Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Chi c'è online

Abbiamo 194 visitatori e nessun utente online

Primo piano

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

universSi svolgeranno dal 17 al 19 settembre 2022 a Foggia e Vieste le Giornate Nazionali della Formazione Insegnanti, ospitate dall’Università di Foggia e organizzate con il patrocinio della Conferenza dei Rettori delle Università Italiane (CRUI).

Confronti e riflessioni sul tema della formazione saranno il fulcro di tre giorni intensi, che vedono ancora una volta l’Unifg protagonista sui temi della formazione.
In particolare, verranno sviluppati e discussi 5 temi:
• Riforma del reclutamento degli insegnanti
• Nuove traiettorie della formazione iniziale e continua
• Teaching Learning Center e centri di formazione d'Ateneo
• Esperienze e ricerche su competenze metodologiche e didattiche
• Studi e ricerche sulla valutazione

L’evento avrà inizio nella mattinata del 17 settembre, alle ore 11.00, con una sessione plenaria presso l’Aula Magna “G. Cipriani” – Dipartimento di Studi Umanistici - dell’Università di Foggia. Una tavola rotonda sul tema della formazione insegnanti aprirà le giornate, che proseguiranno nella splendida cornice di Vieste.
Gli esperti e ospiti dell’evento si sposteranno nella città garganica nel pomeriggio di sabato 17 settembre e si confronteranno su temi specifici nelle sessioni parallele previste per l’intera giornata del 18 settembre.
La seconda giornata si concluderà con due tavole rotonde: una su TCL in Italia e l’altra su “Digital education hub in Italia”.

Il rientro a Foggia è previsto nella mattinata del 19 settembre.

Per l’Università di Foggia si tratta di un’ulteriore importante occasione di crescita e confronto sui temi della formazione, ponendosi in continuità con le Giornate dell’Orientamento Universitario svoltesi nel mese di giugno.
Anche queste giornate, infatti, vedranno l’attiva partecipazione di docenti ed esperti provenienti da tutti gli Atenei italiani.

Area Comunicazione - Ufficio stampa

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

celleIl premio è stato consegnato venerdì 9 settembre, Il borgo entra nel volume delle 100 mete d’Italia

CELLE DI SAN VITO “Conferiamo al comune di Celle di San Vito il riconoscimento di Eccellenza di Puglia”. Con queste parole la giornalista e conduttrice televisiva, Alda D’Eusanio, ha premiato con una pergamena il comune cellese. La consegna è avvenuta venerdì 9 settembre, presso il Boomerang Club di Marina di Manduria, all’interno dell’evento “Nuovi Scenari e opportunità per una Italia icona di bellezza nel mondo” organizzato dall’Associazione Verapuglia nel Mondo. L’importante premio è stato consegnato nelle mani della responsabile del settore economico-finanziario del Comune di Celle di San Vito, Lucia Fiscante, delegata dalla sindaca del piccolo comune foggiano, Palma Maria Giannini. “Il riconoscimento premia non solo l’amministrazione comunale ma un’intera comunità – ha dichiarato il primo cittadino Giannini – questo risultato ci darà ancora più coraggio ed entusiasmo per affrontare le future sfide che ci attendono.” Il convegno, che ha avuto anche il supporto dell’Associazione Liber e della casa editrice RDE, ha visto gli interventi, fra gli altri, di Antonio Iazzi, professore di Marketing e Management strategico delle imprese turistiche dell’Università del Salento, di Carlo Maria Ferro, presidente dell’Agenzia per la promozione all’estero e l’internalizzazione delle imprese italiane, di Maurizio Vallone, direttore generale della DIA (Direzione Investigativa Antimafia), Laura D’Aprile, capo dipartimento del Ministero della Transizione Ecologica, Barbara Lusi, vice segretario generale del Ministero dello Sviluppo Economico e Massimo Sessa, presidente del Consiglio superiore dei lavori pubblici.
Dal dibattito è scaturita la valenza del territorio, dei prodotti e della qualità imprenditoriale pugliese. Da qui, l’esigenza di creare una forte identità che rappresenti queste positività come strumento di vocazione per turisti e consumatori. E, per creare questa identità, è stato da tutti condivisa la necessità di fare aggregazione, fra enti e fra enti ed imprenditoria locale.
Oltre al comune di Celle di San Vito, è stato premiato come “Eccellenza di Puglia” anche il comune foggiano di Peschici.
Il riconoscimento di “Eccellenza di Puglia” segue il premio, già assegnato al comune di Celle di San Vito, di “Mete d’Italia” con il conseguente inserimento del comune cellese nel volume, a diffusione nazionale, “100 Mete d’Italia”, presentato presso il Senato della Repubblica a Roma.
Il testo ha avuto il patrocinio del Senato della Repubblica, della Presidenza del Consiglio dei Ministri, di Federturismo Confindustria, dell’Anci e dell’Istituto per il Credito Sportivo oltre a 6 Ministeri della Repubblica (Interno, Sviluppo Economico, Politiche agricole ed alimentari, Ambiente, Lavoro e Politiche sociali e Beni e Attività Culturali). Presidente del Comitato d’onore dell’iniziativa Franco Frattini, presidente di sezione presso il Consiglio di Stato. I membri del comitato promotore, sono, fra gli altri, Francesco Saverio Abate, direttore generale presso il Ministero delle Politiche Agricole, Mariano Grillo, direttore generale del Ministero dell’Ambiente e Peppe Vessicchio, direttore d’orchestra.
Il convegno ha avuto come main partner il gruppo Enel, primo fornitore di elettricità in Italia.

