Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Chi c'è online

Abbiamo 164 visitatori e nessun utente online

Politica

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

vico
“Gargano Easy to Reach”, niente collegamenti in bus con il Gino Lisa di Foggia e l’aeroporto di Bari

VICO DEL GARGANO “La Regione Puglia ha escluso San Menaio dal servizio dei collegamenti giornalieri, in autobus, sia dall’aeroporto Gino Lisa di Foggia sia dal Karol Wojtyla di Bari. Oltre a Vieste, Peschici, Mattinata e Manfredonia ci sono Zapponeta e Margherita di Savoia, ma non San Menaio, che è una meta turistica da 60 anni e, in più, è il punto della costa più vicina alle aree interne del Gargano. Ci pare una decisione sbagliata, superficiale, miope. Il servizio Gargano Easy to Reach nasce monco, come l’ennesima occasione perduta”. É Raffaele Sciscio, neo-eletto sindaco di Vico del Gargano, a esprimere perplessità e rabbia per l’esclusione di San Menaio dalle destinazioni che, da giovedì 1 giugno 2023 e fino al prossimo 26 settembre, per tutta la stagione turistica saranno raggiunte dal nuovo servizio di collegamento via autobus con gli aeroporti di Foggia e di Bari.
“San Menaio, Calenella e Vico del Gargano, insieme, rappresentano una delle 10 destinazioni turistiche con più arrivi e presenze nell’area garganica”, aggiunge Sciscio. “Si tratta di una zona strategica anche per la sua immediata vicinanza a Rodi Garganico da una parte e ai borghi di Carpino, Cagnano e Ischitella dall’altra. Con un unico collegamento, dunque, si sarebbe rafforzato un sistema turistico che tiene insieme tutta l’Area Interna Gargano. In tema di sviluppo, questo significa anche integrare la costa con i borghi e le aree archeologiche-naturalistiche come quella di Monte Pucci. La dimenticanza della Regione Puglia, dunque, è piuttosto grave, segno di una disattenzione che mortifica l’impegno e gli investimenti sia degli operatori turistici di quest’area sia il lavoro enorme fatto in questi anni da Vico del Gargano con i Borghi più belli d’Italia”.
“L’esclusione di San Menaio è incomprensibile”, aggiunge Porzia Pinto, assessore comunale al Turismo con delega proprio alla rete de I Borghi più belli d’Italia. “L’auspicio è che la Regione Puglia rifletta e torni sui propri passi, se non in questa stagione almeno per la prossima. Non è una questione di campanilismo, perché San Menaio e Vico del Gargano sono davvero centrali rispetto all’inclusione di un più vasto territorio nei flussi turistici che ampliano l’offerta rivolta ai visitatori e la diversificano. Vico del Gargano è stato giudicato uno dei cinque borghi più belli d’Italia ed è una rarità poter promuovere, in un unico ‘fazzoletto di terra’, non solo il mare, ma anche i borghi, le aree archeologiche, il lago di Varano. Se avesse dialogato con tutti i Comuni, e non solo con alcuni, la Regione Puglia avrebbe evitato un errore davvero grave e grossolano”.

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

amonteLAVORI COMUNALI ESEGUITI MALE: RISVEGLIO CON L’ACQUA ALLA SCUOLA TANCREDI

Più volte abbiamo chiesto all’Amministrazione Comunale di porre attenzione sui lavori che le ditte vincitrici di appalto effettuano per conto del Comune, perché, a nostro avviso, ciò che conta non è il numero dei lavori ma la qualità con cui vengono fatti. Abbiamo sollevato questa questione perchè ci siamo accorti che in diverse occasioni (rifacimento asfalto, rifacimento strade in cemento ecc.), anche dopo poche settimane dalla conclusione, i lavori evidenziano già diverse usure.

Ebbene, sembra quasi siamo stati profeti. Stamattina, al rientro a scuola dopo il ponte del 1 maggio, alcune aule della scuola Tancredi sono state trovate allagate e con evidenti infiltrazioni al soffitto.

Eppure, i lavori in quell’edificio sono terminati non più tardi di pochissimi mesi fa: è chiaro che non sono stati eseguiti a regola d’arte.

Non vogliamo fare polemica, ma il controllo dell’Amministrazione dovrebbe essere serrato e serio.

Vigileremo affinché la ditta rifaccia, a spese proprie, i lavori in quei locali!

