Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Traduzione

Chi c'è online

Abbiamo 311 visitatori e nessun utente online

Primo piano

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

logoPDDichiarazione di Davide Emanuele, segretario cittadino del PD di Foggia

Multare la solidarietà è incomprensibile e inaccettabile. Bloccare e interrogare, a quanto si apprende anche aspramente, i volontari dell'associazione Fratelli della Stazione mentre si apprestavano a svolgere il servizio che effettuano da quasi 20 anni è incomprensibile e inaccettabile.
È incomprensibile e inaccettabile chiedere un 'titolo di viaggio', espressione burocratica che sta per biglietto del treno, a ragazze e ragazzi che la sera entrano in stazione per occuparsi dei poveri e degli emarginati che hanno eletto quello spazio, quelle strutture e i vagoni inutilizzati a rifugio notturno.
Ed è altrettanto incomprensibile e inaccettabile ogni tentativo di giustificare il comportamento degli operatori che hanno, sì, applicato norme esistenti, ma senza alcuna disponibilità alla comprensione effettiva di chi fosse loro davanti e quale fosse il motivo del loro ingresso in stazione. Eppure alla Polfer, ai Servizi sociali, alla Polizia municipale li conoscono bene, visto che è anche a loro che si rivolgono quando ci sono casi particolari, e particolarmente fastidiosi, da affrontare e risolvere.
Ragazze e ragazzi, donne e uomini, italiani e stranieri che lo fanno da 20 anni accompagnati dal sostegno di tanti cittadini e appesantiti dall'indifferenza delle istituzioni cittadine.
A proposito, la neo assessora alle Politiche sociali oggi farebbe buona cosa ad indossare la fascia tricolore - quella che simboleggia la rappresentanza della città di Foggia e che ha sfoggiato ad una manifestazione di partito - e a recarsi in Questura per chiedere ai vertici provinciali della Polizia di Stato chiarimenti su quanto accaduto.
Perché è importante provare a rendere comprensibile, se mai possibile, una vicenda che s'inscrive nel novero di piccole e grandi vessazioni inflitte a chi svolge volontariato in favore di emarginati e migranti che abitano gli intersitizi delle nostre città o che si appigliano a zattere di umanità per approdare ai nostri porti.
All'associazione Fratelli della Stazione e ai ragazzi che hanno vissuto direttamente quanto accaduto ieri va tutta la solidarietà umana e politica della comunità del Partito Democratico di Foggia.

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

scuolaFOSCOLO - GABELLI: TUTTI A SCUOLA SENZA ZAINO
INAUGURAZIONE IL 16 SETTEMBRE
È la prima scuola a Foggia ad aderire al modello DADA.
La rivoluzione dell’Eppur Si Muove parte da qui

La “comunità educante in movimento” dell’Istituto Comprensivo “Foscolo - Gabelli” di Foggia si appresta a diventare “scuola Dada”, modello basato sulle didattiche per ambienti di apprendimento (da cui l’acronimo). 

Una visione innovativa dell’ambiente scolastico in cui i ragazzi, durante i cambi d’ora, si spostano nei diversi laboratori dove trovano gli strumenti didattici messi a disposizione dalla scuola. La scuola Dada senza zaino offre, inoltre, l’opportunità di lasciare negli armadietti personali assegnati a ciascun allievo il materiale che tornerà utile durante la giornata da trascorrere a scuola, come in una vera ‘high school’ americana.
Un istituto Dada funziona per “aula–ambiente di apprendimento” con le aule che si trasformano, diventando laboratori assegnati ai docenti della stessa disciplina, che prevedono la rotazione dei gruppi classe nel cambio d’ora. Tale spostamento degli alunni da un laboratorio all’altro è utile per la riattivazione della concentrazione e delle capacità cognitive e funzionale al processo di insegnamento-apprendimento attivato: in virtù di questo, gli studenti possono divenire attori principali e motivati nella costruzione dei loro saperi.
L’inaugurazione della prima scuola Dada di Foggia si svolgerà lunedì 16 settembre, alle ore 10, dando il via ufficialmente alle attività didattiche per i numerosi studenti che frequentano l’istituto di via Baffi. Si parte con la scuola secondaria di I grado, mentre la primaria dovrebbe avviare questa formula innovativa nel secondo quadrimestre.
All’evento prenderanno parte le dirigenti dell’Ufficio Scolastico regionale Anna Cammalleri e provinciale Maria Aida Tatiana Episcopo, il sindaco Franco Landella, l’assessore all’Istruzione Claudia Lioia e l’assessore alla Cultura Anna Paola Giuliani, il Rettore dell’Università di Foggia Maurizio Ricci e il neoeletto Pierpaolo Limone e il neoeletto presidente del Parco del Gargano Pasquale Pazienza. Saranno presenti, inoltre, Dario Colella, professore associato dell’Università degli Studi di Foggia e i dirigenti di due licei di Roma, Ottavio Fattorini del Liceo Labriola e Lidia Cangemi del Liceo Kennedy, fondatori del modello Dada.

