Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Chi c'è online

Abbiamo 191 visitatori e nessun utente online

Primo piano

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

campo
Campo: "Incentiviamo l'uso della bici realizzando piste sicure e connesse tra loro praticamente in tutto il territorio pugliese"

La realizzazione della rete ciclabile pugliese è un obiettivo concretamente raggiungibile grazie all'approvazione, nella seduta odierna e all'unanimità, del Piano Regionale della Mobilità Ciclistica da parte della V Commissione Ambiente.
Si tratta di una pianificazione dettagliata e articolata che mira a promuovere e valorizzare la mobilità lenta urbana ed extra urbana definendo itinerari di lunga percorrenza da realizzare prevalentemente sulle strade a bassa intensità di traffico.
L'obiettivo generale, a cui non è estranea la riduzione dell'impatto ambientale del traffico veicolare privato, si declina in una serie di obiettivi specifici: dallo sviluppo del cicloturismo alla diffusione della cultura della ciclabilità; dalla progettazione concertata a livello territoriale all'incentivazione dell'uso della bicicletta anche per gli spostamenti usuali e sistematici.
La sinergia tra i diversi enti di governo del territorio, come tra questi e le organizzazioni sociali che si occupano della promozione della mobilità lenta, è uno snodo strategico della pianificazione realizzata in Regione, perché da questa collaborazione dipenderà la creazione di una rete ciclabile sicura, accessibile e diffusa, la diffusione del cicloturismo e, più in generale, una maggiore qualità di vita.
Altrettanto strategico è il riflesso della pianificazione sulla valorizzazione dei luoghi attraversati dalle ciclovie - borghi, aree di pregio culturale, siti naturalistici, aree protette, ecc. - la cui bellezza e particolarità fungerà da ulteriore attrattore turistico. E ciò sarà tanto più vero quanto più si realizzeranno connessioni tra ciclovie e aeroporti, stazioni ferroviarie, porti, terminal bus e velostazioni.
Utilizzare la bici invece dell'auto è uno dei comportamenti individuali che hanno positivi riflessi sull'ecosistema ed il Piano Regionale della Mobilità Ciclistica lo incentiva realizzando infrastrutture diffuse e sicure.

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

grano duro
Silvana Roberto: “Continuiamo a sostenere che Foggia sia la sede più logica della CUN”

“Sul grano duro, elemento portante della cerealicoltura pugliese, c’è tanto lavoro da fare: la nascita della Commissione sperimentale nazionale, che il 20 settembre si è riunita per la prima volta e tornerà a farlo il prossimo 4 ottobre, è un primo passo a cui ne dovranno seguire molti altri. Auguriamo buon lavoro ai componenti della nuova struttura”. E’ Silvana Roberto, responsabile CIA Puglia del GIE Cereali, a commentare i primi passi del neonato organismo convocato dal Ministero dell’Agricoltura che dovrà essere ‘presidio’ per la trasparenza dei prezzi del grano duro. “CIA Agricoltori Italiani della Puglia ha sempre sostenuto, e continuerà a farlo, che Foggia e la Capitanata rappresentino la sede più naturale di quella che, superata la fase sperimentale, dovrà configurarsi come Commissione Unica Nazionale sul prezzo del Grano. Sarebbe l’approdo più logico e giusto per quanto riguarda numeri, qualità e quantità della produzione, storia e capacità innovativa espressi da aziende, centri di ricerca e università. Foggia e la Capitanata, ma anche l’area metropolitana di Bari, la provincia di Barletta-Andria-Trani e, più in generale, tutta la Puglia rappresentano la macro-area nella quale operano non solo tutti gli attori della filiera che va dal campo alla pasta, ma anche le strutture che lavorano quotidianamente alla sperimentazione e alla ricerca applicata”. Secondo CIA Agricoltori Italiani della Puglia, le scelte di politica agricola nazionale devono orientarsi verso una valorizzazione concreta delle produzioni agricole di qualità, in tal senso per il settore grano duro - di rilevanza strategica per il nostro Paese se pensiamo che la pasta è uno dei prodotti di punta del made in Italy nel mondo - vanno utilizzate le risorse a disposizione del Mipaaf, da ultimo quelle stanziate con la legge di bilancio 2021 e poi anche le risorse del PNRR e del Fondo complementare: la filiera del grano duro è un asset fondamentale per il nostro Paese e, come tale, deve essere tutelata e valorizzata in tutte le sue fasi. In tal senso vanno affrontati anche i ritardi dei pagamenti AGEA per i contributi sui de minimis inerenti ai contratti di filiera. Nel 2020, complessivamente la Puglia ha prodotto 9,5 milioni di quintali del prezioso cereale, il 35% della produzione nazionale, impiegando una superficie pari a 344.300 ettari. Da sola, la provincia di Foggia nel 2020 riuscì a produrre 7.125.000 quintali su una superficie di 240mila ettari, con una resa media per ettaro di 29,68 quintali.
“Lo diciamo da tempo: serve un patto tra produttori e trasformatori nel segno del ‘made in Italy’ e del nostro grano duro come elemento principe della pasta italiana di qualità. Nel 2021, le importazioni di grano duro sono calate, purtroppo però si tratta di una tendenza contingente e, senza una precisa volontà, le logiche speculative potrebbero presto tornare a favorire il grani duri esteri a danno di quello italiano, in particolare quello pugliese”.
Gli eventi climatici estremi degli ultimi mesi hanno caratterizzato, nel 2021, una campagna cerealicola nella quale i prezzi più alti riconosciuti ai produttori non sono riusciti a compensare la diminuzione della resa per ettaro, che in diverse zone della Puglia arriva a toccare il - 40%, e l’aumento medio dei costi di produzione stimato almeno in un +30%.

