Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Chi c'è online

Abbiamo 115 visitatori e nessun utente online

Cronaca

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

disperataGli agenti della squadra mobile di Foggia, hanno notificato il divieto di avvicinamento ai luoghi abitualmente frequentati dalla moglie e dai figli minori, nei confronti di un 35enne, foggiano.
La moglie aveva sporto denuncia e relativa querela a giugno, fornendo i particolari ai militari, di come i rapporti con il marito si fossero incrinati negli ultimi anni, tanto che il 35enne, senza un lavoro stabile e con il vizio dell'alcool, scatenava la propria ira sulla donna, minacciandola e picchiandola.
A febbraio, in particolar modo, dopo una discussione, l'uomo ubriaco, aveva picchiato la moglie alla presenza dei figli minori. Da quella sera, la donna ha deciso di lasciare la casa coniugale assieme ai figli, senza farvi più rientro.
Inoltre, la donna riceveva numerosi messaggi minatori dal marito sui social, visto che era in possesso dell'account e delle password della moglie, dopo aver scoperto una frequentazione amichevole con un collega di lavoro della donna, a sua volta minacciato.

 

 

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

incidente

Nella tarda mattinata di oggi, sull'autostrada A14, all'altezza di Cerignola direzione sud al km 554, c'è stato un tragico incidente mortale.
Un autoarticolato che trasportava alcol, con ogni probabilità dopo aver urtato contro alcuni mezzi di servizio, ha preso fuoco. 
Immediatamente il mezzo pesante è diventato una torcia, purtroppo per l'autista del mezzo non c'è stato nulla da fare, è morto intrappolato tra le fiamme. Il fatto è Sul posto, sono giunte alcune squadre dei vigili del fuoco e la polizia autostradale. La viabilità, sul tratto autostradale è stata bloccata nel tratto tra Foggia e Cerignola est.

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

polizia di stato

La polizia di Foggia ha arrestato un sorvegliato speciale con le accuse di: rapina, violazione degli obblighi inerenti alla sorveglianza speciale, lesioni, tentata estorsione e danneggiamento a danno di un minorenne.
Il malvivente, con obbligo di dimora a Foggia è stato arrestato, dopo una denuncia, del 10 giugno, di un giovane, vittima di una rapina da parte di un ragazzo che gli aveva sottratto la mini-car dopo che l'aggressore gli aveva sferrato un pugno al naso, causandoli la rottura del setto nasale.
Dopo la rapina, il minorenne, riusciva a trovare il veicolo nelle strade vicine alla rapina, dove però veniva avvicinato ancora una volta dall’aggressore, il quale gli chiedeva un, regalino, per far si che la mini-car ritornasse in suo possesso.
Il ragazzo, rifiutava tale offerta e si recava al pronto soccorso per farsi medicare e sporgeva denuncia alla polizia.

 

 

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

polizia
Un piccolo ordigno rudimentale è stato fatto esplodere, alle prime luci dell'alba di oggi, sotto la finestra di un'abitazione in via Baviera a Foggia.
L'episodio avvenuto alla periferia della città, ha spaventato l'intero quartiere. Erano all'incirca alle 05:00.
Solo un grande spavento e un vetro di una finestra rotto.
Giunti sul posto, le forze dell'ordine per i rilievi del caso, hanno sentito le testimonianze dei residenti dell'appartamento, oggetto della deflagrazione, i quali non hanno saputo fornire spiegazioni sull'accaduto.
Le indagini, stanno controllando la presenza di videocamere di sorveglianza della zona, si dirigono su un'eventuale intimidazione legata a dinamiche di cattivo vicinato.

 

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

arresto carabinieri

Ieri pomeriggio intorno alle 15:00 c'è stato un femminicidio a Cerignola. Nunzia Compierchio„ 41enne, è stata uccisa nella propria abitazione, in via Fabriano con almeno tre di pistola, con ogni probabilità dal suo ex marito. 
L'uomo, Angelo Di Meo  infatti è il principale indiziato dell'omicidio, è sarebbe già stato fermato dai militari, in casa del padre dove il 44enne si sarebbe rifugiato. All'interno dell'abitazione del padre di Di Meo è stata ritrovata l'arma modificata. L'uomo è stato portato in commissariato.
La coppia era separata.

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)