Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Chi c'è online

Abbiamo 135 visitatori e nessun utente online

Primo piano

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

logoPDDichiarazione del capogruppo Pasquale Dell'Aquila

La giornata mondiale dell'autismo è festeggiata globalmente, anche nei pessimi tempi del Covid-19, con iniziative ed eventi dedicati a chi ne è affetto e alle loro famiglie. Ovunque c'è una postiva competizione a focalizzare l'attenzione anche sui riflessi comunitari che derivano dai bisogni speciali di chi convive con questo problema.
Tranne che a Foggia, o meglio, tranne che al Comune di Foggia rimasto indifferente alla sollecitazione del Partito Democratico, che ha raccolto quelle dei tanti genitori di ragazzi autistici, a garantire la fruibilità di uno spazio aperto a persone che soffrono più di altri la permanenza forzata in casa.
Il consigliere comunale Francesco De Vito, sostenuto dall'intero gruppo del PD, si è fatto portavoce di questa richiesta presso l'assessorato alle Politiche sociali, e i contatti, formali e informali, non hanno prodotto alcun esito. L'assessore Raffaella Vacca e la dirigente neanche hanno risposto alle mail, venendo meno perfino al rispetto della cortesia istituzionale.
Indifferenza e insensibilità incomprensibili e ingiustificabili, anche considerando l'emergenza in atto, aggravate dalla circostanza che in altre città, come la vicina Bari, sono state adottate misure specifica per la soluzione del problema.
La quarantena mina la resistenza fisica e psicologica di chiunque, figuriamoci di chi è affetto da sindromi che, tra l'altro, determinano la necessità di movimento per preservare il pur labile equilibrio. Offrire a loro e alle loro famiglie spazi frequentabili nel rispetto delle prescrizioni - mascherine, guanti, distanze di sicurezza, ecc. - li aiuterebbe a vivere questa terribile esperienza con un po' più di serenità.
Chissà che oggi, scorrendo la timeline di facebook, l'assessore Vacca si accorga che esistono anche persone con questi problemi e si ricordi della nostra richiesta.

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

UniversitàAteneo
Discussioni avvenute attraverso il portale e-learning d'ateneo, piena la legittimità del titolo conseguito. Il rettore: «Una piccola grande soddisfazione in un momento difficile. Appena possibile l'ateneo promuoverà una grande festa per celebrare i laureati in questi mesi in tutti i dipartimenti».
Ieri e oggi, attraverso il portale e-learning dell’Università di Foggia, si sono svolte le prime sedute di laurea a distanza dall'entrata in vigore del DPCM del 4 marzo u.s. sull'emergenza Covid-19. Ieri si sono svolte due sessioni con la proclamazione di 24 nuovi dottori in Medicina e Chirurgia, che hanno conseguito ottimi risultati ed esiti molto incoraggianti per il prosieguo delle loro carriere. Oggi, nel corso di altre due sessioni, sono stati proclamati 18 dottori in Medicina e Chirurgia e 3 in Odontoiatria e Protesi dentaria. Complessivamente 45 neomedici si sono laureati all'Università di Foggia in piena quarantena da Coronavirus, risultato reso possibile grazie al lavoro del Centro e-learning di Ateneo (CEA) e all’impegno di Pamela Cincione e Salvatore de Martino, informatici dei dipartimenti di Area Medica dell'Università di Foggia. A presiedere le sessioni Maria Filomena Caiaffa, associata di Medicina interna al dipartimento di Scienze mediche e chirurgiche. «Nessuno di noi avrebbe immaginato che questa sessione di laurea si sarebbe svolta durante una pandemia, quindi per via telematica. Tuttavia siamo qui, nelle date stabilite, ed è questo che conta più di qualsiasi parola – ha commentato la Caiaffa, prima di comunicare lʼesito a ciascun candidato –. A voi laureandi un invito e un augurio: l'invito a mantenere il senso di appartenenza a questa università, a considerare sempre un riferimento i docenti che vi hanno guidati in questo cammino di conoscenza; e l'augurio che siate bravi medici, che amiate la vostra professione, che vi possiate impegnare con tutte le vostre forze, perché mai come oggi il paese ha bisogno di medici coraggiosi e preparati». Collegati in videoconferenza, un messaggio ai laureandi lo hanno dato anche Gianluigi Vendemiale, preside della facoltà di Medicina; Antonio Ambrosi, delegato del rettore alla Sanità; e Giuseppe Carrieri, prorettore dellʼUniversità di Foggia. «Sono stato particolarmente felice nell'apprendere che alla sessione telematica abbia assistito anche un discreto pubblico, composto ovviamente da famigliari e congiunti dei candidati – aggiunge il rettore, Pierpaolo Limone –. Un piccolo grande sorriso in un momento difficile per tutti, soprattutto perché si tratta di nuovi medici e perché abbiamo visto che bisogno ne abbiamo. Se questa condizione, come ormai certo che sarà, dovesse proseguire ancora per alcune settimane, noi non solo saremo nelle condizioni di garantire l’erogazione di tutta la didattica prevista ma anche nelle condizioni di concedere attraverso queste sedute di laurea un momento di gioia a chi l’ha meritata dopo anni di sacrifici». Ad aprile saranno discusse, sempre in modalità telematica, le tesi dei laureandi in Professioni sanitarie. Via via tutti gli altri dipartimenti, fino alla fine del prossimo giugno (in attesa di eventuali nuove disposizioni). «Appena possibile – conclude con una promessa il rettore – l'ateneo promuoverà una grande festa per celebrare i laureati in questi mesi in tutti i dipartimenti».

