Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Chi c'è online

Abbiamo 119 visitatori e nessun utente online

Primo piano

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

comunesanseveroAiuti alle famiglie: il Comune di San Severo stanzia 638.749,82 euro di voucher alimentari per le famiglie in stato di disagio economico.


Nella seduta dello scorso 4 dicembre la Giunta Comunale ha deliberato lo stanziamento di euro 638.749,82 rinvenienti da risorse di bilancio comunale e quelle stanziate dal Governo con D.l. n° 154 del 23 novembre 2020.
Il Sindaco Francesco Miglio, e l’Assessore alle Politiche Sociali Simona Venditti, dichiarano che: “Era noto già dal 23 novembre che il Governo stesse stanziando le risorse da trasferire ai Comuni al fine di garantire gli aiuti alimentari da distribuire alle famiglie che si trovano in stato di necessità o che hanno subito gli effetti della crisi economica derivante dalla pandemia. A tal fine, l’Amministrazione ha lavorato senza sosta per garantire risorse aggiuntive rispetto a quelle ripartite dal Governo, tanto che lo scorso 25.11.2020 il Consiglio Comunale ha deliberato lo stanziamento di euro 143.973,16 da aggiungere alle somme rinvenienti dal d.l. n° 154 del 23 novembre 2020 da destinare alle famiglie per aiuti alimentari. In data 02.12.2020 il Governo ha ripartito le risorse tra i Comuni assegnando al Comune di San Severo la somma di euro 494.776,66, consentendogli di arrivare alle somma complessiva euro 638.749,82 solo per gli aiuti alimentari alle famiglie. L’Amministrazione Comunale, sta continuando a lavorare alacremente per fare in modo che la prossima settimana gli Uffici dei Servizi Sociali pubblichino il bando per accedere agli aiuti e divulgare la relativa domanda”.

l’Addetto Stampa
Michele Princigallo

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

link copiaOggi in tutto il paese gli studenti e le studentesse di Link, il sindacato degli studenti universitari, si sono attivati per chiedere maggiori investimenti nell’istruzione pubblica e nel diritto allo studio.

“Nelle bozze della nuova legge di bilancio come nelle parole del presidente del consiglio c’è un grande assente: l’istruzione pubblica universitaria.
Al di là delle spese emergenziali, comunque ridotte, manca un vero passo avanti sull’ampliamento dell’accessibilità delle Università, sulla copertura dei posti alloggio e delle borse di studio.” dichiara Michele Cera, coordinatore di Link Foggia.

“In un paese in cui solo il 12% degli iscritti beneficia di borse di studio, dove il 70% degli studenti e delle studentesse è costretto a farsi mantenere dai propri genitori, dove i laureati fra i 25 e i 34 anni sono solo il 28% a fronte di una media europea del 44%, dove ancora la spesa in istruzione sul PIL è al di sotto della media europea, dove, con la dad, una famiglia su 4 contrinua a non avere accesso ad una connessione decente, questa cosa non è accettabile.” continua l’universitario.

“In tutta Italia Link oggi si è attivata per chiedere maggiori investimenti in diritto allo studio, istruzione e ricerca: gli atenei del Sud continuano in particolare ad essere in una posizione di svantaggio, e per rispondere alla crisi che stiamo vivendo ci vuole ben altro che rassicurazioni. Vogliamo l’istruzione gratuita e un diritto allo studio potenziato per non lasciare nessuno indietro: è una necessità di questo tempo.” conclude Cera.

Gli studenti e le studentesse di Link Foggia hanno optato per una fotopetizione sulle proprie pagine social come mezzo di attivazione conforme al distanziamento sociale.

Link Foggia - Sindacato Universitario

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

GENTILEZZA CALENDARIOECCO IL CALENDARIO DELLA GENTILEZZA.


