Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Chi c'è online

Abbiamo 223 visitatori e nessun utente online

Primo piano

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

comunefoggiastemms
“Comprendiamo le aspettative, ma è noto che ci muoviamo in un contesto articolato”

“Leggiamo con interesse e attenzione il comunicato diramato agli organi di stampa dal presidente di ANCE Foggia, Ivano Chierici, condividendo e apprezzando la necessità di evitare di sprecare altro tempo. Serve però sottolineare che nel breve periodo di operatività, che ricordo è inferiore al semestre, la Giunta Episcopo si è adoperata proprio per avviare quanto necessario per assicurare alla città di Foggia il giusto rilancio urbanistico, infrastrutturale e rigenerativo di un tessuto urbano che si presenta logoro e, per certi aspetti, obsoleto rispetto alle necessità contingenti della città”. Lo afferma l’assessore all’Urbanistica del Comune di Foggia, Giuseppe Galasso, in risposta alla nota diffusa dalla presidenza di ANCE Foggia
“È evidente - continua - che tanti, troppi, sono gli anni trascorsi dall’approvazione del vigente PRG Benevolo (1992), a cui sono seguiti i soli DPP del PUG redatti da Karrer negli anni 2005 e 2019, i quali, a loro volta, dovranno essere armonizzati con la recente sopravvenuta nuova normativa regionale sui PUG.
Un trentennio, quello trascorso, che ci consegna non solo la mancata approvazione del PUG, tanto attesa da tutti settori economici e sociali, ma, cosa ben più complessa e condizionante, anche gli effetti di una importante attività programmatoria urbanistica (2013), meglio nota come “housing sociale”: 27 interventi, che prevedono la realizzazione di 2.646 nuovi alloggi di cui 2.305 privati (85%) e 400 residenziali sociali (15%), da cedersi unitamente a suoli su cui il Comune potrà eseguire a propria cura e spese ulteriori 399 alloggi ERS.
Si tratta di una programmazione - precisa Galasso -, non conclusasi con approvazione della Regione Puglia, che interessa suoli per oltre 70 ettari di superfice, con una previsione di quasi 1 milione di metri cubi di immobili residenziali che potrebbe condizionare l’attività di programmazione urbanistica in considerazione dei contenziosi pendenti. Le sentenze di primo grado ci hanno dato ragione e su due di questi, recentemente sentenziati dal TAR, abbiamo avuto esiti differenti, uno favorevole al Comune e l’altro con invito a esaminare e concludere il vecchio procedimento e in ulteriore in attesa di sentenza TAR.
È importante sottolineare anche l’intenso lavoro posto in essere dall’Amministrazione Comunale sulla recente legge regionale 36/2023 sulla ristrutturazione edilizia, nonostante ad oggi solo 6 comuni su 257 in Puglia hanno perfezionato l’adozione in Consiglio Comunale (Oria, Rutigliano, Massafra, Lesina, Lucera, Rodi Garganico, ndr) due dei quali senza procedura VAS e un ulteriore con procedura VAS in corso.
L’intenso lavoro svolto dagli uffici tecnici comunali, nonostante le ben note le croniche carenze di personale a cui si sta cercando di porre rimedio, ha permesso all’amministrazione di rendere pubblico con l’evento dello scorso 15 aprile gli elaborati cartografici della delibera di approvazione, assegnando il termine di 15 giorni per ricevere suggerimenti anche postumi all’evento. Questa modalità ha permesso di ottenere 11 documenti su cui sono in corso approfondimenti tecnici e che prevediamo di terminare nei prossimi giorni con inoltro di riscontri ai soggetti proponenti. Successivamente, seguirà un ulteriore passaggio nelle commissioni consigliari, ottemperando a specifico impegno assunto in tal senso, e si procederà all’avvio della procedura VAS che si prevede possa concludersi entro il termine massimo di 30 giorni.
Infine, si dovrà procedere con l’approvazione del Consiglio Comunale, che, allo stato attuale, come riferitoci dal relatore regionale Stefano Lacatena, è oggetto di un approfondimento e una valutazione da parte degli uffici competenti circa la necessità di doverlo eseguire con doppio passaggio (adozione e approvazione) o un’approvazione secca come fatto fino a oggi dai 6 comuni che lo hanno adottato.
Come si capirà - termina Galasso -, ci muoviamo in un contesto estremamente complesso e articolato che, purtroppo, richiede tempistiche non sempre in linea con le aspettative degli stakeholders. Questo, ovviamente, non è e non deve essere un alibi. Per questo, anche in risposta alla manifesta disponibilità di ANCE, insieme alla sindaca Episcopo, incontreremo l’associazione di categoria per affrontare insieme le criticità evidenziate e avviare uno stabile e proficuo dialogo che, mi sembra, ha caratterizzato le nostre relazioni in questi mesi”

