Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Chi c'è online

Abbiamo 553 visitatori e nessun utente online

Politica

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

logoPD 

"Il centrodestra ha sequestrato il Consiglio comunale e congelato l'attività amministrativa. Bisogna ricostruire subito l'integrità dell'Assise"
Dichiarazione dei consiglieri comunali Pasquale Dell'Aquila (capogruppo), Lia Azzarone, Francesco De Vito, Michele Norillo e Anna Rita Palmieri

Il centrodestra ha sequestrato il Consiglio comunale e ha congelato l'attività amministrativa.
La sua debolezza politica, le sue divisioni e frammentazioni, la sua bulimia di potere, la sua ansia di gestire hanno divelto le regole democratiche, hanno umiliato lo Statuto della più importante e rappresentativa istituzione cittadina, hanno offeso la città e i cittadini.
Nessuna forma o sostanza istituzionale e politica giustifica l'ulteriore rinvio della convocazione del Consiglio comunale per l'elezione del suo presidente.
Una dubbia e contestata, almeno da noi, interpretazione del regolamento ha permesse il rinvio dell'adempimento a dopo la sentenza del Tar sul ricorso dello sfiduciato Leonardo Iaccarino. E se arrivasse tra una settimana, un mese, un anno? Che si farebbe?
L'unica verità è che il centrodestra non è in grado di trovare un accordo sul successore o non trova al suo interno consiglieri capaci di svolgere quella funzione con la libertà richiesta a chi voglia agire esclusivamente nell'interesse dell'istituzione rappresentata e dei cittadini che l'hanno composta con il proprio voto.
Chiediamo al vice presidente Giulio Scapato di convocare ad horas la Conferenza dei capigruppo, quindi del Consiglio comunale innanzitutto per ricostruire l'integrità dell'Assemblea con la surroga del consigliere Antonio De Sabato, che doveva essere formalizzata entro e non oltre il 25 febbraio.
Ribadiamo la nostra indisponibilità a condividere con la maggioranza l'individuazione del presidente del Consiglio comunale e rivendichiamo il nostro diritto a svolgere con dignità e onore il ruolo legittimato dal voto di migliaia di Foggiani.

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

comunesanseveroTORNA A RIUNIRSI (IN VIDEOCONFERENZA) IL CONSIGLIO COMUNALE DI SAN SEVERO.


Convocazione Consiglio Comunale con procedura d’urgenza da tenersi in videoconferenza tramite collegamento on line da remoto.

Il Presidente del Consiglio Comunale Ciro Cataneo, ai sensi dell'art. 39 del T.U.E.L., approvato con D.L.gs. n. 267 del 18.8.2000, e degli articoli 33, 34 e 35 del vigente Regolamento del Consiglio Comunale, dell’art. 8 del vigente Statuto Comunale e della disposizione del Presidente di Consiglio comunale prot. n. 9405 del 27.4.2020 attuativa dell'art.73, co.1, del D.L. n.18/2020, ha convocato con procedura d’urgenza, alla luce dei motivi illustrati in Conferenza dei Capi Gruppo, il Consiglio Comunale, in prima convocazione, per le ore 18,30 di martedì 2 marzo 2021 e, in seconda convocazione, per le ore 19,00 di mercoledì 3 marzo 2021, per la trattazione del seguente punto:

• Mozione – “Localizzazione del deposito nazionale di stoccaggio per le scorie nucleari” approvata dalla Regione Puglia il 12.01.2021.

l’Addetto Stampa
Michele Princigallo

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

sindaco
Inutile attendere oltre le dimissioni del sindaco Landella: è un atto di responsabilità che non compirà mai.

Tocca ai consiglieri comunali, di minoranza e maggioranza, compiere un gesto d'amore verso la città e provocare lo scioglimento del Consiglio comunale prima che il peggio per Foggia e i Foggiani si compia.
Perché non ci sono calcoli di parte da compiere o vendette da consumare: l'Amministrazione Landella ha perso ogni credibilità e non saranno certo i rimpasti in Giunta o la ricerca di nuovi equilibri tra i gruppi consiliari a restituirgliela.
Invitiamo i consiglieri comunali di maggioranza a riflettere con attenzione e ad agire con co-raggio, perché al di là e al di sopra del destino politico di ognuno di noi contano la città e i cit-tadini.
Le donne e gli uomini di buona volontà che vorranno aderire al nostro appello saranno i ben-venuti allo studio del notaio Paolo Simonetti (piazza umberto giordano, 37) giovedì 18 febbraio, alle ore 17.
Ci auguriamo di contare sulla presenza e il sostegno dei Foggiani.



