Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Traduzione

Chi c'è online

Abbiamo 263 visitatori e nessun utente online

Attualità

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

portomanfredoniaLa Regione Puglia ha inviato a Damiano Gelsomino l’atto di avvio del procedimento alla revoca della concessione demaniale marittima del nuovo porto turistico di Manfredonia.
Chi si aspettava delle risposte, ma così non è stato. Anche perchè in molti si aspettavano che, Gelsomino dicesse che tale procedimento sarebbe stato sospeso con l’immissione di risorse finanziarie e garanzie proprie da parte del nuovo socio di maggioranza la Finappula S.r.l.. Come si può pensare che versando solo 150.000 euro, si possa impossessare della governance di una società proprietaria di un’infrastruttura costata 56 milioni di euro?
Rotice, cerca di spiegare come molte persone, cercano di far i benefattori, cercando di acquistare con pochi soldi, le idee di altri imprenditori che avevano creduto nel progetto del porto turistico di Manfredonia.
Sempre Rotice, afferma che, Gelsomino, non abbia versato, ancora fino ad oggi, soldi veri né prestato garanzie in favore di Gespo, sententosi però un benefattore, convinto di essere l’unico in grado di salvare le sorti del nuovo porto turistico.
Gli unici soldi che sta utilizzando in questo momento, sono i 700.000 euro lasciati nelle casse dal precedente CdA, da lui tanto vituperato, dai quali sta attingendo anche per l’emolumento che si è assegnato come consigliere di amministrazione, che prenderà insieme agli altri due consiglieri per complessivi 25.000,00 euro all’anno. Questa è l'unica novità della nuova gestione, poichè prima, tale mansione era  svolta gratuitamente dai precedenti amministratori. 
Da una parte ci sono quindi i fatti, le cifre realmente investite e le garanzie realmente date da alcuni soci, dall’altra solo parole, come quelle relative all’aumento del capitale sociale, per ora solo ipotizzato in 8,5 milioni di euro per pagare tutti i debiti, senza però specificare che avverrebbe in parte non con nuova finanza ma con l’utilizzo del finanziamento infruttifero dell’ex socio Mucafer, pari a circa 2,7 milioni di euro, acquistato all’asta da Finappula con soli 10.000 euro. 
Conclude Rotice, sperando che mi sbagli e che le citriche siano infondate e che i Gelsomino mettano mano alle loro finanze.
A differenza dei soci ci hanno rimesso o ancora rischiano di rimetterci l’osso del collo, loro continuano a rischiare sulla pelle altrui. E’ questa la differenza che passa tra rischio imprenditoriale e speculazione. 

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

clochardNasce il Centro Diurno “Il Dono”, il 14 febbraio la conferenza stampa di presentazione