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

vicoEntro marzo 2025 la struttura di Via Di Vagno dovrà essere pronta e attiva con 20 posti letto
Nella conferenza di presentazione è stata affrontata anche la questione del servizio 118

VICO DEL GARGANO Entro marzo 2025, Vico del Gargano vedrà completato il proprio Ospedale di Comunità. Lunedì 3 giugno, alla presenza di Antonio Giuseppe Nigri, direttore generale ASL Fg, della direttrice del Distretto sociosanitario Cinzia Piccaluga, e di ingegneri e tecnici responsabili del progetto, nell’aula consiliare del Comune di Vico del Gargano è stato fatto il punto sui lavori che stanno interessando la struttura e, successivamente, ci si è recati in via Di Vagno per un sopralluogo. La conferenza è stata presieduta dal sindaco Raffaele Sciscio e dall’assessore Rita Selvaggio. L’Ospedale di Comunità di Vico del Gargano si svilupperà su tre livelli. Il piano terra accoglierà personale, mezzi e strumentazioni del Servizio di Emergenza-Urgenza 118. La struttura avrà una dotazione di 20 posti letto. L’Ospedale di Comunità è una struttura sanitaria di ricovero della rete di assistenza territoriale e svolge una funzione intermedia tra il domicilio e il ricovero ospedaliero. La struttura darà sostegno a pazienti che, a seguito di un episodio di acuzie minore o per la riacutizzazione di patologie croniche, necessitano di interventi sanitari a bassa intensità clinica, potenzialmente erogabili a domicilio, ma che necessitano di assistenza e sorveglianza sanitaria infermieristica continuativa, anche notturna, non erogabile a domicilio o in mancanza di idoneità del domicilio stesso (strutturale o familiare).
QUESTIONE 118. Durante la conferenza, si è discusso anche della situazione inerente al Servizio 118. Purtroppo, tutta la provincia di Foggia, così come il resto d’Italia, sconta una carenza numerica e strutturale di medici. Un problema che rappresenta una vera e propria emergenza nazionale. Per garantire la presenza di un medico a bordo delle ambulanze, in ognuno dei turni previsti, occorrerebbero molti più medici. Su tutto il territorio ne servirebbero almeno 100, mentre quelli attualmente disponibili sono poco meno di 60.
“Sul diritto alla salute – effettivo, reale, concreto e per tutti – occorrono scelte importanti a livello nazionale ed europeo”, ha dichiarato il sindaco Raffaele Sciscio. “La ormai prossima attivazione dell’Ospedale di Comunità è una gran bella notizia. È una struttura per cui ci siamo battuti e siamo stati ascoltati. Con il dottor Nigri e con la dottoressa Piccaluga il dialogo è costante anche sulle altre questioni più delicate e complesse come la necessità di avere sempre il personale medico per tutti i turni del 118. È un problema di cui la dirigenza dell’Asl Foggia ha piena consapevolezza, ma è una questione di carattere nazionale: c’è una carenza di medici che l’Italia deve affrontare con scelte incisive e strutturali, sulle quali occorre convergere tutti, lasciando da parte polemiche e divisioni, perché a essere in gioco sono i diritti e la vita di tutti i cittadini. Su tutte le questioni che attengono al diritto alla cure e alla salute, stiamo dando e continueremo a dare la nostra massima collaborazione all’ASL Foggia e a ogni livello istituzionale sovracomunale”, ha concluso Sciscio.

