Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Traduzione

Chi c'è online

Abbiamo 228 visitatori e nessun utente online

Primo piano

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

comunesanseveroZES ALTO TAVOLIERE: UN PRIMO INCONTRO A PALAZZO CELESTINI.

Su iniziativa dell’Assessore allo Sviluppo Economico Felice Carrabba, si è tenuto questa mattina presso la sala Raffaele Recca di Palazzo Celestini – Residenza Municipale - un incontro cui hanno partecipato i Sindaci o loro delegati dei Comuni dell’Alto Tavoliere: i lavori sono stati dedicati alla ZES - Zona Economica Speciale - ricadente nella ZES Adriatica.

Al tavolo tecnico, oltre al Comune di San Severo - rappresentato nella circostanza dal Sindaco avv. Francesco Miglio e dagli Assessori Carrabba e dr. Mario Marchese che segue la delega al Patrimonio - erano presenti i Comuni di Chieuti, Lesina, San Paolo Civitate, Torremaggiore, Serracapriola e Poggio Imperiale. Assenti i rappresentanti del Comune di Apricena.
“Vogliamo rendere concreti ed effettivi i benefici della Zona Economica Speciale – ha dichiarato l’Assessore Carrabba – ed abbiamo cominciato a lavorare di concerto con gli altri Comuni per presentare un progetto unico da candidare a finanziamento. Nel corso dell’incontro, in cui ci siamo a lungo soffermati sulla grande opportunità rappresentata dai notevoli benefici, in termini fiscali e di semplificazione amministrativa, che questo strumento comporterà, abbiamo deciso di individuare una giornata – prevista per la prossima settimana - al fine di avviare la concertazione di tale progettualità unica per tutto il comprensorio del Nord Tavoliere”.


l’Addetto Stampa
Michele Princigallo

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

miglio1
PROROGATA AL 19 SETTEMBRE LA SCADENZA DELLE DOMANDE PER IL PROGETTO DI ANTIMAFIA SOCIALE “MADE IN SAN SEVERO: LA RICETTA DELLA LEGALITA’”.

Il Sindaco avv. Francesco Miglio, l’Assessore alle Politiche Sociali avv. Simona Venditti, il Dirigente Area II ing. Francesco Rizzitelli, informano che è stato pubblicato l’AVVISO PUBBLICO per l’aggiornamento della graduatoria dei beneficiari da inserire nel Progetto di antimafia sociale: “MADE IN SAN SEVERO: LA RICETTA DELLA LEGALITÀ” - PROROGA TERMINI PRESENTAZIONE DOMANDE DI PARTECIPAZIONE. 

L’Associazione Temporanea di Scopo denominata “Made in San Severo: la ricetta della legalità” costituita in data 07/12/2018 e composta dal Comune di San Severo (ente capofila), Cooperativa sociale Agape, Cooperativa sociale Fortore Habitat, Smile Puglia Ente di Formazione, Consorzio Mestieri (enti partner) - ente amministratore del progetto “Made in San Severo: la ricetta della legalità” invita i cittadini interessati a presentare le domande di partecipazione alle attività del progetto entro giovedì 19 settembre 2019.
Il tema del progetto è “l’Arte ed il Cibo come bene comune”, che sarà il centro di un processo di coinvolgimento dei cittadini e dell’intera comunità mediante la produzione culinaria ed artistica.
Il percorso è organizzato in aree tematiche suddivise nei seguenti cantieri:
1) Cantiere CIBO E COMUNITA’
2) Cantiere VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO CULTURALE E ARTISTICO
3) Cantiere MULTIMEDIA E PRODUZIONI DIGITALI
Contenuti formativi Durata
Conservazione e stoccaggio delle materie prime 80 ore
Trattamento delle materie prime e dei semilavorati 80 ore
Preparazione di piatti 80 ore
Tra le varie attività da svolgere all’interno dei laboratori è previsto un corso di formazione con rilascio di crediti formativi e attestato di frequenza. La partecipazione al progetto è gratuita.
Gli aspiranti partecipanti devono produrre domanda di partecipazione compilata correttamente e corredata di copia del documento d’identità, indirizzata al COMUNE DI SAN SEVERO, ente capofila dell’ A.T.S. che realizza il progetto, esclusivamente secondo le seguenti modalità:
all’Ufficio Protocollo del Comune di San Severo – P.za Municipio n. 1; a mezzo PEC: protocollo@pec.comune.san-severo.fg.it, con la dicitura “Candidatura Cantieri Antimafia Sociale NOME e COGNOME”.
Per ulteriori informazioni e per ritirare il modello di domanda rivolgersi allo sportello front-office dell’ufficio dei Servizi Sociali, sito in viale Padre Matteo da Agnone snc, tel. 0882.339442/450/432.

