Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Traduzione

Chi c'è online

Abbiamo 299 visitatori e nessun utente online

Politica

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

logoPDBallottaggi. Azzarone/Emanuele: "Il PD governa più grandi centri, ma non vince a Foggia. Grazie a Cavaliere, ai candidati consiglieri e ai candidati sindaco"

"Il Partito Democratico e il centrosinistra sono investiti dalla responsabilità di governare un maggior numero di grandi centri della Capitanata senza riuscire, però, a vincere la sfida elettorale di Foggia. Da questa evidenza si riparte con maggiore impegno e maggiore fiducia nei nostri mezzi". Lo affermano la segretaria provinciale del Partito Democratico foggiano Lia Azzarone e il segretario cittadino del PD del capoluogo commentando i risultati dei ballottaggi amministrativi.

FOGGIA. "Il nostro sentitissimo ringraziamento a Pippo Cavaliere, ai candidati della lista lista del PD e agli elettori che hanno votato noi e il candidato sindaco sono tutt'altro che formali - proseguono Azzarone ed Emanuele - Grazie al loro impegno e alla fiducia che hanno saputo guadagnare tra i cittadini, il progetto di futuro per Foggia elaborato con movimenti, associazioni, organizzazioni ha ottenuto un'ampia e diffusa condivisione.
Le priorità indicate e i candidati chiamati ad interpretarle hanno rappresentato e rappresenteranno un'alternativa reale e concreta allo stile e agli obiettivi di governo del centrodestra leghista.
Saremo in Consiglio comunale con il preciso intento di rendere palese tutta questa differenza praticando un'opposizione di merito all'Amministrazione, fondata sull'interesse generale della comunità foggiana e sul rispetto della legalità e della legittimità degli atti.
Siamo consapevoli che sul Partito Democratico, sui suoi 4 consiglieri eletti - uno dei quali sarà Pippo Cavaliere - grava la maggiore responsabilità di quest'azione. E su questa consapevolezza sarà fondato il lavoro politico svolto valorizzando le energie e le competenze che hanno animato la lista con il maggiore consenso tra quelle a sostegno di Pippo Cavaliere.
Resta il rammarico per l'atteggiamento pilatesco del Movimento 5 Stelle - concludono sul capoluogo Azzarone ed Emanuele - la cui neutralità ha, nei fatti, ri-consegnato la città a Franco Landella, impedendo la realizzazione di uno solo degli obiettivi programmatici apertamente condivisi da Cavaliere nella fase del ballottaggio".

CAPITANATA. "La conferma di Francesco Miglio a San Severo e le vittorie di Michele Crisetti a San Giovanni Rotondo e Emilio Di Pumpo a Torremaggiore sono una buona notizia per i cittadini di quei centri e, più in generale, per la Capitanata - afferma Lia Azzarone - nel cui territorio si rafforza la comunità istituzionale alternativa al centrodestra e alla Lega: i salviniani hanno perso ovunque nei Comuni più importanti tra quelli al voto e sono costretti a 'consegnarsi' a Landella pur di poter rivendicare una vittoria.
Ai sindaci nuovi e confermati affidiamo il compito di governare e rappresentare al meglio le nostre comunità - conclude Azzarone - in coerenza con l'azione di governo regionale e dando corpo all'idea di buon governo delle città che è propria del Partito Democratico".

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

logoPDLudopatia. Campo: "Potenziamo i SERT e i SERD per contrastare il dilagare di questa piaga sociale"

Il potenziamento dei SERT e dei SERD è la risposta più sensata al dilagare della ludopatia ed è un tema che il Sistema Sanitario Regionale è chiamato ad affrontare e risolvere.
È fuori discussione, infatti, che la dipendenza dal gioco d'azzardo sia diventata una vera e propria piaga sociale, e che la sua diffusione indifferente al censo e al ceto.
Affrontarla con l'arma del proibizionismo, come vorrebbe il Movimento 5 Stelle in Puglia, può essere una soluzione che i parlamentari del Movimento 5 Stelle hanno il potere di mettere in atto adottando i necessari atti legislativi.
Fino ad allora, la Regione Puglia non potrà vietarlo. Piuttosto dovrà farsi carico di più e meglio degli effetti di questa patologia, di come prevenirla e di come curarla.
Alla prevenzione sono stati destinati risorse e programmi d'intervento che coinvolgono attivamente anche il terzo settore.
È arrivato il momento anche di investire altrettante e maggiori risorse nella cura, valorizzando le professionalità che già oggi operano all'interno dei Servizi per le Tossicodipendenze (SerT) e in quelli per le Dipendenze patologiche (SerD).
A prescindere da quale sarà l'esito del dibattito legislativo sulle modifiche e le integrazioni alla legge regionale sul contrasto alla diffusione del gioco d’azzardo patologico, credo sia necessario e urgente aprire e affrontare questo dossier per offrire una risposta scientifica ad un problema sempre più radicato nelle nostre comunità.


