Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Traduzione

Chi c'è online

Abbiamo 287 visitatori e nessun utente online

Politica

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

comunesanseveroEnrico Pennacchio alla Vice Presidenza.

Si è tenuta ieri sera nella Sala Consiliare Luigi Allegato di Palazzo Celestini – residenza Municipale – la prima seduta del Consiglio Comunale convocata dal Sindaco avv. Francesco Miglio.
All’ordine del giorno, tra gli altri accapo, figurava l’elezione del nuovo presidente dell’Assise Consiliare.
Al termine delle operazioni di voto è risultato eletto CIRO CATANEO, consigliere comunale eletto nel Partito Democratico, Assessore Comunale uscente della prima sindacatura Miglio. Alla carica di Vice Presidente è stato invece eletto Enrico Pennacchio, consigliere Comunale eletto nella lista San Severo Democratica.
CIRO CATANEO ha 61 anni, è sposato con ANASTASIA BEATRICE NIRO ed ha due figli, LUIGIA di 36 anni, laureata in lettere e filosofia e docente nei corsi di aggiornamento professionale in provincia di Reggio Emilia, e LEONARDO, laureato in medicina e chirurgia e attualmente medico cardiologo presso la struttura complessa di cardiologia dell’Ospedale “Teresa Masselli” di San Severo. Il neo-Presidente è funzionario amministrativo dell’ASL FOGGIA presso la Direzione del Servizio di Igiene Pubblica di San Severo.
ENRICO PENNACCHIO ha 56 anni, è sposato con CONCETTA PRIORE ed ha due figli maschi, BENITO e ANTONIO; svolge la professione di odontotecnico. Pennacchio è alla sua prima esperienza politico – amministrativa.

Il Portavoce
Michele Princigallo

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

forza italiaMENTRE IMPRENDITORI E COMMERCIANTI CHIUDONO, CAMBIAMONTE-PD FA SOLO PROCLAMI
Sono trascorsi più di due anni dalle elezioni che hanno sancito la vittoria di CambiaMonte-PD e sicuramente è tempo di bilanci.
Mettendo da parte i proclami, gli annunci, le spillette e i meriti che si prendono su cose non fatte da loro, un dato è certo: CambiaMonte-PD non ha un programma di rilancio della città, soprattutto dei suoi ceti produttivi. È sotto gli occhi di tutti la crisi del commercio e le difficoltà degli imprenditori che hanno deciso di rimanere in città.
Innanzitutto, c’è subito da chiarire che la maggior parte (il 60%) dei lavori iniziati o portati già a termine non sono farina del sacco di CambiaMonte-PD, ma progetti pensati e finanziati già da precedenti Amministrazioni:
• Rifacimento Corso V. Emanuele, via Garibaldi: lavori previsti nel Contratto di quartiere (anno 2004);
• Rifacimento Panoramica Sud: contrariamente a quello che dice il PD, questi non sono soldi donati dalla Regione, ma prese dal bilancio comunale, cioè soldi dei cittadini montanari;
• Riqualificazione Comparto Niviera: progetto ottobre 2012 e finanziamento del marzo 2013 (http://pubblicazioni.saga.it/publishing/DD/docDetail.do?docId=45345&org=montesantangelo);
• Torri Faro Campo Sportivo: progetto e finanziamento del 2014 (http://pubblicazioni.saga.it/publishing/DD/docDetail.do?docId=42812&org=montesantangelo);
• Riqualificazione piazza Roma: progetto e finanziamento del 2016/2017;
• Riqualificazione Area Mercatale e bagni pubblici a servizio: progetto e finanziamento aprile 2017;
• Ristrutturazione Scuola Giovanni XXIII: progetto e finanziamento maggio 2015 (http://www.montesantangelo.it/evidenza.php?long_news=1327);
• Ristrutturazione scuola C1: progetto e finanziamento del 2014 (http://www.montesantangelo.it/evidenza.php?long_news=1327);
• Lavori al Cimitero: si possono definire lavori quelli fatti?
Ciò che più colpisce, però, è il disinteresse totale dell’Amministrazione PD sul fatto che nessuna impresa che esegue i lavori è di Monte Sant’Angelo: c’è poco da stare allegri!
Nessuno ce ne voglia se sembra che stiamo facendo campanilismo, ma Forza Italia crede che la “morte” dell’impresa nella nostra città prima o poi condurrà al totale spopolamento della città.
Se è vero che la legge – giustamente – non prevede che le Amministrazioni comunali possano decidere chi vince e chi perde, è anche vero però che l’Amministrazione può favorire un clima di collaborazione, di socializzazione, tra le imprese cittadine perché queste si decidano a consorziarsi per diventare competitive come tante altre imprese non cittadine. Perché ciò accada c’è bisogno, ovviamente, dell’attenzione dell’Amministrazione, in particolare dell’Assessore alle Attività Produttive verso il suo Settore di competenza, ma è sotto gli occhi di tutti che nulla in due anni è stato fatto: il commercio è con l’acqua alla gola e le prospettive non sono certamente rosee.
FORZA ITALIA è preoccupata per questa situazione e auspica che, quanto prima, da un lato gli imprenditori maturino la volontà di coalizzarsi, da un altro siano messi nelle condizioni di esprimere al meglio le proprie competenze e capacità.
FORZA ITALIA suona la sveglia all’Amministrazione PD perché la smetta di fare solo proclami, visto che fino ad ora nulla ha fatto ma ha messo in atto solo ciò che gli altri hanno prodotto, e si dia da fare: chi è preposto a seguire le sorti delle imprese e del commercio faccia il suo lavoro, avendo, fino ad oggi, navigato a vista!