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)


serviziocivilePUBBLICATO IL BANDO PER 4 OPERATORI VOLONTARI PER IL NUOVO PROGETTO DI SERVIZIO CIVILE UNIVERSALE AL MAT MUSEO DELL’ALTO TAVOLIERE DI SAN SEVERO. SCADENZA 10 OTTOBRE 2019

Il Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Universale, in data 04/09/2019, ha pubblicato i bandi per la selezione di 39.646 volontari da impiegare in progetti di Servizio Civile Universale da realizzarsi in Italia e all'estero. 

Anche quest’anno il MAT Museo dell’Alto Tavoliere di San Severo vede finanziato un suo progetto, “MUSEUM NO LIMITS. Il museo inclusivo”, che avrà la durata di dodici mesi. Verranno selezionati 4 Operatori Volontari.
Il progetto – rende noto il Sindaco avv. Francesco Miglio che segue la delega ai Servizi Museali - ha quale finalità generale quella di implementare l’offerta di servizi museali per ampliare la conoscenza e la comunicazione del patrimonio archeologico e storico del territorio di San Severo e dell’Alto Tavoliere. Il progetto si propone pertanto di aprire il MAT Museo dell’Alto Tavoliere della Città di San Severo, riconosciuta dalla Regione Puglia quale città d’arte, ad ogni tipologia di utenti, dal visitatore museale al turista interessato al patrimonio storico-artistico del territorio, e nei più diversificati periodi, inclusi quelli festivi”.
Gli aspiranti operatori volontari devono presentare la domanda di partecipazione, entro le ore 14.00 di giovedì 10 ottobre 2019, esclusivamente attraverso la piattaforma Domanda on Line (DOL) raggiungibile tramite PC, tablet e smartphone all’indirizzo https://domandaonline.serviziocivile.it
Sul sito del Dipartimento per le Politiche Giovanili e del Servizio Civile Universale, nella sezione "Selezione volontari SC" ci sono tutte le informazioni e la possibilità di leggere e scaricare il bando.

Per facilitare la partecipazione dei giovani e, più in generale, per avvicinarli al mondo del servizio civile, è disponibile il sito dedicato www.scelgoilserviziocivile.gov.it che, grazie al linguaggio più semplice, diretto proprio ai ragazzi, potrà meglio orientarli tra le tante informazioni e aiutarli a compiere la scelta migliore.
E’ possibile scaricare il bando del progetto “MUSEUM NO LIMITS. Il museo inclusivo” dal seguente link:
http://www.serviziocivile.provincia.foggia.it/index.php/nuovi-progetti
Per informazioni: MAT Museo dell’Alto Tavoliere Piazza san Francesco n°48 San Severo (FG) Tel. 0882.339611
Email: mat.sansevero@comune.san-severo.fg.it

l’Addetto Stampa
Michele Princigallo

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

uniDomani i test più affollati dell’Università di Foggia: occupate 11 sale, impegnate circa 100 unità del personale Tecnico-Amministrativo. Disponibili 367 posti suddivisi tra le sedi di Foggia, Matera, Lagonegro, San Giovanni Rotondo e Barletta.

