Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Traduzione

Chi c'è online

Abbiamo 466 visitatori e nessun utente online

Politica

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

forza italiaCAOS TRAFFICO A MONTE SANT’ANGELO. L’ASSESSORE AL TRAFFICO DIMENTICA CHE SIAMO IN PERIODO FESTIVO
L’assenza totale di un piano del traffico e la superficialità con cui vengono affrontati i problemi ha colpito persino il traffico cittadino. Infatti, in queste ore, basta girare per le vie principali della città per assistere a lamentele di turisti, di visitatori o di nostri concittadini che hanno difficoltà a passeggiare o ad andare a fare compere per l'imminente Pasqua, perché il traffico la fa da padrone e perché sono in corso lavori commissionati dal Comune. È chiaro che la città è rimasta vittima dell'assenza di programmazione da parte dell'Assessore al Traffico che avrebbe dovuto preoccuparsi di garantire lo scorrimento regolare del traffico. Ci chiediamo come mai l’Assessore non abbia provveduto a fare emettere un'ordinanza, anche solo temporanea per la Pasqua, al fine di garantire la serenità a quanti vivono la città e soprattutto ai turisti che stanno scegliendo Monte in questo periodo.
FORZA ITALIA ritiene che l'arroganza e l'improvvisazione di chi amministra la città porta a risultati disastrosi per tutti e a farne le spese sono i cittadini, i turisti e i commercianti che hanno avuto ed hanno ancora la forza di rimanere a Monte: non è pensabile che vengano aperti cantieri in pieno Centro cittadino all'inizio di un periodo festivo!
FORZA ITALIA chiede al Sindaco di pretendere dai suoi Assessori impegno e concretezza, perché di belle parole "vuote" è lastricato il percorso del fallimento.

Forza Italia Monte Sant’Angelo

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

logoPDAzzarone/Emanuele: "Garantire a tutti i cittadini la partecipazione a questa importante funzione democratica"
Dichiarazione congiunta di Lia Azzarone, segretario provinciale del PD foggiano, e Davide Emanuele, segretario cittadino del PD Foggia

Facciamo appello a tutte le forze politiche e ai movimenti civici, ai candidati sindaco e agli amministratori uscenti della città di Foggia affinché si proceda alla selezione degli scrutatori esclusivamente con il metodo del sorteggio integrale.
Le ragioni che ci spingono ad avanzare pubblicamente la richiesta sono molteplici, a partire dalla necessità di garantire a tutti i cittadini iscritti alle liste elettorali e ritenuti idonei la partecipazione a questo importante compito.
Le elezioni sono una festa della democrazia ed è giusto che la selezione dei componenti dei seggi, oltre 600 persone, sia altrettanto democratica e non dipenda dalle indicazioni nominali di alcuno.
Contiamo sulla condivisione della nostra proposta da parte del candidato sindaco Pippo Cavaliere e dei partiti, dei movimenti e delle liste che compongono la coalizione che ne sostiene la candidatura. E confidiamo nel sostegno delle forze politiche che in passato hanno avanzato analoga proposta.
Anche questo è un segnale, importante, di cambiamento delle prassi amministrative e della relazione tra il palazzo e la comunità foggiana.

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)


davide emanueleEmanuele/Ruotolo: "Iniziativa coraggiosa per fronteggiare la destra"
Dichiarazione congiunta di Davide Emanuele, segretario cittadino PD Foggia, e Gianluca Ruotolo, segretario provinciale Articolo 1

La coincidenza tra elezioni europee e amministrative offrono l'opportunità al Partito Democratico e Articolo 1 di sperimentare a Foggia la convergenza in una lista inclusiva orientata a valorizzare la domanda di cambiamento proveniente dal popolo del centrosinistra.
Un'iniziativa inedita e coraggiosa che porterà alla candidatura da indipendenti di esponenti di Articolo 1 nella lista del PD.
L'obiettivo condiviso è sostenere l'elezione a sindaco di Pippo Cavaliere, indicato da entrambe le forze politiche per la guida dell'ampia coalizione che fronteggia la destra, e partecipare attivamente tanto all'elaborazione del programma elettorale che al governo della città qualora si ottenesse l'auspicata vittoria.
L'accordo politico rafforza la mobilitazione delle rispettive comunità politiche e favorisce la declinazione dei temi programmatici in chiave sociale e popolare, garantendo attenzione e spazio alle istanze che provengono dagli ambienti più esposti all'incremento delle vecchie e nuove forme di povertà ed emarginazione.