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

rifiutiDopo il grande successo dell’iniziativa dello scorso 13 giugno, l’associazione Plastic Free onlus di Capitanata, con il suo referente provinciale Alessandro SCOLOZZI, ha deciso di continuare l’attività di raccolta plastica in provincia di Foggia con una grande iniziativa presso il Parco regionale dell’Incoronata. L’evento, previsto per la mattina di domenica 26 settembre 2021 a partire dalle 09.00 prevede, appunto, la raccolta di rifiuti e materiali plastici abbandonati nell’area pic-nic del bosco dell’Incoronata.
L’evento, aperto a chiunque voglia condividere l’iniziativa che ha anche lo scopo di sensibilizzare l’opinione pubblica e le istituzioni, avrà inizio alle 9.00 e si concluderà alle 12.00. Potranno partecipare tutti e di tutte le età, scolaresche, famiglie, ragazzi, comitati cittadini o associazioni desiderosi di dare il proprio contributo.
I sacchi per la raccolta saranno consegnati in loco, mentre ai partecipanti è consigliato di munirsi di guanti da giardinaggio e/o di una pinza telescopica per raccolta rifiuti oltre che la mascherina.
I minori dovranno essere accompagnati dai genitori che firmeranno una liberatoria. Ai fini della tracciabilità si rende obbligatoria la registrazione da effettuarsi cliccando al link https://www.plasticfreeonlus.it/eventi/26-sett-foggia/

Alessandro SCOLOZZI
Referente Provincia di Foggia
Associazione Plastic Free Onlus

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

fastconfsal
Le Segreterie Regionali Confsal Puglia e Fast Confsal Puglia hanno incontrato l’Assessore regionale presso gli uffici della Regione Puglia ponendo in risalto la valenza per persone e merci della linea ferroviaria Foggia-Manfredonia

Nei giorni scorsi si è tenuto un incontro presso la Regione Puglia a Bari, tra l’Assessora Regionale ai Trasporti e Mobilità Sostenibile la dott.ssa Anna Maurodinoia e i rappresentanti della Confsal (Vito Masciale) e della sua federazione Trasporti e Logistica Fast (Vincenzo Cataneo) sulla linea ferroviaria Foggia-Manfredonia e corridoio multimodale con il porto alti fondali sipontino.