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

scherma

CAMPIONATI EUROPEI ASSOLUTI BASILEA 2024, IL CT DELLA SCIABOLA NICOLA ZANOTTI CONVOCA LUIGI SAMELE, MARTINA CRISCIO E MICHELA BATTISTON

ROMA – A circa ventiquattro ore di distanza dalle convocazioni per i Giochi Olimpici di Parigi, la Federazione Italiana Scherma ha diramato l’elenco dei partecipanti ai Campionati Europei Assoluti in programma a Basilea, in Svizzera, da martedì 18 a domenica 23 giugno: una lista che ricalca, come era logico che fosse, i nominativi degli atleti convocati per la rassegna a Cinque Cerchi.
Ritroviamo pertanto nella sciabola il foggiano delle Fiamme Gialle Luigi Samele, la foggiana in forza alle Fiamme Oro Martina Criscio e la friulana dell’Aeronautica Militare Michela Battiston, che si allena al Circolo Schermistico Dauno.
Tutti e tre prenderanno parte sia alle prove individuali che alle gare a squadre: Samele sarà dunque in pedana mercoledì 19 giugno con la gara individuale e domenica 23, giornata di chiusura, tornerà in pedana coi compagni Luca Curatoli, Michele Gallo e Pietro Torre. Criscio e Battiston gareggeranno invece giovedì 20 nella prova individuale e sabato 22 in quella a squadre assieme a Chiara Mormile e Irene Vecchi.
Nello staff tecnico del CT della sciabola Nicola Zanotti figura inoltre il Maestro foggiano Benedetto Buenza.
Nel 2023, con le prove individuali disputate a Plovdiv e quelle a squadre a Cracovia nell’ambito degli European Games, l’Italia ha stabilito il nuovo record di medaglie vinte nella competizione continentale, ben 16.
Quello di Basilea sarà di fatto l’ultimo importantissimo test prima dell’appuntamento che attende la scherma azzurra dal 27 luglio al 4 agosto coi Giochi Olimpici di Parigi.

Per conto di:
Ufficio Stampa
Federazione Italiana Scherma

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

strada statale 30INIZIATI I LAVORI DI RIFACIMENTO DELLA SS16
BONITO: “ACCOLTO RAPIDAMENTE L’APPELLO DI ISTITUZIONI E ORGANIZZAZIONI CIVICHE DI CERIGNOLA”

L'Anas ha comunicato oggi l’inizio dei lavori per i tratti della strada statale 16 diretti da Cerignola a Foggia e viceversa, per 35 chilometri, dando immediatamente il via alla cantierizzazione per le operazioni di rifacimento della pavimentazione stradale.
La decisione dell'Anas conferma l'impegno preso lo scorso 16 maggio, durante un tavolo tecnico presso la Prefettura di Foggia, al quale ha partecipato l'assessora alla Viabilità e Sicurezza, Teresa Cicolella.
"Un risultato tempestivo, che conferma l'efficacia della nostra filiera istituzionale. In questo modo, è stato pienamente accolto l'appello dell'amministrazione comunale, dei consiglieri comunali e delle organizzazioni civiche che più volte hanno denunciato criticità che andavano risolte con urgenza, per garantire serenità e sicurezza ai numerosi automobilisti e pendolari che percorrono la strada. Si tratta di un risultato importante anche per i comuni dei Cinque Reali Siti, ai quali abbiamo dato voce." Dichiara il sindaco Francesco Bonito.

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

 sport

In Molise, Francesca Semeraro e Francesco Pio Iandolo hanno conquistato il loro terzo oro consecutivo ai Cnu. Trionfo anche per l’azzurro Marco Mastrullo.