Il Comune di San Severo – Assessorato alla Gentilezza, la cui delega è seguita direttamente dal Sindaco Francesco Miglio, ha fatto proprio, su iniziativa dell’Ambasciatrice alla Gentilezza Arcangela de Vivo, il CALENDARIO DELLA GENTILEZZA predisposto dalla Rete Nazionale della Gentilezza e dal MOVIMENTO MEZZOPIENO.
“Rendiamo noto alla nostra comunità Il Calendario della Gentilezza: 31 gesti carini, uno per ogni giorno del mese di dicembre, da donare agli altri anche durante le festività natalizie nonostante il delicato periodo che stiamo attraversando per la pandemia Covid 19 – dichiarano il Sindaco Miglio e l’Ambasciatrice De Vivo – quindi non si tratta del solito e normale calendario dell’Avvento, ma di un vero e proprio calendario pensato per donare dei gesti di gentilezza alle persone che ci circondano nel periodo dal 1° al 31 dicembre. Ci auguriamo che tanti concittadini prendano spunto dai messaggi quotidiani. Il "Calendario della Gentilezza" è conseguentemente l'alternativa al calendario dell'Avvento ed è stato lanciato dal Movimento Mezzopieno - cui abbiamo aderito - in occasione del periodo natalizio per diffondere positività con piccoli gesti.

l’Addetto Stampa
Michele Princigallo

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

uni

L'Università di Foggia valica nuovamente i confini nazionali. A partire da gennaio 2021, infatti, il prof. Giuseppe Spano, docente del neo costituito Dipartimento di Scienze Agrarie, Alimenti, Risorse Naturali e Ingegneria (DAFNE), sarà il nuovo capo-redattore di Food Bioscience, affermata rivista scientifica peer-reviewed pubblicata da Elsevier Ltd, con sede ad Amsterdam.
Ad affiancare il prof. Spano nel suo ruolo di responsabile del contenuto scientifico della rivista ci sarà anche il prof. Jian Chen, della Jiangnan University, Wuxi, Jiangsu, China.
Il periodico mira a fornire uno spazio di condivisione per i recenti sviluppi nel campo della ricerca - sia di base che applicata - sulle biomolecole presenti negli alimenti. Proprietà biochimiche, biofisiche e biologiche di alimenti, ingredienti e componenti; studi sulle molecole funzionali di origine alimentare; funzionalità di alimenti fermentati; biomateriali ed utilizzo nell’industria alimentare, applicazione di nuove tecnologie agli alimenti, ed ancora, risultati di studi completi che coinvolgono genomica, proteomica, metabolomica, nutrigenomica e chemogenomica degli alimenti e delle loro interazioni con gli esseri umani: sono solo alcuni degli argomenti dall'alto valore scientifico che trovano spazio su Food Bioscience.
“La direzione di una rivista scientifica internazionale, pur non priva di responsabilità, è il riconoscimento di una visione internazionale, multidisciplinare e collaborativa della ricerca scientifica – ha dichiarato il prof. Giuseppe Spano, che ha inteso ringraziare il Direttore del Dipartimento DAFNE, la prof.ssa Milena Sinigaglia, “E i miei collaboratori, la cui passione e dedizione è risultata fondamentale per il raggiungimento di questo traguardo”.
Il prof. Giuseppe Spano, originario di Lecce, professore ordinario di Microbiologia Industriale e responsabile scientifico del laboratorio di Microbiologia Industriale del DAFNE, è attualmente componente dell’editorial board di diverse riviste internazionali del settore Food Science (Food Microbiology; Microbiological research; South Afrikan Journal of Oenology and Viticulture) e coordinatore di progetti di ricerca nazionali e regionali su temi legati ad alimenti funzionali, alla microbiologia degli alimenti fermentati ed alla sicurezza alimentare. In particolare, per l’Università di Foggia, è stato coordinatore di un progetto di ricerca finanziato dalla Comunità Europea nell'ambito del VII programma quadro “Controllo delle ammine biogeniche nelle fermentazioni alimentari tradizionali - BiAMFOOD” (2008-2011).
È stato membro del gruppo di lavoro dell'Autorità europea per la sicurezza alimentare (EFSA) sulle ammine biogeniche negli alimenti fermentati (2011-2012) ed è co-fondatore e consulente scientifico di Promis Biotech srl, uno spin off universitario che si occupa di trasferimento tecnologico di microrganismi di interesse industriale. È autore di più di 350 prodotti scientifici inclusi articoli peer-reviewed pubblicati su riviste internazionali, proceeding presentati a convegni nazionali e internazionali, capitoli di libro e brevetti. Collabora con diverse Università, Centri di Ricerca ed Aziende del settore alimentare in particolare in ambito internazionale ed è tutor internazionale di PhDstudents provenienti dalle Università di tutto il mondo.
“Il nuovo incarico del prof. Spano non può che farci onore. Sono certo che avrà importanti ricadute per il Dipartimento DAFNE e contribuirà a rendere sempre più virtuoso il confronto con altri atenei nazionali e internazionali. Sono convinto della forza dei progetti e delle ricerche condivise”, ha dichiarato il Magnifico Rettore dell’Università di Foggia, Pierpaolo Limone, che ha espresso al prof. Spano i suoi migliori auguri di buon lavoro.