Ufficio stampa
Unione provinciale Partito Democratico Foggia

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

lacittadeidirittiGiovedì 6 giugno, alle 19, manifestazione con i candidati consiglieri e Alfonso Pisicchio
L’appello della lista che ha ottenuto 5139 voti: “Il 9 giugno, con Cavaliere, Foggia volta pagina”

FOGGIA “La Città dei Diritti per Pippo Cavaliere”: giovedì 6 giugno 2019, nella sala del Cinema Cicolella in viale XXIV Maggio, alle ore 19 si terrà una manifestazione pubblica per sostenere l’elezione a sindaco di Pippo Cavaliere. A organizzarla è “La Città dei Diritti”, la lista civica che, il 26 maggio, ha ottenuto 5139 voti, pari al 6,6%. All’evento, interverranno tutti i candidati de “La Città dei Diritti” e, assieme a loro, ci saranno Giuseppe Mainiero, Giuseppe Pertosa, l’assessore regionale alla Pianificazione Territoriale Alfonso Pisicchio e Pippo Cavaliere. “L’ultima vergognosa vicenda, quella della determina datata 24 maggio con l’affidamento diretto di 80mila euro ad associazioni di promozione sociale, è l’ennesima dimostrazione che Foggia ha bisogno di voltare pagina nel segno della legalità e di un futuro che possa appartenere a tutti i foggiani”, si legge nella nota ufficiale con cui “La Città dei Diritti” invita gli elettori ad andare a votare il 9 giugno e a scegliere Pippo Cavaliere come nuovo sindaco di Foggia. “Il 9 giugno si riparte da zero. Il ballottaggio è una sfida a sé. Ci sono tanti motivi per preferire Pippo Cavaliere: il primo è la persona: Pippo Cavaliere è un uomo mite, un professionista stimato in tutta Italia, un galantuomo; il secondo consiste in un dato: il secondo mandato, quello a cui sarebbe chiamato Landella nel caso vincesse, è quasi sempre peggiore del primo. Pippo Cavaliere è un cambio di orizzonte. Costruire un nuovo patto con i cittadini è possibile. Scrivere una nuova pagina nella storia di Foggia è doveroso e necessario. Ce ne sono almeno 3 di PUNTO PRIMO: restituire ai foggiani una città più vivibile, pulita, illuminata, con strade riparate e marciapiedi agibili; favorire lo sviluppo sociale ed economico della città puntando sull'ampliamento della zona ASI e su incentivi al commercio e alla zona artigianale; un nuovo passo nelle politiche sociali, con servizi, strutture e progetti che diano una mano ai foggiani che ne hanno bisogno, e sono sempre di più. Chi vorrebbe vedersi riconfermata la poltrona, in questi giorni, sta riempiendo la città di bugie, cercando di infangare l'avversario. Vogliono distrarci, farci dimenticare ciò che abbiamo sotto il naso e davanti agli occhi ogni giorno: una grande e bella città offesa dall'incuria e dal degrado di cinque anni di completo disinteresse e abbandono. Costruiamo una nuova città. Ricominciamo dall'abc. Realizziamo il cambiamento partendo semplicemente dalle cose che balzano agli occhi. Ricominciamo dalle scuole, soprattutto da quelle in cui non hanno investito un solo euro per la manutenzione degli impianti di riscaldamento, la sicurezza e l'adeguamento delle strutture. Ricominciamo dalla cura della città, dalla raccolta dei rifiuti, dalla pubblica illuminazione, i parchi, le strade, i marciapiedi, i servizi del trasporto pubblico.

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

cavaliereBallottaggio. Cavaliere: "Mi ritrovo in gran parte delle proposte programmatiche del M5S.
Legalità e legittimità degli atti premessa fondamentale al buon governo di Foggia"

Ho letto con attenzione e interesse il documento programmatico del Movimento 5 Stelle per il futuro di Foggia e mi ritrovo nella gran parte delle proposte.
Sono tante quelle che condividiamo pur avendole elaborate distintamente, a partire dalle premesse: Foggia rinasce con la partecipazione diffusa alla cura dei beni comuni, la condivisione ampia degli obiettivi di buon governo e il rigoroso rispetto della legalità e della legittimità dell'azione amministrativa.

Quest'ultimo è un discrimine netto e sostanziale, non una banale esternazione formale. E quanto sia decisivo affermarlo è reso evidente dalle opacissime prassi di gestione dei fondi del Piano Sociale di Zona da parte dell'Amministrazione comunale uscente. Per 24 anni mi sono quotidianamente impegnato al fianco delle vittime dell'usura, sono stato io stesso vittima della violenza criminale e mai, mai riuscirei anche solo ad ipotizzerei di utilizzare per interessi politici o personali lo strumento finanziario e operativo finalizzato alla risoluzione di problemi, anche gravi, delle persone in condizioni di bisogno e disagio.