l’Addetto Stampa
Michele Princigallo

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

vignanoticaL'allarme lanciato al Laboratorio del Mare Marlintremiti

Un'alga bruna minaccia le colonie di gorgonie sui fondali delle Isole Tremiti. Il Laboratorio del Mare Marlintremiti, già dallo scorso anno, aveva iniziato a prestare attenzione ad una particolare alga bruna che si stava sviluppando, in maniera rapida e massiva, sui fondali dell’Isola di San Domino. La presenza era stata osservata sul sito “Punto 55” nel luglio 2018 e interessava principalmente le zone del fondale colonizzate dalle Paramuricea clavata (Gorgonie) tra i 32 e 38 metri di profondità.
La particolarità di quest’alga bruna, apparentemente della specie Sporochnus pedunculatus, è il suo rapido accrescimento e lo sviluppo con talli eretti, che possono raggiungere 30-50 cm di lunghezza con una lentissima regressione. Tali dimensioni portano l’alga a ricoprire totalmente il fondale e le Paramuricee clavate su cui si sviluppa causandone la morte. Al “Punto 55”, dopo una serie di osservazioni subacquee, gli esperti del Laboratorio del Mare hanno stimato che, da luglio 2018, il 60% delle gorgonie sono da considerarsi morte.
Lo sviluppo e accrescimento di quest’alga determina purtroppo la morte delle colonie di Gorgonie in poche settimane. L’alga, infatti, ricoprendo totalmente la Gorgonia (vedi foto 1 e 2) non consente ai polipi di potersi nutrire “soffocando” la colonia. Ad oggi, la stessa alga in pochi giorni si è sviluppata e ha ricoperto un’altra zona del fondale dell’Isola di Caprara: la Secca di Punta Secca. Il suo sviluppo si stima che causerà la morte del 90% della Paramuricea clavatae presente sulla dorsale rocciosa compresa tra i 30 e 36 metri di profondità.
La presenza di quest’alga, dall’accrescimento e sviluppo rapido e massivo (verificato durante i 4/5 giorni di monitoraggio), non è stata mai segnalata negli anni precedenti e, viste le conseguenze, si ritiene importante studiare quali possibili fattori possano favorirne la presenza e lo sviluppo. Gli studi devono essere effettuati velocemente, prima che quest’alga si diffonda su tutti i fondali delle Tremiti e causi la scomparsa delle colonie di Gorgonia dai fondali delle Isole Tremiti. Il fenomeno non è da confondere con la “mucillagine” frequentemente osservata sui fondali dell’AMP. Le foto che seguono mostrano il drammatico cambiamento dei fondali al Punto 2 Mappa 1, confrontando i fondali con e senza la presenza dell’alga segnalata.
La Foto 1, scattata il 10 agosto 2019, evidenzia la situazione che da circa 20 giorni si sta sviluppando nell’AMP Isole Tremiti al Punto, con le Gorgonie totalmente ricoperte da questo tipo di alga, mentre la Foto 2 evidenzia il buono stato del fondale e delle stesse colonie 3 mesi fa (maggio 2019).
Dalle foto si comprende la preoccupazione per le colonie della Gorgonia del Laboratorio del Mare Marlintremiti che, con il suo staff di esperti e biologi marini, ha ritenuto necessario avviare degli studi sulle alghe presenti in alcune zone e sul fenomeno così drammatico per le conseguenze che può arrecare alla vita bentonica dell’AMP Isole Tremiti. Per questo il Laboratorio del Mare ha segnalato il fenomeno all’Ente Parco del Gargano nonché agli organi competenti a collaborare negli studi e nelle ricerche che richiedono un approfondimento tempestivo per salvaguardare le colonie di Gorgonia.