Forza Italia Monte Sant’Angelo

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

cavaliereGiunta comunale. Cavaliere: "Un mese non è bastato a trovare un’intesa sulla giunta. Sindaco e forze politiche appaiono immobili, mentre è necessario dare risposte immediate alla Città"

Il 9 luglio sarà trascorso un mese dalla rielezione di Franco Landella a sindaco di Foggia e dalla conferma, sostanziale, dello schema politico e partitico che lo sostiene.
Un mese che non è stato sufficiente a trovare un’intesa sulla giunta comunale, organismo che
affianca il sindaco stesso nelle mansioni di governo della città.
E i foggiani sanno quanto ci sia bisogno di governare, meglio, Foggia.
La città appare come immobile, non solo per il gran caldo, come immobili, apparentemente,
appaiono le forze politiche, sebbene ancora in attesa della proclamazione degli eletti.
E’ invece necessario dare una risposta immediata alle tante problematiche che affliggono la città.
Trasformare in atti i programmi e le promesse elettorali. Offrire alla città rappresentanze di governo e soluzioni innovative, nei contenuti e soprattutto nelle formule.
Lo affermo non per vis polemica, ma per interesse verso la città e i cittadini.
Quell'interesse che sembra essere messo in secondo piano dal sindaco Landella e dal
centrodestra, impegnati in una trattativa evidentemente complessa su nomi e postazioni.
Nessuno scandalo, anche questa è politica ed è parte dell'articolata dialettica tra i partiti e i
movimenti che hanno vinto le elezioni. Purché si arrivi presto e bene alla soluzione dei conflitti, perché le emergenze si aggravano e nulla si risolve con il solo passar del tempo.

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

miglio1Il Sindaco Francesco Miglio nomina la Giunta Comunale.