Giovedì 14 febbraio a Foggia, alle ore 10.30, nei locali di via Ernesto Petrone 14, si svolgerà la conferenza stampa di presentazione del Centro Diurno Sperimentale per persone senza fissa dimora “Il Dono”, la struttura che punta a favorire processi di reinserimento sociale e lavorativo a quanti vivono per strada o in condizione di povertà. Il Centro Diurno “Il Dono”, che sarà gestito dall’associazione di volontariato “Fratelli della Stazione”, è vincitore del concorso “Orizzonti solidali’ promosso dalla Fondazione Megamark, realizzato in collaborazione con i supermercati A&O, Dok, Famila e Iperfamila e con il patrocinio della Regione Puglia e del suo assessorato al Welfare. Il Centro Diurno è sito a Foggia in Ernesto Petrone 14 (nei pressi della chiesa di Gesù e Maria), grazie alla disponibilità della Fondazione “Opera Pia L. Scillitani” che ha concesso in comodato gratuito il locale all’associazione “Fratelli della Stazione”.
Il Centro diurno sperimentale “Il Dono” è pensato come il luogo ideale in cui strutturare e dare continuità al servizio che l’associazione Fratelli della Stazione svolge da oltre vent’anni di sera, attraverso un intervento personalizzato di presa in carico che risulterebbe più efficace per l’utente a cui dare un’occasione concreta di riscatto, mettendo a frutto risorse e competenze ancora inespresse o dimenticate che possono essere risvegliate da un contesto di relazioni positive. All’azione di supporto psicologico e di assistenza sociale, il Centro diurno intende affiancare un’azione di ricerca attiva di un lavoro o delle misure di auto-imprenditorialità, di eventuali forme di sostegno al reddito, di una casa o di un centro di accoglienza per la notte. Al contempo, la presenza costante di operatori e la strutturazione del servizio possono facilitare anche percorsi di riavvicinamento alla rete familiare e amicale degli utenti, una delle condizioni che la semplice attività di volontariato serale non riesce a favorire.
Alla conferenza stampa di presentazione interverranno: Leonardo Ricciuto, presidente dell’associazione “Fratelli della Stazione”; Giacomo La Torretta, Presidente della Fondazione “Opera Pia L. Scillitani”; gli operatori del Centro Diurno “Il Dono”. L’inaugurazione ufficiale della struttura, invece, è prevista sabato 16 febbraio alle ore 18.30 con un momento conviviale e di festa a cui è invitata tutta la comunità ed in particolar modo i senza fissa dimora della nostra città.


Associazione di volontariato "Fratelli della Stazione - onlus"

 

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

inpsAvvio presentazione delle domande per l’anno 2019 del bonus asilo nido e per l’introduzione di forme di supporto presso la propria abitazione – elevato l’importo da € 1.000 a € 1.500 per gli anni 2019-2020-20121.

l’Inps, con la circolare n. 14 del 31 gennaio 2019, fissa la fase di avvio -dal 28 gennaio fino al 31 dicembre 2019- per la presentazione delle domande per ottenere le agevolazioni per la frequenza di asili nido pubblici e privati o per l’introduzione di forme di supporto presso la propria abitazione in favore di bambini al di sotto di tre anni, affetti da gravi patologie croniche.

Il bonus, introdotto dall’art. 1 comma 355, della legge 11 dicembre 2016, n 232, è stato elevato, con l’approvazione della Legge di Bilancio 2019, da 1.000 euro a 1.500 euro per gli anni 2019, 2020 e 2021.

Per il bonus è previsto un limite di spesa nazionale, pari a 300 milioni di euro per il 2019, di conseguenza l’INPS erogherà il bonus secondo l’ordine cronologico di presentazione telematica della domanda. Qualora il suddetto limite venga superato, anche in via prospettica, non verranno prese in considerazione le ulteriori domande.

Invitiamo tutti i Cittadini che si trovano in queste condizioni a recarsi presso un’ente di patronato per presentare la domanda on line, la capienza del fondo è limitata e vale la data di presentazione, quindi si corre il rischio, se non si presenta subito la domanda, di rimanere esclusi dall’aiuto e parliamo dei soggetti più deboli e vulnerabili del tessuto sociale.


Daniele Calamita
Direttore Provinciale INCA CGIL Foggia

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

confesercentiAltri due raid la scorsa notte: situazione fuori controllo a San Severo