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

comunesanseveroIl Comune di San Severo ottiene un finanziamento di 500 mila euro per il plesso scolastico di Via Don Minzoni.

Un finanziamento di 500.000 euro è stato concesso all’Amministrazione Comunale di San Severo per il plesso scolastico di Via Don Minzoni - Ex Casa della Madre del Bambino, la cui sede è chiusa da diversi anni.

Il Comune di San Severo – Assessorato ai Lavori Pubblici è risultato destinatario dell’importante finanziamento concesso dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca per interventi di edilizia scolastica.
Il Comune di San Severo, che è già risultato beneficiario di altri finanziamenti annunciati nei mesi scorsi per altre scuole cittadine, ha ora ottenuto il supporto finanziario per procedere ad interventi di adeguamento strutturale e antisismico ed alla messa in sicurezza del plesso di Via Don Minzoni.
“Già nel recente passato – dichiarano il Sindaco avv. Francesco Miglio e l’Assessore ai LL.PP. ing. Luigi Montorio – si era proceduto con altro finanziamento all’effettuazione dei lavori di rifacimento della facciata ed alla relativa messa in sicurezza. Con la prossima cantierizzazione dei lavori si procederà a mettere in sicurezza statica il plesso, in previsione di una celere riapertura dell’edificio”.

l’Addetto Stampa
Michele Princigallo

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

uniCento minuti a disposizione dei concorrenti arrivati anche da Sicilia, Calabria e Albania: la più giovane 17 anni, il più adulto 53.

Oggi al multisala “La Città del Cinema” (in piazzale Anna De Lauro Matera, a Foggia) si sono svolte le prove ministeriali per l’ammissione ai corsi di laurea a numero programmato in Medicina e Chirurgia (100 posti banditi) e Odontoiatria e Protesi dentaria (altri 50) dell’Università di Foggia: 735 le domande pervenute, ma a presentarsi ai test sono stati in 712. Le operazioni di identificazione dei candidati hanno avuto inizio alle 7,30 e sono proseguite fino alle 10,30, mentre il via alla selezione è scattato alle 11,00 (come nel resto d’Italia). Cento minuti a disposizione di ciascun concorrente, durante cui rispondere a 60 quesiti con soluzione multipla.
Come sempre numeri importanti quelli dei test per l’ammissione ai corsi di laurea in Medicina e Chirurgia e Odontoiatria e Protesi dentaria, numeri che hanno impegnato a fondo la macchina organizzativa dell’Università di Foggia: per l’occasione dispiegate 74 unità del personale Tecnico-Amministrativo in 6 sale de “La Città del Cinema”. Tra le curiosità di giornata l’età della più giovane concorrente (una donna del 2002, 17 anni) e quella del più adulto (un uomo 53enne). I candidati provenivano da diverse regioni italiani, tra le più distanti Sicilia e Calabria, ma anche dall’estero (una candidata è arrivata dall’Albania).
«Tutto si è svolto regolarmente – argomenta il Direttore generale dell’Università di Foggia, dott.ssa Teresa Romei – grazie alla maturità dei candidati e soprattutto grazie allo spirito di collaborazione del nostro personale, sia tecnico-amministrativo che docente. Insieme al Rettore, prof. Maurizio Ricci, intendo ringraziare tutti quelli che hanno reso possibile l’allestimento e l’organizzazione di questa giornata, trascorsa senza intoppi e senza problemi. Indipendentemente dalle diverse opinioni che se ne possono avere, questi test così severi e selettivi rappresentano il primo step per la carriera dei medici di domani. A tutti i concorrenti che, per poterli sostenere hanno dovuto fare sacrifici, non può che andare il nostro più sincero in bocca al lupo».

Davide Grittani

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)