“Da parte della Regione Puglia c’è volontà di rafforzare il collegamento ferroviario che collega il Capoluogo dauno al comune sipontino e il corridoio multimodale con porto alti fondali”, ha dichiarato l’assessora Maurodinoia. Una questione fortemente contraddittoria rispetto agli attuali indirizzi di sicurezza nella mobilità anche nell’ottica della sostenibilità ambientale e quindi anche per la transizione ecologica. Tale questione annosa potrebbe trovare una soluzione adeguata grazie al Piano Attuativo del Piano Regionale dei Trasporti, in fase di costruzione, che sarà ultimato a fine 2021.
“Come Regione Puglia ci teniamo ad ascoltare il territorio. Sarò a Foggia ad ottobre per incontrare la Provincia e dialogare sul da farsi. Inviteremo anche Trenitalia ed RFI”, ha proseguito l’assessora nel corso dell’incontro tenuto ieri. La Regione Puglia in quel di Bari ieri ha risposto alle sollecitazioni di Confsal e Fast. Non si può dire lo stesso, finora, dell'Amministrazione provinciale di Foggia.
Durante l’incontro i rappresentanti sindacali hanno discusso ed elencato le argomentazioni della nota inviate in precedenza a Presidente e Assessore al ramo della regione Puglia e al Presidente della Provincia di Foggia che sono la declinazione territoriale di quelle presentate al Governo lo scorso 08.10 u.s. nel convegno “Italia velocemente connessa” con un position paper nel quale Fast e Confsal, partendo dalle strategie e dagli obiettivi individuati negli Allegati ai Documenti di Economia e Finanza del Ministero Infrastrutture e Mobilità Sostenibili “Connettere l’Italia” 2015-2018 e #Italiaveloce 2020, hanno sottolineato la necessità e l’urgenza, come sistema Paese, di dover garantire un’equa connettività e accessibilità territoriale, sia infrastrutturale che nei servizi di trasporto, agli operatori economici e a tutti i cittadini italiani recuperando i divari esistenti soprattutto nel Mezzogiorno. “C’è l’urgenza di realizzare collegamenti infrastrutturali sia con il Porto Alti Fondali di Manfredonia, destinatario di investimenti per 120mln di euro, connettendolo con l’elettrificazione della linea ferroviaria alla Rete TEN-T nel nodo multimodale di Foggia per supportare le aree della ZES come l’ASI di Incoronata – sottolinea i Segretario regionale Fast-Confsal Vincenzo Cataneo che proseguendo puntualizza - il trasporto ferroviario riduce l’inquinamento ambientale, i tempi di percorrenza, agevola gli spostamenti di soggetti con disabilità, permette l’integrazione della mobilità dolce e soprattutto agevola il decongestionamento del trasporto extraurbano ed urbano.
Il responsabile Confsal Vito Masciale ha sottolineato l’importanza del trasporto combinato che vede la Lotras impegnata a Brindisi: “Sul versante del trasporto merci, le nostre proposte coincidono con il progetto proposto recentemente a Brindisi con i camion su ferrovia. Da Brindisi a Forlì, i camion viaggieranno su ferro, poi l'ultimo miglio è svolto su gomma. Pertanto -conclude Cataneo- la linea ferroviaria elettrificata Foggia-Manfredonia ha una doppia valenza: per passeggeri con un modello di esercizio simile a quello della tratta Foggia-Lucera. per trasporto merci in vista anche del potenziamento del Porto Alti Fondali”. Un progetto che per Confsal e Fast non può e non deve finire nuovamente nel dimenticatoio.

Ufficio Stampa Fast Puglia e Basilicata

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

comunesansevero330 MILA EURO DI FINANZIAMENTO AL COMUNE DI SAN SEVERO DAL GAL DAUNIA RURALE PER RENDERE PIU’ ATTRATTIVA LA CITTA’ DEI CAMPAMILI.

Circa 330 mila euro per due diversi interventi di finanziamento del GAL Daunia Rurale 2020 al Comune di San Severo per qualificare l’offerta socio-culturale con servizi innovativi che possano rendere più attrattivo il territorio della Città dei Campanili.
Ieri, il Sindaco Francesco Miglio, insieme ai sindaci dei Comuni di Apricena, Chieuti, Poggio Imperiale, San Paolo di Civitate, Serracapriola e Torremaggiore, destinatari di altri finanziamenti, ha sottoscritto, presso la sede del Gal a San Severo, gli atti di concessione dei finanziamenti relativi agli Interventi 3.1 e 4.2 rivolti proprio a Comuni ed Enti Pubblici. Nella circostanza il Sindaco Miglio, era accompagnato dal Vice Sindaco Salvatore Margiotta, dagli Assessori Celeste Iacovino e Luigi Montorio e dal Presidente del Consiglio Comunale Ciro Cataneo.
“I fondi serviranno a potenziare le strategie di valorizzazione del patrimonio culturale e rurale – dichiara il Sindaco Miglio - ed a migliorare l’attrattività socio-culturale dell’Alto Tavoliere anche per fini turistici, potenziando il legame dei cittadini con il territorio e la sua identità, ma senza tralasciare l’inclusione sociale. Il Comune di San Severo con il progetto vincitore dell’intervento 4.2, riporterà in vita l’ex palazzina Liberty che diventerà un nuovo spazio di promozione del territorio, del patrimonio culturale e delle tradizioni con un linguaggio innovativo che fonde realtà virtuale, 3D e ologrammi, inglobando e potenziando l’investimento già realizzato dal precedente Gal Daunia Rurale. Grazie all’intervento 3.1 realizzereremo invece i lavori di ristrutturazione e riqualificazione degli ambienti siti in località Torretta Principe, circondata da 1600 ettari di terreno, occupati da orti e boschi. La struttura e l’intera area diventeranno un polo strategico di snodo ed integrazione tra i servizi socio-educativi e culturali della città”.

l’Addetto Stampa
Michele Princigallo

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)