Confesercenti lancia l'allarme sicurezza per gli esercizi commerciali di San Severo. Numerosi i furti e i danneggiamenti messi a segno negli ultimi giorni: gli ultimi questa notte. Nel mirino della microcriminalità, un negozio di abbigliamento per bambini in via Solis e un negozio di abbigliamento sportivo in via Minuziano. «Continuano a verificarsi in questi giorni – affermano i dirigenti Confesercenti - ripetuti furti in negozi e locali con ingenti danni per gli esercenti. Tutti i furti avvengono con la stessa modalità e presuntivamente ad opera della stessa mano. Un fenomeno angoscioso che si inserisce in un quadro già difficoltoso per la complessa situazione economica delle attività commerciali».
Molte nostre imprese associate ci hanno contattato confermando le sensazioni e le posizioni di preoccupazione che avevamo rilevato con un accurato sondaggio sulla “situazione Sicurezza” già in occasione della pianificazione delle attività del Distretto Urbano del Commercio. «Nel sondaggio condotto per conto del DUC - prosegue Confesercenti - compiuto su diverse imprese del territorio avevamo monitorato anche lo stato di sicurezza della città e la percezione dei commercianti su questo tema. In generale emergeva dai dati raccolti l’idea che, nonostante la presenza di telecamere e sistemi di sorveglianza “passiva”, le attività criminali non sono state bloccate e sono comunque continuate fino ad arrivare alla escalation degli ultimi giorni. Emergeva inoltre la necessità di maggiori misure di sorveglianza attiva come maggior presidio delle forze dell’ordine, allungamento delle ore di pattugliamento, maggior integrazione della Polizia Urbana con le altre Forze dell’Ordine, etc».
«La situazione sicurezza – proseguono i dirigenti Confesercenti San Severo – continua a destare ancora tante preoccupazioni. Sappiamo già dell’enorme sforzo e dei risultati raggiunti dall’Amministrazione Comunale in questi anni per la Sicurezza ma a quanto pare c’è ancora altro da fare per sopperire alla continua esigenza di sicurezza cui necessitano le nostre imprese e i cittadini». «Chi gestisce un negozio in questo periodo ha già la testa piena per far quadrare i propri conti; subire un furto con ingenti danni può diventare il colpo di grazia che costringe ad abbandonare un’attività imprenditoriale. Esprimiamo la nostra vicinanza e solidarietà alle imprese che sono state colpite da questi fenomeni e restiamo a disposizione per cercare di trovare soluzioni per arginare questo fenomeno increscioso».


CONFESERCENTI FOGGIA

 

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

comunesanseveroSOSTITUZIONE DEI CONTATORI ENEL. AVVISO ALLA CITTADINANZA.

Il Sindaco di San Severo avv. Francesco Miglio informa la cittadinanza che Enel Distribuzione (denominata E-Distribuzione) in questi giorni sta provvedendo a sostituire i contatori elettrici con il nuovo contatore Open Meter.
Come comunicato da Enel il nuovo contatore elettronico 2.0 di E-Distribuzione consentirà di avere una qualità del servizio più elevata e di abilitare nuove funzionalità, coniugando efficienza energetica e sostenibilità ambientale. Attraverso la disponibilità di dati di misura in tempo reale, si potrà acquisire maggiore consapevolezza sull'utilizzo dell'energia ed ottenere una riduzione dei consumi.
Sin dall'inizio dell'operazione, E-Distribuzione ha precisato che l'intervento di sostituzione del contatore, a San Severo a cura dell’impresa Co.Ge.PA. Communication S.p.A., è completamente gratuito, che il cliente non è tenuto a presenziare alle operazioni e che il personale impegnato nell'operazione sarà riconoscibile attraverso un tesserino identificativo. Enel ha ribadito che non occorre sottoscrivere nuovi contratti o corrispondere somme di denaro.
Si invitano i cittadini a segnalare ai competenti organi di vigilanza ogni eventuale situazione anomala dovesse verificarsi.
E’ anche attivo un numero verde 803500 con i seguenti orari: da lunedì a venerdì 9-18 e sabato 9.13 per tutti i servizi con un operatore. H 24 per tutti i servizi automatici. Ad ulteriore tutela dei cittadini, l’identità dell’operatore potrà anche essere accertata chiedendo all’operatore medesimo di generare un codice PIN che, chiamando il numero verde 803500 (selezionare tasto 4) oppure utilizzando il servizio dedicato su APP o sul sito web di E-Distribuzione, consentirà di acquisire i dati anagrafici dell’incaricato alla sostituzione.

Il Portavoce
Michele Princigallo

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)