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

carlantinoParticolare attenzione alla fruibilità per i disabili, già attiva la modernissima ‘stazione’ delle biciclette

CARLANTINO Intervenire sulle strutture sportive, ristrutturarle e restituirle più moderne, sicure e fruibili alla Comunità. Il Comune di Carlantino utilizzerà 175mila euro per l’adeguamento delle infrastrutture destinate allo sport. I lavori riguardano in particolare il vecchio campo da tennis, che sarà trasformato in una struttura polivalente, e il parco giochi.
Di nuova costruzione, invece, la struttura della bike station. “In un piccolo comune come il nostro, dove mancano numerosi servizi offrire ai ragazzi, la possibilità di praticare attività sportive diventa di fondamentale importanza – ha dichiarato il sindaco di Carlantino, Graziano Coscia – siamo stati anche attenti alla disabilità sia nell’inserire nel parco comunale giochi fruibili ai disabili sia nel realizzare un accesso a loro dedicato nella gradinata della struttura polivalente”.
Il vecchio campo da tennis si sta trasformando in un campo polivalente. Grazie a 100mila euro stanziati dalla Regione Puglia, la struttura offrirà la possibilità di praticare tennis, pallavolo, calcetto e basket. Si stanno realizzando una nuova recinzione, una nuova pavimentazione e una nuova gradinata. Non solo, un vecchio rudere attiguo al complesso è stato abbattuto per costruire un piccolo chiosco in legno con area ristoro.
Già realizzata e funzionante è la struttura relativa alla bike station: 8 bici e 2 segway formano il parco dei mezzi mobili destinati all’utenza. Il servizio, fruibile tramite noleggio giornaliero o ad ora, è stato affidato all’associazione “Archeotrekking Occhito” di Carlantino. Costo dell’opera 50mila euro.
Per i più piccoli, grazie a 10mila euro ottenuti dalla Regione Puglia, il parco giochi comunale è stato arricchito di nuovi giochi, alcuni di questi usufruibili anche dai disabili.
Discorso a parte merita il campo sportivo comunale: in attesa di avere i finanziamenti necessari a riportare alla completa fruibilità la struttura (finanziamenti ai quali l’Amministrazione si è già candidata presentando il relativo progetto), il Comune di Carlantino ha completato un primo e importante intervento utilizzando 14mila euro di fondi ministeriali per ristrutturare lo spogliatoio dell’impianto che era inagibile. Gli interventi hanno riguardato l’impianto idrico, quello elettrico, gli infissi, la tinteggiatura interna ed esterna e sono state installate delle grate per evitare atti vandalici.