Gruppo A MONTE Monte Sant’Angelo

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

sangiovanniLa situazione politica, degli ultimi mesi, della nostra Città, richiede un'azione decisa, determinata e responsabile, per far sì che, pur in una situazione complessa, possa ritrovare un rilancio per lo sviluppo economico e sociale.
In ragione di ciò, fin da adesso il Partito Democratico, San Giovanni Rotondo Popolare, Unione di Centro, Partito della Città, intendono costruire nel solco di un rinnovato Centro Sinistra, una alleanza politica rivolta anche al Movimento 5 Stelle, il cui presidente e concittadino è Giuseppe Conte.
L'obiettivo è quello di un coinvolgimento di tutte quelle forze che si riconoscono nei valori democratici, progressisti, riformisti, ambientali, anche se non rappresentati in Consiglio Comunale per confrontarsi sui temi quali PNRR, Giubileo 2025, tutela idrogeologica, infrastrutture e servizi, turismo, sanità, mettendo al bando polemiche inutili e sterili che ledono solo l'immagine della nostra città.
Questa nuova fase di alleanze, non vuole soltanto concorrere al prossimo governo locale, ma si pone l'obiettivo di svolgere un ruolo di primo piano rappresentativo nel Gargano, nella Capitanata e nella Puglia.
La situazione amministrativa, è sotto gli occhi di tutti, rappresentata da documenti e comunicati di una parte della Maggioranza. Per questo motivo le forze politiche di cui sopra vengono alla determinazione, sin da ora, ad un accordo di fine consiliatura, che possa assicurare un percorso sereno, costruttivo, incisivo, fino alla scadenza naturale.
Per quanto riguarda le rappresentanze, fermo restando le prerogative del Sindaco in merito al completamento della Giunta, si ritiene che la squadra di governo dopo regolarmente programmare e pianificare con la Coalizione e i Consiglieri Comunali l'attività e rendicontarla attraverso comunicazioni periodiche ed eventuali iniziative pubbliche. Il processo di ulteriore condivisione dell'azione amministrativa dovrà coniugare il riferimento della Giunta alla rappresentanza consiliare, per assicurare il pieno sostegno alla stessa nell'azione amministrativa ed in seno al Consiglio Comunale.

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

campoZES. Campo: “Gli imprenditori che vogliono investire in Puglia non possono aspettare Fitto”
Dichiarazione di Paolo Campo, presidente della V Commissione Ambiente del Consiglio regionale

Gli investimenti privati da realizzare nelle Zone Economiche Speciali non possono aspettare i tempi, assai lenti, del ministro per il Sud e la Coesione territoriale Raffaele Fitto.
Ha perfettamente ragione l’assessore regionale allo Sviluppo economico Alessandro Delli Noci quando paventa il fallimento della strategia di rilancio dell’economia pugliese fondata, appunto, sull’allargamento delle ZES già perimetrate per includere particelle di territorio su cui vorrebbero insediarsi impianti produttivi, anche di società estere.
Basterebbe una firma del ministro Fitto che, però, sembra essere politicamente distratto dai primi inciampi del Governo ed amministrativamente incapace di gestire partite complesse come il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza e il Fondo per lo Sviluppo e la Coesione. Nel caso delle Zone Economiche Speciali, magari, si aggiunge il fatto che la governance sia stata nominata dal Governo Draghi.
Il ministro per il Sud e la Coesione territoriale, da buon pugliese, farebbe bene ad emulare i modelli virtuosi di spesa messi in campo dalla Regione, e certificati proprio dall’agenzia per la Coesione, ed a garantire alla Puglia le risorse necessarie a realizzare un’efficace strategia di attrazione e realizzazione di investimenti produttivi.

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

casalvecchioIl sindaco di Casalvecchio di Puglia: “Rappresenterò le istanze dei Monti Dauni”

Il Sindaco di Casalvecchio di Puglia, Noè Andreano, è stato eletto Consigliere di ANCI Puglia nel corso dell'assemblea congressuale tenutasi martedì 4 aprile a Taranto che ha visto l’elezione del nuovo Presidente, Fiorenza Pascazio, ed il contestuale rinnovo del Consiglio regionale.
Un risultato importante ottenuto grazie al sostegno di Insieme per la Puglia, la federazione delle civiche regionali coordinate dal Presidente Michele Emiliano con il proficuo supporto di Rosario Cusmai.
“Sono orgoglioso di essere un rappresentante dei Monti Dauni in seno ad un organo così prestigioso - ha dichiarato Noè Andreano. Ringrazio il Presidente Emiliano e Rosario Cusmai che hanno riposto la loro fiducia in me accettando la mia canditura”.
L’elezione in Anci Puglia è un gran bel risultato che dà lustro al grande lavoro che il Sindaco e l’Amministrazione comunale stanno svolgendo con passione e serietà da diversi anni per il Comune di Casalvecchio e per il tutto il territorio anche in seno all’Unione dei Comuni dei Casali Dauni e all’Assemblea dei Sindaci dell’Area Interna dei Monti Dauni.
“Non è un risultato personale – aggiunge il Sindaco – ma di tutta l'Amministrazione Comunale con la quale voglio condividerlo insieme a tutti coloro che con me hanno lavorato a qualsiasi titolo in questi anni”.
L’attività dell’ANCI ha come obiettivo quello di rappresentare e tutelare gli interessi dei Comuni di fronte a Parlamento, Governo, Regioni, con i quali sarà necessario costruire un dialogo proficuo e collaborativo, per condividere le linee strategiche sui bandi e sui temi che interessano i comuni.
“Lavorerò anche in questo contesto – conclude Noè Andreano - con impegno e dedizione, per i Comuni Piccoli, per le Aree Interne, con la fiducia che ogni sforzo non sarà vano”.

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)