Nel dettaglio programmatico, cito tra le tante azioni condivisibili quelle relative agli istituti di partecipazione dal basso e di trasparenza amministrativa, il bilancio partecipato, la strategia Rifiuti Zero, lo stop al consumo del suolo, la mobilità sostenibile, i vigili di quartiere, lo Sportello start-up, le Politiche di integrazione, la tutela degli animali.
Azioni, queste e molte altre, che integrano e arricchiscono coerentemente il mio programma, rendendo ancor più evidente come e quanto il futuro di Foggia ci appartanga.

Lo affermo non per blandire l'elettorato del Movimento 5 Stelle o sollecitare endorsement da parte dei suoi rappresentanti; intendo più genuinamente manifestare, fin da ora, la piena disponibilità a stabilire positive sinergie operative con chi sarà in Consiglio comunale a condividere la quotidiana azione di governo della città.
E lo faccio forte di almeno una consapevolezza: la mia candidatura e il mio progetto per il futuro di Foggia sono assolutamente alternativi a quelli del sindaco uscente.

Agli attivisti e agli elettori del Movimento 5 Stelle la scelta, sperando sia quella più utile ai foggiani.

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

forza italiaCAMBIAMONTE VUOLE ASSUMERE DUE NUOVI GEOMETRI, MA AUTORIZZA L’INGEGNERE COMUNALE AD ANDARE VIA
È chiaro che lo spreco delle risorse finanziarie del Comune è diventato il sistema fisso dell’Amministrazione CambiaMonte/PD che manda via un Ingegnere e assume due nuovi Geometri
Con delibera n. 77 del 03/05/2019, l’Amministrazione d’Arienzo ha autorizzato l’Ingegnere comunale a lavorare per 18 ore settimanali, cioè per metà del suo orario di servizio, presso il Comune di San Paolo di Civitate, facendo a meno in questo modo di un’alta professionalità.
Già nel passato l’Ingegnere è stato autorizzato a prestare servizio presso altri Comuni, da ultimo presso quello di Mattinata, ma va detto che mai nessuna Amministrazione ha deciso di fare un concorso per due Geometri avendo perso un Ingegnere. CambiaMonte/PD, invece, autorizza l’Ingegnere ad andare via, ma vuole assumere due nuovi Geometri.
Lo spreco delle risorse finanziarie del Comune è diventato il sistema fisso dell’Amministrazione CambiaMonte/PD: alla spesa per l’Ingegnere anche se per 18 ore, si aggiungerà quella per i due nuovi Geometri!
FORZA ITALIA ritiene che lasciare che un Ingegnere vada via per assumere due nuovi Geometri non rientri sicuramente in una giusta programmazione; la riorganizzazione dell’Ufficio Tecnico deve avvenire non assumendo altri due Geometri, ma favorendo e utilizzando tutta la professionalità dell’Ingegnere nonché reclutando impiegati per sostituire chi è andato in pensione.
Perché l’Amministrazione CambiaMonte/PD non pensa a dare slancio ad altri Settori del Comune, visto che l’Ufficio Tecnico è ben popolato?
Perché l’Amministrazione CambiaMonte/PD non mette al centro della sua programmazione anche altri Settori importanti per la città, come Cultura, Turismo e Servizi Sociali?
Perché, invece di assumere due nuovi Geometri, l’Amministrazione CambiaMonte/PD non pensa al rilancio di un Settore strategico come l’Ufficio agro-forestale, considerate le dimensioni del patrimonio boschivo? Oggi l’entroterra, con i suoi allevatori e agricoltori, soffre della totale assenza di visione strategica e di programmazione da parte di CambiaMonte.
Perché l’Amministrazione CambiaMonte/PD non pensa all’assunzione, oltre che del Comandante, anche di ulteriori Agenti di Polizia Municipale? La nostra città, mèta annualmente di numerosi turisti, ha necessità di un controllo capillare del territorio e di una presenza assidua nelle strade a sostegno di chi ci vive o ci viene per visitare.
FORZA ITALIA auspica che la Giunta d’Arienzo e CambiaMonte/PD inizino a dialogare con la città per capire quali siano le vere esigenze dei cittadini: è chiaro a tutti che, chiusi nel palazzo, hanno perso ogni contatto con la realtà, mantenendo solo un dialogo virtuale attraverso i social! Ma Monte non è una realtà virtuale, è una realtà concreta in cerca di una strada.

Forza Italia Monte Sant’Angelo

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)