Foggia, 30 maggio 2024. Tre ori, due medaglie d’argento, due bronzi. Il totale fa sette importantissimi podi conquistati dagli atleti del Cus Foggia ai Campionati Nazionali Universitari ospitati dal 18 al 25 maggio dalla città di Campobasso e altri comuni del Molise.

Un bottino che vale un ottimo piazzamento nel medagliere generale della massima competizione accademica: tredicesimo posto, ad un passo dalla top ten guidata dall’inarrivabile Cus Torino che, con cinquanta medaglie totali, ha chiuso al primo posto la nove giorni di sport universitario.

In tutto, sono stati 48 i Cus che hanno partecipato al segmento primaverile dei Cnu 2024, circa tremila gli studenti-atleti in gara, 448 le medaglie assegnate.

Numeri che racchiudono la grandezza di un evento che ogni anno regala emozioni uniche.

“Emozioni che siamo contenti di vivere accanto ai nostri ragazzi che puntualmente, edizione dopo edizione, ci dimostrano non solo tutto il loro talento ma anche tutta la loro voglia di sfruttare la vetrina nazionale offerta dai Cnu per portare in alto, con orgoglio, il nome del nostro ateneo, del nostro Cus e di tutto il territorio foggiano”, spiega il presidente Claudio Amorese, presente a Campobasso durante le gare dei Campionati Universitari.

A firmare i trionfi del Cus Foggia sono stati, Francesca Semeraro, oro nel salto con l’asta, Francesco Pio Iandolo, 1° posto nel fioretto, e Marco Mastrullo, campione nella sciabola.

“Francesca Semeraro e Francesco Iandolo sono al terzo titolo universitario consecutivo, mentre Marco Mastrullo rappresenterà l’Italia ai prossimi campionati Europei Under 23 di scherma, in programma in Turchia ad inizio giugno. Sono atleti – spiega Amorese - di altissimo profilo che con costanza, dedizione e grande senso di responsabilità abbinano il percorso sportivo a quello universitario, così come tutti i circa trenta studenti Unifg che hanno fatto parte della nostra spedizione”.

Le medaglie d’argento del Cus Foggia invece portano la firma di Gregorio Angelini, secondo posto nella marcia 5 km, e Rosemilia Mazza, taekwondo.

Alle spalle di Rosemilia Mazza, sempre nella categoria +67 del combattimento femminile, un’altra atleta cussina: Ilenia Di Leo.
Terzo posto, infine, per Arnaldo Piserchia, bronzo nella sciabola maschile.

“Sono tutte medaglie di assoluto valore – commenta Amorese - vittorie che ci permettono di preparare con sempre più entusiasmo i prossimi Cnu, quelli del 2025, ad Ancona. Nel frattempo voglio ringraziare tutti i dirigenti ed i collaboratori del Cus Foggia, preziosi nel curare nei minimi dettagli l’organizzazione della trasferta in Molise. Ed un grandissimo ringraziamento va anche ai tecnici che hanno accompagnato e guidato i ragazzi durante le gare. La nostra è una squadra unita che viaggia compatta verso nuovi traguardi ed obiettivi. Traguardi ed obiettivi che riusciamo a raggiungere anche in virtù del forte ed ambizioso sostegno dell’Università di Foggia, solida base di tutti i nostri successi”.

“Il grande risultato conseguito dai nostri studenti ai Campionati Nazionali Universitari ci riempie di soddisfazione ed è un vanto per tutta la Comunità Unifg.” Ha dichiarato il Rettore, prof. Lorenzo Lo Muzio, che ha aggiunto “Ringrazio il Presidente Amorese e i tecnici che hanno accompagnato i nostri atleti in questa avventura. Sono molto orgoglioso di tutti loro e del progetto che stanno portando avanti con grande entusiasmo, costanza e impegno”.

Ufficio Stampa, Comunicazione istituzionale ed Eventi di Ateneo
Università di Foggia

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)