garganico, manovratore ferroviario; Antonio Ognissanti di San Severo, dirigente movimento in servizio quale Capostazione titolare; Claudio Padalino di Foggia, macchinista in servizio sul treno; Domenico Iannitti di Apricena, macchinista in servizio sul treno; Michele Capotosto di San Severo, impiegato Fiat; Luciano Accettulli di San Severo, imprenditore edile.

L'addetto Stampa
Michele Princigallo

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

 miglio1

Il Sindaco Francesco Miglio, che segue direttamente la delega ai Servizi Cimiteriali, ha dichiarato quanto segue, in risposta ad un articolo venuto fuori su una testata giornalistica.
Sento per dovere di verità e nell’interesse dell’Ente che rappresento di precisare quanto segue.
Innanzitutto il contenzioso di che trattasi trae origine da un datato contratto d’appalto risalente all’anno 2002 stipulato dall’Amministrazione dell’epoca.
Ad ogni buon conto il contratto è scaduto nel 2017 e non corrisponde affatto al contenuto degli atti di causa la circostanza per cui la Società Italstudi Srl ritenga che il contratto sia ancora in essere. Infatti non ha avanzato alcuna domanda giudiziale in tal senso.
Pertanto il Comune è certamente libero di procedere con la realizzazione di ulteriori lotti. Va pure precisato che il progetto del 2018 per la costruzione di nuovi loculi non attiene in alcun modo alle attività già affidate alla Ditta in questione, che in base al contratto di cui si discute avrebbe dovuto occuparsi esclusivamente dell’ampliamento cimiteriale (c.d. cimitero nuovo), mentre il progetto del 2018 sebbene successivo alla scadenza del contratto de quo riguarda la parte “vecchia” del cimitero.
Per quanto attiene al merito del contenzioso invece mi preme rilevare che il dato che vedrebbe il Comune di San Severo esposto ad un risarcimento di 7 milioni di Euro riportato nell’articolo qui in riscontro, risulta altrettanto avulso dal contenuto delle risultanze processuali in quanto la Ditta richiede la somma di circa 4 milioni di Euro per la mancata approvazione dei progetti proposti alla Amministrazione - progetti che in corso di giudizio abbiano già dimostrato con apposite perizie non essere conformi allo strumento urbanistico dell’epoca e che bene abbiamo fatto a non approvare perché ciò ci avrebbe coinvolto in una lottizzazione abusiva - ed al contrario l’Ente in via riconvenzionale oltre che negare ogni risarcimento alla controparte ha richiesto la restituzione di oltre 6,5 milioni di Euro per una serie di inadempimenti gravissimi della Società medesima compresa la mancata realizzazione delle opere di urbanizzazione benché pagate per più di 400 mila Euro.
Gli allagamenti causati da tale mancata realizzazione sono sotto gli occhi di tutti tant’è che stiamo valutando di porle in essere perché non è possibile attendere oltre, né tantomeno la fine della causa.
Merita un chiarimento anche l’affermazione che vi sarebbero dei “mediatori” che stanno cercando strade laterali che consentano al comune di stare più tranquillo.
In realtà siamo già molto sereni in quanto ci siamo affidati ad Avvocati estremamente competenti e di fama nazionale come il Prof. Avv. Filippo Lubrano e l’Avv. Angelo Masucci, unici interlocutori dell’Ente e per l’Ente.
Infine preciso che non ci risulta assolutamente che la Pfc Srl di Foggia possieda quote della Italstudi Srl, conclude il Sindaco Francesco Miglio.

L'Addetto Stampa
Michele Princigallo

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)