Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Chi c'è online

Abbiamo 349 visitatori e nessun utente online

Politica

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

logoPDIL PARTITO DEMOCRATICO PRIMO PARTITO ALLE PROVINCIALI DI FOGGIA, SEGRETARIO d’ARIENZO: “LA FORZA DELLA SQUADRA”

Alle elezioni di secondo grado per il Consiglio Provinciale di Foggia, tenutesi domenica 17 marzo, il Partito Democratico è il primo partito sia per voti ponderati, pari a 31.044, che per numero di consiglieri comunali e sindaci che hanno scelto il PD, votato da ben 236 amministratori, ottenendo il 33%. “Il Partito Democratico è il primo partito alle elezioni provinciali ottenendo ben quattro seggi. Eleggiamo l’unica donna e abbiamo il più suffragato. Una vittoria importante frutto di un grande lavoro di squadra” - il commento del segretario provinciale, Pierpaolo d’Arienzo.

“Anche elezioni di secondo grado come queste Provinciali servono a chiarire che il PD è il pilastro insostituibile su cui edificare un’alternativa alla destra sfascista e lo è perché sa mettere in primo piano l’impegno politico e amministrativo delle donne, valorizzare i sindaci quale espressione popolare e territoriale, aprirsi a settori diversi della comunità” - continua d’Arienzo, con riferimento ai quattro consiglieri provinciali eletti: Emilio di Pumpo (sindaco di Torremaggiore) ha ottenuto 5961 voti ponderati, Anna Rita Palmieri (consigliera del Comune di Foggia) 4633, Leonardo Cavalieri (sindaco di Troia) 4436 e Giuseppe Mangiacotti (consigliere del Comune di San Giovanni Rotondo) 3721.
“Tutte qualità espresse anche da Ciro Cataneo, Maria Rosaria di Vito, Luigi d’Arenzo, Antonio Dell’Aquila, Antonio Iagulli, Lucia Montemitro, Filomena Barra e Annunziata D’Avanzo” – osserva il segretario del PD Capitanata – “che, non a caso, hanno contribuito a catalizzare 31.044 voti ponderati e ben il 33% dei loro colleghi amministratori che sono venuti a votare, e per questo li ringrazio, certo che proseguiranno nel loro impegno a essere punti di riferimento territoriale”.

La conta dei voti ponderati fa spiccare almeno due elementi: quella del Partito Democratico è l’unica lista in cui è stata eletta una donna, Anna Rita Palmieri; nella stessa lista c’è il consigliere più suffragato, Emilio di Pumpo.

Dopo la vittoria al Comune di Foggia e alle elezioni provinciali, si lavora per le prossime amministrative. “Dopo la vittoria al comune di Foggia e le elezioni provinciali, siamo già a lavoro sui territori per presentare nei comuni dove si va al voto candidati forti e competenti” - aggiunge il segretario del Pd Capitanata - “Noi per primi ci stiamo impegnando a riproporre lo schema con cui abbiamo già vinto: coalizioni ampie, programmi forti di rilancio delle città, candidature autorevoli e capaci di valorizzare le energie femminili e giovanili. Il Partito Democratico c’è, è aperto all’ascolto e al confronto, per dare risposte concrete alle esigenze dei cittadini”.

Radicamento è una parola chiave per d’Arienzo. “Il risultato delle provinciali ci consegna anche un altro elemento, il radicamento forte del Partito sul territorio. Un partito costituito da amministratori competenti che con senso di responsabilità si mettono al servizio delle proprie comunità” - il ragionamento del segretario - “Vincere le elezioni nei territori, peraltro, contribuisce al rafforzamento di un grande partito nazionale, nel momento in cui più forte è il pericolo che le aree del Sud Italia siano lasciate indietro dalle forze politiche che promuovono il progetto dell’autonomia differenziata ‘Spacca Italia’”.