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)


cavaliere“Punto primo? Ampliamento della zona industriale per creare lavoro con nuovi insediamenti”

FOGGIA - “Mi candido al Consiglio comunale con La Città dei Diritti, al fianco della candidatura a sindaco di Pippo Cavaliere. A Foggia c’è bisogno di ricominciare dall’ABC, dalla cura di una città lasciata a se stessa, con strade e marciapiedi rotti, rifiuti per strada, interi quartieri lasciati al buio. C’è bisogno di ricominciare dalla serietà e dalla competenza”. Pino Lonigro ha accettato di candidarsi alle prossime elezioni amministrative del 26 maggio. Lo farà all’interno della lista La Città dei Diritti. “Pippo Cavaliere è la persona giusta per restituire normalità e futuro a una grande città come Foggia. Non è normale la situazione che stiamo vivendo da cinque anni a questa parte”, dichiara Pino Lonigro.
LO SLOGAN, COLTIVIAMO IL FUTURO. “Sono figlio della cultura contadina, con orgoglio. Di agricoltura mi occupo 365 giorni l’anno, da una vita. Il futuro va coltivato giorno per giorno, come fanno i nostri agricoltori con i loro campi. Questa amministrazione non è stata capace di dare seguito all’ampliamento dell’ASI, altri 200 ettari messi a disposizione di nuovi insediamenti produttivi utili a creare centinaia di nuovi posti di lavoro soprattutto con l’agroalimentare. Il mio PUNTO PRIMO è il lavoro. Per questo ho deciso di sostenere la candidatura a sindaco di Pippo Cavaliere. Il lavoro è il primo diritto per cui dobbiamo lottare. Il diritto dei giovani a costruire il proprio futuro. Il lavoro è il diritto e il dovere delle donne e degli uomini a realizzare il loro orizzonte. Il lavoro è il diritto e il dovere di credere in un futuro possibile. Coltiviamo il futuro non è uno slogan, è piuttosto l’indicazione di una strada da percorrere. Nell’agroalimentare, nell’economia verde, Foggia ha potenzialità che ancora devono essere espresse pienamente. Si tratta di un comparto che ne integra altri: il turismo, la ricerca e l’Università, i servizi alle imprese, l’innovazione”.
“C” COME CURA. “Faremo ciò che in questi anni non è stato fatto. Negli ultimi cinque anni non si è avuta cura di Foggia. L’orgoglio di Foggia può e deve essere una città che si rialza da cinque anni di propaganda vuota, di cassonetti strapieni e strabordanti, di rifiuti per strada e incendi di discariche a cielo aperto. Ci sono interi quartieri lasciati all’incuria e al degrado: il rione Martucci, il Diaz, il Villaggio Artigiani, il Cep, il Salice, Viale Giotto, ma anche la zona di San Michele e, più in generale, tutte le aree che sono lontane dallo spot elettorale di una zona pedonale per cui si sono spesi milioni di euro e con risultati modesti. La situazione del Villaggio Artigiani è l’emblema del degrado: una zona che dovrebbe essere trainante per lo sviluppo e il lavoro è caratterizzata da strade dissestate, sporche, senza segnaletica, la mancanza totale di un sistema pubblico di videosorveglianza efficiente che possa prevenire i furti e i veri e propri assalti di cui sono state oggetto diverse attività. Non c’è stata progettualità, per cui il Comune di Foggia, a differenza di altre Amministrazioni, non ha presentato progetti che ottenessero i fondi necessari a riqualificare l’area, renderla decorosa e sicura, funzionale al ruolo che dovrebbe rivestire. Cosa è stato fatto per Viale Ferrovia? Hanno montato un gabbiotto vuoto. La differenziata è un fallimento, non servono statistiche per avvalorare un dato che è sotto gli occhi di tutti. Chi cammina a piedi, anche in centro, deve guardarsi da piccoli e grandi esposizioni all’aperto di mobili ed elettrodomestici in disuso, da marciapiedi dissestati. Ci camminano i nostri nipoti su quelle strade, i nonni dei nostri figli. L’illuminazione pubblica è deficitaria, con intere periferie al buio, ma anche molte zone del centro non sono illuminate a sufficienza. Ci sono immobili di proprietà comunale abbandonati, uno spreco incredibile. Possono essere recuperati, si può pensare a restituirli ai cittadini per realizzarne biblioteche e ludoteche di quartiere gestite da associazioni e volontari, a cominciare dalle periferie. Perché questa è una grande città: grande per estensione, per genio e tragedie, per storia e bellezza, grande per cuore e passione. Averne cura è il seme che oggi prepara i germogli del domani. Coltiviamo il futuro”.

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

cavaliereIl candidato sindaco Pippo Cavaliere interviene sul tema della vertenza Comune di Foggia - RaCo relativamente al pagamento dei lavori di ristrutturazione del teatro comunale 'Umberto Giordano'.

La mancata adozione di atti dovuti da parte dell'Amministrazione Landella ha creato i presupposti per un riconoscimento milionario, non dovuto e che graverebbe sul bilancio comunale, a favore dell’impresa che all’epoca realizzò i lavori di ristrutturazione del Teatro Umberto Giordano.
Un esempio di sciatteria amministrativa, sfociato in una proposta di transazione per il consiglio comunale, che lo stesso centrodestra non ha voluto prendere in considerazione, un centrodestra cui fanno parte forze politiche e consiglieri comunali che, però, oggi si candidano con Landella.
I foggiani hanno il diritto di conoscere la verità su questa vicenda del Teatro Giordano e pertanto, visto lo stato di confusione che regna, invito ancora una volta il sindaco ad un confronto pubblico, a cui si è finora sottratto, in cui vengano chiariti ed illustrati i termini della vicenda

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)