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

celleIl premio è stato consegnato venerdì 9 settembre, Il borgo entra nel volume delle 100 mete d’Italia

CELLE DI SAN VITO “Conferiamo al comune di Celle di San Vito il riconoscimento di Eccellenza di Puglia”. Con queste parole la giornalista e conduttrice televisiva, Alda D’Eusanio, ha premiato con una pergamena il comune cellese. La consegna è avvenuta venerdì 9 settembre, presso il Boomerang Club di Marina di Manduria, all’interno dell’evento “Nuovi Scenari e opportunità per una Italia icona di bellezza nel mondo” organizzato dall’Associazione Verapuglia nel Mondo. L’importante premio è stato consegnato nelle mani della responsabile del settore economico-finanziario del Comune di Celle di San Vito, Lucia Fiscante, delegata dalla sindaca del piccolo comune foggiano, Palma Maria Giannini. “Il riconoscimento premia non solo l’amministrazione comunale ma un’intera comunità – ha dichiarato il primo cittadino Giannini – questo risultato ci darà ancora più coraggio ed entusiasmo per affrontare le future sfide che ci attendono.” Il convegno, che ha avuto anche il supporto dell’Associazione Liber e della casa editrice RDE, ha visto gli interventi, fra gli altri, di Antonio Iazzi, professore di Marketing e Management strategico delle imprese turistiche dell’Università del Salento, di Carlo Maria Ferro, presidente dell’Agenzia per la promozione all’estero e l’internalizzazione delle imprese italiane, di Maurizio Vallone, direttore generale della DIA (Direzione Investigativa Antimafia), Laura D’Aprile, capo dipartimento del Ministero della Transizione Ecologica, Barbara Lusi, vice segretario generale del Ministero dello Sviluppo Economico e Massimo Sessa, presidente del Consiglio superiore dei lavori pubblici.
Dal dibattito è scaturita la valenza del territorio, dei prodotti e della qualità imprenditoriale pugliese. Da qui, l’esigenza di creare una forte identità che rappresenti queste positività come strumento di vocazione per turisti e consumatori. E, per creare questa identità, è stato da tutti condivisa la necessità di fare aggregazione, fra enti e fra enti ed imprenditoria locale.
Oltre al comune di Celle di San Vito, è stato premiato come “Eccellenza di Puglia” anche il comune foggiano di Peschici.
Il riconoscimento di “Eccellenza di Puglia” segue il premio, già assegnato al comune di Celle di San Vito, di “Mete d’Italia” con il conseguente inserimento del comune cellese nel volume, a diffusione nazionale, “100 Mete d’Italia”, presentato presso il Senato della Repubblica a Roma.
Il testo ha avuto il patrocinio del Senato della Repubblica, della Presidenza del Consiglio dei Ministri, di Federturismo Confindustria, dell’Anci e dell’Istituto per il Credito Sportivo oltre a 6 Ministeri della Repubblica (Interno, Sviluppo Economico, Politiche agricole ed alimentari, Ambiente, Lavoro e Politiche sociali e Beni e Attività Culturali). Presidente del Comitato d’onore dell’iniziativa Franco Frattini, presidente di sezione presso il Consiglio di Stato. I membri del comitato promotore, sono, fra gli altri, Francesco Saverio Abate, direttore generale presso il Ministero delle Politiche Agricole, Mariano Grillo, direttore generale del Ministero dell’Ambiente e Peppe Vessicchio, direttore d’orchestra.
Il convegno ha avuto come main partner il gruppo Enel, primo fornitore di elettricità in Italia.