Area Rapporti istituzionali, Relazioni esterne e Ufficio stampa
Università degli Studi di Foggia

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

cgilLa Vecchia e Caravella: “Giornata storica, abbiamo lavorato tanto per centrare questo obiettivo”
A fronte del passo in avanti del capoluogo, situazione critica nella maggior parte della provincia

FOGGIA – “Accogliamo con soddisfazione la trasformazione in full time del contratto di lavoro per 116 dipendenti del Comune di Foggia. Da ieri, 1 dicembre, il passaggio è divenuto esecutivo, e questo significa principalmente due cose: un miglioramento delle condizioni di lavoro ed economiche per chi, fino ad ora, ha lavorato con contratti part-time; una progressiva crescita del livello dei servizi erogati alla cittadinanza”. Sono Mario La Vecchia, segretario provinciale FP Cgil Foggia, e Mario Caravella, coordinatore aziendale Fp Cgil, a esprimere la soddisfazione per un obiettivo al quale il sindacato ha lavorato per anni. “Un ringraziamento va all’Amministrazione comunale del sindaco Franco Landella”, hanno aggiunto i due esponenti Fp Cgil Foggia, “e all’impegno delle RSU”.
“Si tratta di un obiettivo che ha una portata storica poiché era da più di 20 anni che tantissimi dipendenti aspettavano di avere un inquadramento contrattuale a tempo pieno. Il passaggio al full time riguarda anche gli agenti della Polizia Municipale: questo permetterà di avere un maggiore controllo sulla sicurezza della città. Allo stesso tempo, a beneficiare di questa novità saranno anche tutti quegli uffici e quei servizi costretti, finora, a reggersi su un grande numero di dipendenti part-time”. Foggia capoluogo compie un passo avanti, ma la situazione generale resta deficitaria in gran parte della provincia. Come la FP Cgil ha avuto già modo di rimarcare, “quota 100” e i normali pensionamenti hanno svuotato gli uffici e decapitato le competenze in moltissime amministrazioni comunali della Capitanata, smembrando le strutture burocratiche. Resta altissimi il pericolo che i Comuni si trasformino in gusci vuoti, con una manciata di dipendenti comunali costretti a fare i factotum, sballottati e messi sulla graticola da scadenze e adempimenti da chiudere in fretta e furia. Se le cose dovessero restare come sono, molte amministrazioni comunali avranno gravi difficoltà nel poter programmare, operare sui bandi, dare continuità all’erogazione dei servizi, rispondere alle esigenze crescenti di una larga fetta di famiglie impoverite dal Covid-19, se non si pensa fin d’ora, da subito, al potenziamento strategico degli organici e agli investimenti sulle competenze. E’ un allarme che la FP Cgil Foggia lanciò già a fine estate. In alcune importanti realtà comunali, il combinato disposto rappresentato da quota 100 e da deficitarie politiche sul personale, sta causando il dimezzamento delle piante organiche e il loro impoverimento anche dal punto di vista delle competenze più specialistiche e necessarie.
“Il premier Conte in Europa ha lavorato affinché l’Italia, con riguardo particolare per il Sud, nei prossimi anni possa impiegare oltre 200 miliardi di euro per rilanciare la propria economia e il sostegno a imprese e famiglie che più hanno risentito gli effetti della crisi. Si tratta di risorse che, in gran parte, arriveranno ai Comuni attraverso le Regioni. Quei soldi dovranno essere utilizzati in modo trasparente, efficace e tempestivo. Senza una macchina burocratica preparata e in forze, i Comuni non riusciranno a gestire le incombenze derivanti da procedure, tempi definiti, protocolli digitali. Questo può portare a due conseguenze, entrambe negative: essere costretti a ricorrere al privato per ovviare alle proprie carenze; oppure restare al palo creando ritardi su ritardi, con una mancanza di risposte ai cittadini che potrebbero acuire il disagio e le tensioni sociali”, ha spiegato La Vecchia.

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)