“Questo elemento della territorialità che sa superare le logiche di campanile è un punto di forza che, senza dubbio, contribuirà a qualificare l’azione della Provincia” - conclude d’Arienzo, evidenziando come - “dalla città capoluogo ai Monti Dauni, dall’Alto Tavoliere al Gargano interno, entrano in Consiglio provinciale amministratori con visione politica, peso specifico e l’abitudine all’ascolto delle concrete esigenze dei cittadini”.

#PdCapitanata #ProvincialiFG2024

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

logoPDSEGRETARIO CITTADINO DANIELE DALESSANDRO:
“Apprendo del coinvolgimento di un nostro consigliere comunale nell’ambito di un’inchiesta della Guardia di Finanza relativa a presunte frodi previdenziali.
Esprimo massima e totale fiducia negli organi inquirenti e nella magistratura, certi che la ricerca della verità sia sempre chiarificatrice di ogni dubbio.
Sebbene i fatti contestati siano relativi all’attività professionale del consigliere coinvolto e nulla abbiano a che vedere con l’attività amministrativa e politica, valuteremo in tempi brevi ogni aspetto della vicenda a tutela del Partito e dell’ente comunale.
Tanto credo nelle forze di polizia e nella magistratura, tanto mi auguro che il consigliere comunale possa dimostrare la sua totale innocenza ed estraneità ai fatti.”

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)


logoPDVenerdì 8 febbraio, l’incontro delle Donne Democratiche; sabato e domenica gazebo in piazza

FOGGIA – Tre giorni di iniziative per ribadire il NO del Partito Democratico all’autonomia differenziata. Venerdì 8, sabato 9 e domenica 10 marzo, le Donne Democratiche, i Giovani Democratici e il Partito Democratico di Foggia si mobiliteranno per illustrare alle cittadine e ai cittadini di Foggia le ragioni per cui è necessario fermare e impedire che sia realizzato il progetto di autonomia differenziata voluto dal ministro Calderoli e sostenuto dal Governo di centrodestra.
La prima iniziativa si terrà venerdì 8 marzo, nella Sala Rosa del Palazzetto dell’Arte (via Galliani 1), alle ore 17.30, con l’incontro pubblico intitolato “Le Donne Democratiche contro l’autonomia differenziata”. Ad aprire l’iniziativa saranno i saluti di Davide Emanuele, assessore al Bilancio del Comune di Foggia e segretario Pd Foggia, e di Alice Amatore, assessore alla Cultura del Comune di Foggia.
Il tema dell’incontro sarà introdotto da Lia Azzarone, presidente del Consiglio Comunale di Foggia e presidente dell’Assemblea Regionale Pd. A seguire, gli interventi di Maria Aida Episcopo, sindaca di Foggia; Gianni Palma, segretario generale CGIL Foggia; Raffaele Piemontese, vicepresidente della Regione Puglia. Gli interventi saranno coordinati da Colomba Mongiello, già deputata della Repubblica, componente della segreteria regionale Pd. Le conclusioni saranno affidate a Fiorenza Pascazio, sindaca di Bitetto e presidente Anci Puglia.
IL GAZEBO. Sabato 9 e domenica 10 marzo, i Giovani Democratici e il Pd saranno tra la gente, con il proprio gazebo, per dare informazioni a cittadine e cittadini sugli effetti deleteri dell’autonomia differenziata su Sanità, Scuola, Trasporti e Servizi. L’autonomia differenziata, una volta messa in atto, aumenterà ulteriormente il già evidente divario tra Nord e Sud del Paese, tra le regioni italiani più ricche e quelle più povere, con queste ultime che si ritroveranno ad avere meno risorse e minori possibilità di garantire diritti sanciti dalla Costituzione per ogni cittadino e di assicurare efficienza e livelli adeguati di prestazioni in settori fondamentali come Sanità, Istruzione e Formazione, Trasporti, Servizi. Per questi motivi è fondamentale informare la cittadinanza e impegnarsi affinché il progetto di autonomia differenziata, che spacca il Paese, rompendo il principio di unità e solidarietà, sia rispedito al mittente.