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

fastconfsalTRATTA BOLOGNA-BARI, FAST-CONFSAL: "BENE L'AVVIO DELLA DORSALE ADRIATICA, MA GIOVANNINI SI È DIMENTICATO DI FOGGIA".
La Fast-Confsal nazionale interviene dopo il comunicato del MIMS sul potenziamento della dorsale Adriatica

"Siamo contenti che il progetto per la linea ferroviaria Bologna-Bari si sia finalmente sbloccato, ma il governo si è perso per strada alcuni pezzi che rischiano di pregiudicare le potenzialità dell'opera infrastrutturale per lo sviluppo del Mezzogiorno". Commenta così il segretario generale Fast, Pietro Serbassi, l'annuncio del ministro delle Infrastrutture, Enrico Giovannini, sull'affidamento ad RFI dei lavori per l'ammodernamento della tratta Bologna-Bari e, proseguendo, fa rilevare che: "Da anni sosteniamo, attraverso analisi e proposte presentate anche alle istituzioni, l'importanza strategica della dorsale ferroviaria adriatica. Quindi non possiamo che accogliere con soddisfazione l'accordo sul progetto per la velocizzazione, l'ammodernamento e il miglioramento della linea ferroviaria Adriatica e l'affidamento ad RFI della progettazione e della realizzazione degli interventi".

"Detto questo - prosegue il sindacalista - siamo costretti a constatare che nel piano ci sono delle imprecisioni, mancate priorità e alcune inspiegabili lacune che auspichiamo siano colmate il prima possibile. La più rilevante riguarda la creazione dell'hub intermodale di Foggia, che comprende la realizzazione della stazione (non fermata) AV Foggia e il suo collegamento con l'aeroporto Gino Lisa, l'elettrificazione della linea Foggia-Manfredonia incluso il raccordo già esistente unitamente alla rifunzionalizzazione del porto alti fondali sipontino. Tutte opere richieste dal territorio e, in parte, già previste da tempo nel documento strategico della Mobilità Ferroviaria, nella programmazione della ZES interregionale Adriatica e dalla stessa Regione Puglia".

Nel suo comunicato ha posto inoltre in rilievo anche la disparità di visione per lo sviluppo territoriale e socio-economico del Mezzogiorno rispetto ad altre zone del Paese ad esempio dal punto dell’accessibilità e intermodalità: "Con pochi e mirati interventi, di cui alcuni già finanziati da anni, ma non realizzati, unitamente a modesti interventi di sistema correlati si potrebbe trasformare il nodo urbano di Foggia, unico crocevia sulla dorsale adriatica di ben due corridoi multimodali sulla rete Ten-T (Baltico-Adriatico e Scandinavo-Mediterraneo), in un Hub Multimodale. Ma qualcuno - denuncia Serbassi - ha evidentemente ritenuto ci fossero altre priorità. Come quella, ad esempio, di creare una stazione a Desenzano del Garda a meno di 45 km dalle due, prima e dopo, di Brescia e Verona. Speriamo che il governo ritorni presto a confrontarsi con le parti sociali, sia datoriali sia sindacali, per colmare queste incomprensibili dimenticanze".

Il Direttivo regionale della Fast-Confsal di Puglia e Basilicata, appresa la notizia, ha deciso di effettuare alcune iniziative concrete in merito: “Nei prossimi giorni, in attesa di ricevere una convocazione richiesta al sig. Prefetto, daremo vita ad una prima manifestazione con sit-in a Foggia -precisa Vincenzo Cataneo segretario regionale- su quanto posto pregevolmente in rilievo dalla Segreteria generale, da sempre al fianco delle rappresentanze regionali della Federazione per promuovere coesione e accessibilità territoriale con pari opportunità in tutto il Paese, e per affrontare le problematiche da noi segnalate anche ai Comuni foggiani interessati ad opere infrastrutturali del Fondo di Sviluppo e Coesione 2014-2020, con finanziamenti e senza cantieri aperti, nonché a Provincia di Foggia, Regione Puglia e Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili per le loro responsabilità istituzionali.”
Ufficio Stampa Fast Puglia e Basilicata

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)