Portavoce rettore dell'Università di Foggia

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

alimentazioneA sostegno di scuole di teatro, palestre, associazioni sportive e culturali, scuole di danza
L’idea di Officineventi, ecco come aderire e promuovere la propria adesione sui social

FOGGIA Una “Quota sospesa”. Chi può farlo paghi comunque la quota mensile alla palestra piuttosto che alla scuola di teatro, di danza, di musica, alle associazioni sportive e culturali, alle scuole di basket, di calcio o di altri sport, ai corsi di yoga, di arti marziali, alle palestre, obbligate a restare chiuse e ferme.

Officineventi (officine20.it) è una società di comunicazione e lancia la proposta che, attraverso il portale d’informazione Rec24 (rec24.it), si organizza per raccontare tutte le “quote sospese” che gruppi di persone a Foggia e in altre città della provincia vorranno mettere in moto indirizzandole a una delle attività che ciascuno frequentava fino a prima dell’emergenza coronavirus. Il momento è difficile per tutti, ma si può contribuire, secondo le proprie disponibilità, ad aiutare moralmente e non solo quelle strutture che, per la pandemia, hanno dovuto calare la saracinesca, rinunciando alle proprie entrate.

Si tratta di attività che rendono migliore la nostra vita. Ci aiutano a vivere meglio, a sentirci bene con noi stessi e con gli altri. Attività che fanno crescere bene i nostri figli, insegnando loro un’arte, uno sport, come diventare cittadini migliori e persone pensanti. Spesso sono condotte da donne e uomini che ormai fanno parte della nostra rete di amicizie. Persone a cui siamo affezionati e grati per il lavoro che svolgono. In molti casi, una lunga chiusura rappresenterà un rischio molto serio di chiudere definitivamente i battenti per alcune delle attività che abbiamo elencato.
Versare una “quota sospesa” di solidarietà per le loro attività significa dire a quelle persone: “siamo con voi”, “siete importanti”, una volta finita l’emergenza “vogliamo ricominciare con voi”.

Come si fa a partecipare? Semplice. I gruppi di cittadini che si attiveranno per lasciare la loro “quota sospesa” a un’attività che avranno scelto potranno comunicarlo all’indirizzo email officine20@gmail.com, spiegando quale attività hanno deciso di sostenere e quanto hanno raccolto per la loro quota sospesa. Potranno essere inviate anche foto e video che mostrano una o più persone del gruppo con un cartello in cui scriveranno “anche noi abbiamo aderito alla quota sospesa”. Sosteniamo le attività delle nostre città.

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

logoPDCovid-19. Campo: "In provincia di Foggia oltre 5 milioni per sostenere chi non può 'mettere il piatto a tavola'. Soldi per cittadini che hanno bisogno, non per i clienti"
Dichiarazione di Paolo Campo, presidente del Gruppo del Partito Democratico in Consiglio regionale

I Comuni della Capitanata hanno 5.451.487,72 euro da destinare al sostegno di chi è stato messo in ginocchio dalla crisi economica scatenata dalla pandemia.
È una cifra importante destinata ad alleviare le difficoltà di chi non ha più la possibilità di "mettere il piatto tavola", come si dice da noi.
Di fronte ad un'emergenza così grave, non ha alcun senso speculare politicamente o polemizzare strumentalmente sull'intensità dell'aiuto.
Ciò di cui tutti dobbiamo occuparci è che i soldi siano destinati a chi ha davvero bisogno, che le scelte degli amministratori locali siano coerenti con gli obiettivi indicati dal Governo, che i cittadini non siano trasformati in clienti.
È in gioco la tenuta stessa delle nostre comunità e non possiamo mettere a rischio un bene così prezioso per soddisfare miseri interessi di bottega.
La solidarietà deve prevalere su tutto.

Ufficio stampa
Unione provinciale Partito Democratico Foggia

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

miglio1EMERGENZA COVID-19: IL COMMOSSO GRAZIE DEL SINDACO MIGLIO PER LE DONAZIONI IN FAVORE DELL’OSPEDALE TERESA MASSELLI MASCIA.


In questo triste momento, legato all’emergenza COVID-19, non mancano le iniziative di solidarietà a favore della comunità cittadina ed in particolare dell’ospedale cittadino TERESA MASSELLI MASCIA.
Nelle ultime ore si sono registrare delle importanti donazioni sanitarie per meglio fronteggiare l’emergenza.
“Intendo esprimere – dichiara il Sindaco Francesco Miglio - tutta la mia gratitudine agli imprenditori ed ai cittadini che hanno deciso di investire a sostegno della nostra comunità, dotando il nostro ospedale di apparecchiature che possono contribuire a migliorare la gestione tempestiva dei pazienti. In particolare, i ventilatori polmonari e le altre apparecchiature potranno essere impiegate a supporto dei pazienti con insufficienza respiratoria conseguente al contagio del virus. Grazie per le azioni intraprese che possono risultare decisive per salvare tante vite umane ed aiutare chi ne ha più bisogno! In particolare indirizzo il mio plauso ed il mio ringraziamento all’azienda rivenditrice di carburanti all’ingrosso Autorekord Petroli di San Severo, che ha donato la somma di 15.000 euro all’ASL Foggia per l’acquisto di tre ventilatori polmonari o altre apparecchiature che possono essere le più utili al trattamento sanitario di pazienti affetti dal virus COVID-19, presso l’Ospedale di San Severo. Grazie anche al dottore commercialista Alberto Longo che, dopo la donazione di un ventilatore nella scorsa settimana, ha donato in queste ore altri due ventilatori che saranno consegnati in settimana. Infine altre 5 aziende-imprese cittadine della nostra città hanno donato all’ASL Foggia la somma di 5000 euro, necessaria per l’acquisto di un ventilatore portatile, con il vincolo di utilizzo per il Reparto di Pneumologia dell’ospedale Teresa Masselli Mascia”.

l’Addetto Stampa
Michele Princigallo

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)