Pasquale Dell'Aquila Pippo Cavaliere Giovanni Quarato
Lia Azzarone Sergio Clemente Giuseppe Fatigato
Francesco De Vito Rosario Cusmai
Michele Norillo Giulio Scapato
Annarita Palmieri

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)


campoDichiarazione del presidente della Commissione Ambiente del Consiglio regionale, Paolo Campo

Le organizzazioni e gli operatori del comparto socio-sanitario pugliesi garantiscono servizi essenziali ai soggetti deboli ed ulteriormente indeboliti dalla pandemia. La loro strategicità necessita l'assunzione d'impegni finanziari chiari e di lungo periodo da parte della Regione Puglia, in assenza dei quali si rischia una seria crisi operativa.
Il tema è stato affrontato questa mattina nel corso della riunione della Commissione Bilancio del Consiglio regionale che ha ascoltato i rappresentanti degli enti gestori per cogliere il loro punto di vista.
È emersa l'unanime e condivisibile richiesta di avere al più presto certezza delle risorse disponibili rispetto alle legittime richieste di adeguamento tariffario, necessario anche per far fronte alle maggiori sospese sostenute per l'adeguamento alle prescrizioni connesse alla pandemia da Covid-19. Ciò è ancor più urgente per chi opera con particolari categorie di soggetti deboli, come psichiatrici e autistici, e per chi lo fa in assenza di convenzione.
Una richiesta più che legittima, oltre che comprensibile, e per tale ragione invito la Giunta ad un confronto trasparente e costruttivo all'interno del Consiglio regionale con l'intento di favorire una soluzione che salvaguardi gli utenti, gli operatori e le strutture, divenute essenziali al sistema del welfare territoriale.

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

logoPDL'ultima, l'ennesima vicenda giudiziaria in cui sono coinvolti anche un consigliere comunale di Fratelli d'Italia, un ex amministratore di area centrodestra e un funzionario di alto livello del Comune evidenzia qualità e pervasività dell'illegalità nel Comune di Foggia.

Come sempre, siamo fiduciosi nell'operato della magistratura e attendiamo con interesse l'esito delle indagini, che riguardano servizi pubblici di primaria importanza. Detto ciò, è giusto e necessario che in frangenti così gravi chi amministra i beni comuni assuma decisioni all'altezza e non c'è dubbio che le dimissioni del sindaco o quelle della maggioranza dei consiglieri comunali siano l'unico atto adeguato da compiere.

La vicenda oggetto d'indagine, è opportuno sottolinearlo, ha origine nel 2017, quando al governo della città c'erano Landella e il centrodestra, e s'incancrenisce negli anni successivi grazie alla condannabile prassi amministrativa delle proroghe dei contratti, una sorta di regola aurea dell'Amministrazione in carica.
È quando le regole non sono più certe, le procedure diventano trattative private e le relazioni contrattuali perdono di valore e significato che s'insinuano malversazioni e illegalità.

Per questo le forze politiche del centro-sinistra ed il Movimento 5 stelle chiedono unitariamente e a gran voce che il Sindaco, la Giunta e la maggioranza di Centro-destra escano da Palazzo di Città e consentano a Foggia e ai foggiani di scegliere un governo cittadino rispettoso della legge e all'altezza del non semplice compito di porre rimedio ai tanti guasti provocati in 7 anni di mala amministrazione.

Davide Emanuele - Partito Democratico
Giovanni Quarato - Movimento 5 Stelle
Gianluca Ruotolo - Articolo 1
Mario Nobile - Sinistra Italiana
Gianni De Rosa - Italia in Comune
Mino Di Chiara - Partito Socialista Italiano
Fabrizio Cangelli - Verdi
Luigi Di Claudio - Socialismo Dauno
Michele Bruno - Foggia Popolare

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)