Oltre 1100 domande pervenute (esattamente 1111) per occupare i 367 posti messi a bando. Undici sale impegnate, circa 100 unità del personale Tecnico-Amministrativo impegnate nelle operazioni di identificazione dei candidati (prima) e di vigilanza e garanzia del regolare svolgimento delle prove (dopo). Da sempre sono i test più affollati dell’Università di Foggia, quelli per l’accesso ai corsi di laurea a numero programmato delle Professioni sanitarie (Fisioterapia, Infermieristica, Dietistica, Tecniche di radiologia medica, Tecniche di laboratorio biomedico). Si svolgeranno domani, come al solito presso il multisala Città del Cinema (piazzale Anna De Lauro Matera, a Foggia), a partire dalle 11,00. In realtà l’arrivo dei candidati, provenienti da diverse regioni italiane, è previsto già dalle prime ore del mattino, mentre le operazioni di identificazione avranno inizio alle 7,00 e andranno avanti fino alle 10,30: dalle 11,00 in poi (come detto, orario di inizio dei test) i candidati avranno 100 minuti a disposizione per rispondere a 60 quesiti a soluzione multipla. Questi i 367 posti disponibili:
Fisioterapia
Posti disponibili: 30 + 3 (riservati ai cittadini non comunitari residenti all’estero)
Infermieristica (sede di Foggia)
Posti disponibili: 99 + 1 (riservato ai cittadini non comunitari residenti all’estero)
Infermieristica (sede di Barletta)
Posti disponibili: 74 + 1 (riservato ai cittadini non comunitari residenti all’estero)
Infermieristica (sede di Matera)
Posti disponibili: 40 + 1 (riservato ai cittadini non comunitari residenti all’estero)
Infermieristica (sede di Lagonegro)
Posti disponibili: 25 + 1 (riservato ai cittadini non comunitari residenti all’estero)
Infermieristica (sede di San Giovanni Rotondo)
Posti disponibili: 29 + n. 1 (riservato ai cittadini non comunitari residenti all’estero)
Dietistica
Posti disponibili: 13 + 2 (riservati ai cittadini non comunitari residenti all’estero)
Tecniche di radiologia medica, per immagini e radioterapia (sede di Barletta)
Posti disponibili: 12 + 2 (riservati ai cittadini non comunitari residenti all’estero)
Tecniche di Laboratorio Biomedico
Posti disponibili: 31 + 2 (riservati ai cittadini non comunitari residenti all’estero)


Davide Grittani

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)


logoPDCommissioni consiliari. "Il PD non ha accettato inciuci come quello tra Landella e Quarato per la Presidenza della Commissione Urbanistica"
Dichiarazione congiunta del Gruppo consigliare e del segretario cittadino Davide Emanuele

Il Partito Democratico di Foggia svolge e svolgerà con coerenza e lealtà, anche istituzionale, il ruolo di opposizione in Consiglio comunale. Abbiamo rifiutato la vice Presidenza del Consiglio comunale, a favore di un consigliere comunale del M5S, e la vice Presidenza di una Commissione, propostaci dalla maggioranza in occasione della composizione delle Commissioni consiliari, proprio per differenziare nettamente la nostra posizione politica dalla maggioranza guidata da Franco Landella e da chi accetta incarichi politici.
Ci risulta francamente incomprensibile quale sia il movente politico della decisione del candidato sindaco del M5S, l’ingegnere Giovanni Quarato neo presidente della Commissione Urbanistica, di accettare la proposta inciucista del sindaco Landella, avanzata per il tramite dei gruppi consiliari di centrodestra.
Le Commissioni sono diretta emanazione del Consiglio comunale e ne rispecchiano la composizione politica. A meno di non voler immaginare la costruzione di un'alleanza tra centrodestra e M5S, non si capisce per quale ragione affidare la Presidenza della commissione Urbanistica a chi ha dichiarato che avrebbe agito da oppositore dell'Amministrazione.
E non si capisce per quale ragione il consigliere comunale ingegnere Giovanni Quarato abbia accettato, formalmente, di assumere una funzione istituzionale sostanzialmente ostaggio della maggioranza di centrodestra.
Di ben altro significato e contenuto è stata la proposta, avanzata dal centrosinistra al M5S in campagna elettorale, di costruire un'alleanza programmatica sugellata dall'attribuzione della Presidenza del Consiglio comunale al candidato del M5S: funzione istituzionale ben più autonoma e con un rafforzato contenuto di garanzia per le minoranze.
Aver accettato con accondiscendenza la poltrona messa a disposizione dal centrodestra serve a Franco Landella per rifare un po' il trucco ad un'Amministrazione debole e soggetta a mille ricatti fin dal primo giorno e al consigliere comunale Giovanni Quarato per soddisfare un po' delle sue ambizioni, magari anche a scapito dei consiglieri e degli elettori del M5S.
Al contrario, in noi rafforza la determinazione ad essere distinti e distanti dall'Amministrazione Landella.

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)