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

logoPD“IN DIFESA DEI PRINCIPI COSTITUZIONALI, CONTRO L’AUTONOMIA DIFFERENZIATA”, GIOVEDÌ 14 MARZO L’EVENTO DEL PD CAPITANATA CON ANTONIO DECARO

Si svolgerà giovedì 14 marzo, presso l’Auditorium Santa Chiara di Foggia (Piazza Santa Chiara, 1) alle ore 18:30, l’evento promosso dal Partito Democratico Capitanata “in difesa dei principi costituzionali contro l’autonomia differenziata”.
L’incontro, introdotto da Pierpaolo d’Arienzo (segretario provinciale Pd), vedrà i saluti della Sindaca di Foggia, Maria Aida Episcopo, e del Vicepresidente della Regione Puglia, Raffaele Piemontese.
Interverranno: Colomba Mongiello (Donne Democratiche - segreteria regionale PD), Gigia Bucci (Segretaria generale CGIL Puglia), Gianni Ricci (Segretario generale UIL Puglia).
A concludere l’incontro, Antonio Decaro, Presidente dell’Anci e Sindaco di Bari.

Saranno presenti i candidati alle elezioni provinciali in programma domenica 17 marzo: Filomena Barra, Ciro Cataneo, Leonardo Cavalieri, Luigi d’Arenzo, Annunziata d’Avanzo, Antonio dell’Aquila, Emilio di Pumpo, Maria Rosaria Divito, Antonio Iagulli, Giuseppe Mangiacotti, Lucia Montemitro, Anna Rita Palmieri.

#PdCapitanata #ElezioniprovincialiFG2024

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

palazzodicittfoggiaL’assessora all’Ambiente Aprile sulla revoca del finanziamento per Passo Breccioso

“A 6 anni dalla revoca, il consigliere Mainiero si accorge della perdita del finanziamento relativo alla discarica di servizio di Passo Breccioso e prova, tanto per cambiare, a far ricadere colpe e responsabilità sull’attuale amministrazione. Potrebbe, coerentemente, riflettere su quando era consigliere comunale dell’amministrazione Landella, da lui sostenuta a tempo determinato, e sul perché gli sia sfuggito questo particolare all’epoca dei fatti”. Lo afferma l’assessora all’Ambiente Lucia Aprile in risposta alle accuse lanciate dal consigliere comunale di minoranza relativamente a un debito di 5,7 milioni di euro nei confronti della Regione Puglia.
“Per capire questa situazione - spiega Aprile - dobbiamo fare un passo indietro di alcuni anni e cioè al 2018, quando, con Atto dirigenziale n.96 del 30 marzo 2018, la Regione Puglia revocò il finanziamento. L’atto ingiuntivo di pagamento, invece, è datato 2 ottobre 2023, quindi venti giorni prima delle elezioni che hanno sancito la nostra vittoria. Per quanto mi riguarda, esattamente tre giorni dopo l’insediamento della Giunta mi sono recata a Bari per discutere di questo e ho trovato da parte della Regione Puglia la massima collaborazione e disponibilità per risolvere la questione. Al momento siamo in costante contatto con gli uffici regionali e auspico che a breve potremo chiudere questa vicenda. Come si evince - conclude l’assessora all’Ambiente - oggi paghiamo lo scotto di una gestione amministrativa che ha realmente lasciato le macerie in città; un’amministrazione sostenuta e avvallata da chi oggi, senza un minimo di coerenza, lancia strali da una posizione di comodo - i banchi della minoranza - conseguenza, evidentemente, di un modo di fare politica che i cittadini hanno bocciato senza remore. Per quanto ci riguarda, crediamo sia opportuno agire e collaborare alla risoluzione delle criticità ataviche che, purtroppo, affliggono ancora la città”

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)