Nelle ultime ore, a conclusione di una serie di incontri con le forze politiche che compongono le forze di maggioranza e con i consiglieri comunali eletti nello schieramento di centro sinistra, il Sindaco, avv. Francesco Miglio, con prot. n. 0015421 del 15/07/2019 DECRETO n. 47 del 15 Luglio 2019, ha provveduto a nominare la Giunta Comunale che risulta composta da n. 7 assessori.
Ma ecco, nel dettaglio, la composizione della nuova Giunta Municipale: ad ogni Assessore è stata attribuita la competenza a trattare le materie indicate.
Arch. Salvatore MARGIOTTA, nato a San Severo il 29/01/1959 e ivi residente, anche con l’incarico di vice Sindaco e con delega generale per tutte le funzioni del Sindaco, oltre la delega specifica delle funzioni relative ai seguenti uffici e servizi: “Manutenzioni immobili comunali; Manutenzione edifici scolastici; Manutenzioni impianti pubblici; Manutenzioni stradali; Pubblica illuminazione; Urbanistica e Tutela del Territorio; Assetto e Pianificazione Territoriale; Edilizia Privata; Espropri; Organizzazione grandi eventi; Festa patronale” e con facoltà di firmare gli atti relativi;
Sig. Felice CARRABBA, nato a San Severo il 18/10/1983 e ivi residente, con delega specifica delle funzioni relative ai seguenti uffici e servizi: “Pianificazione ambientale; Ambiente; Politiche energetiche; Attività Produttive e Sviluppo Locale; Industria; Agricoltura; Artigianato; Commercio; Promozione prodotti tipici; Marketing territoriale; Verde pubblico, Randagismo; Canile comunale” e con facoltà di firmare gli atti relativi;
Avv. Celeste IACOVINO, nata a San Severo il 20/01/1967 e ivi domiciliata, con delega specifica delle funzioni relative ai seguenti uffici e servizi: “Cultura; Teatro; Biblioteca; Gemellaggio, Politiche per l’Istruzione; Rapporti con le Università; Turismo e Spettacolo:
Giudice di Pace” e con facoltà di firmare gli atti relativi;
Dott. Mario, Antonio MARCHESE, nato a San Severo il 24/05/1977 e ivi residente, con delega specifica delle funzioni relative ai seguenti uffici e servizi: “Bilancio e Programmazione Economica; Finanze e Tributi; Economato; Patrimonio Comunale; Contenzioso; Impianti Pubblicitari e Cartellonistica” e con facoltà di firmare gli atti
relativi;
Ing. Luigi MONTORIO, nato a San Severo (FG) il 24/08/1971 e ivi residente, con delega specifica delle funzioni relative ai seguenti uffici e servizi: “Pianificazione strategica e infrastrutturale; Politiche e finanziamenti europei; Realizzazione nuove opere pubbliche; Spazi pubblici ed arredo urbano; Villa comunale; Parcheggi; Autoparco e Trasporti; Piano Urbano del Traffico; Polizia locale; Legalità e Sicurezza” e con facoltà di firmare gli atti relativi;
Dott.ssa Valentina STOCOLA, nata a San Severo il 01/06/1979 e ivi domiciliata, con delega specifica delle funzioni relative ai seguenti uffici e servizi: “Personale; Rapporti con le OO.SS.; U.R.P. – Ufficio Relazione con il Pubblico; Organizzazione uffici comunali;
Informatizzazione; Sevizi demografici; Toponomastica” e con facoltà di firmare gli atti relativi;
Avv. Simona VENDITTI, nata a San Severo (FG) il 29/06/1981 e ivi residente, con delega specifica delle funzioni relative ai seguenti uffici e servizi: “Politiche Sociali; Welfare e Terzo Settore; Qualità della Vita; Orari e Tempi della Città; Politiche Sanitarie; Mensa
scolastica; Pari Opportunità; Politiche della casa; Centro per l’Impiego e Politiche del Lavoro;” e con facoltà di firmare gli atti relativi;
Gli assessori, in virtù delle deleghe innanzi disposte e limitatamente alle materie per ciascuno sopra indicate avranno rapporti con gli uffici competenti al fine di indicare gli indirizzi politico-amministrativi necessari all’istruttoria delle pratiche ed al successivo esame delle stesse, svolgendo relazioni sia in seno alla Giunta Comunale che per il Consiglio Comunale, nell’osservanza delle disposizioni dello Statuto e dei regolamenti comunali e nel rispetto del principio della collegialità. In ragione dell’ampia autonomia attribuita nell’esercizio delle suddette deleghe, ciascun Assessore è titolare della piena responsabilità alle stesse connessa, ad ogni fine ed effetto.

Il Portavoce
Michele Princigallo

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

comunesanseveroIl Sindaco Miglio fa chiarezza: “E’ nostra intenzione continuare la stagione dei concorsi”.

Dopo oltre tre lustri di continue e ripetute proroghe, dal 1 luglio il Comune di San Severo non si avvale del contributo dei precari della Pubblica Amministrazione attraverso le cooperative di lavoro. Il Sindaco avv. Francesco Miglio, nelle more della proclamazione degli eletti da parte della Commissione Centrale Elettorale e della successiva formazione e nomina della Giunta Municipale, si è avvalso della facoltà di non procedere ad un’ulteriore proroga.
“Credo di aver preso la decisione più giusta in questa particolare fase della vita amministrativa cittadina – dichiara il Sindaco di San Severo Miglio – mettendo fine, al momento, ad una lunghissima stagione di un precariato eterno e diffuso, senza vie d’uscita e sbocchi lavorativi diversi. Molti dei dipendenti sono entrati giovanissimi nelle cooperative, si sono sposati, hanno figli, i capelli bianchi, ma restano dopo quasi venti anni ancora precari con <<stipendi>> di poche centinaia di euro mensili. E’ intenzione mia personale continuare nella stagione dei concorsi di questo Comune, la cui fase iniziale ha dato lavoro e stabilità a decine di famiglie. Verremo così incontro in maniera concreta alle necessità della macchina burocratica del Comune, attualmente impoverita dai tanti pensionamenti che si susseguono quasi giorno dopo giorno a Palazzo Celestini e nel contempo offriremo la possibilità di un posto di lavoro diretto con la Pubblica Amministrazione, indubbiamente più proficuo e continuo di quello riferito al rapporto instaurato fino al 30 giugno. Naturalmente, non appena si sarà insediato il Consiglio Comunale e sarà nominata la Giunta, sarà uno degli argomenti posti al centro del dibattito politico-amministrativo e di utile e proficuo confronto con le forze politiche”.

Il Portavoce
Michele Princigallo

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)