Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Traduzione

Chi c'è online

Abbiamo 729 visitatori e nessun utente online

Spettacolo, cinema, arte e cultura

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

caritasPartita con la Caritas Incontro l’attività di outreaching sul territorio dell’Ambito di San Severo.


Il Presidente di Caritas Incontro don Andrea Pupilla ha comunicato al Sindaco avv. Francesco Miglio ed all’Assessore alle Politiche Sociali avv. Simona Venditti, di aver avviato dal mese di ottobre un’attività di outreaching sul territorio dell’Ambito di San Severo.
L’iniziativa finanziata all’interno del Progetto “PUGLIA INTEGRA AZIONE 2 - PROMOZIONE DELL’ACCESSO AI SERVIZI PER L’INTEGRAZIONE” vuole favorire l’inclusione delle comunità di immigrati attraverso la creazione di una rete di soggetti pubblici e privati operanti nei territori di San Severo e Nardò, che siano in grado di raggiungere gli utenti, con particolare attenzione a quelli coinvolti nelle attività lavorative stagionali agricole, per agevolarli nell’accesso ai servizi socio-sanitari e offrire loro informazioni e consulenza legale al fine di individuare e contrastare situazioni di sfruttamento, caporalato e tratta e proporre inserimenti in programmi di protezione. Il lavoro di OUTREACHING si svolgerà nell’arco temporale di ottobre- dicembre. L’outreach è un servizio di prossimità che intende incontrare le persone nei luoghi dove loro vivono e in particolare i migranti che vivono in condizione di emarginazione e che non conoscono o non si rivolgono ai servizi.
“Il progetto avviato in partenariato con l’Ambito di San Severo, il Baobab, la Social Start Apulia srl Impresa Sociale ha tra i suoi obiettivi – dichiarano il Sindaco Miglio e l’Assessore Venditti - quello della formazione di una equipe multidisciplinare composta da diversi operatori professionali quali: mediatore interculturale; psicologo; esperto legale; assistente sociale; educatore; e la creazione di una mappatura di servizi territoriali pubblici e privati già operanti. Le diverse professionalità che compongono l’equipe e la rete di servizi costituita consentiranno di adottare metodologie integrate di intervento in risposta alle diverse situazioni di bisogno, orientante ad una logica di case management volto ad individuare i bisogni unici di ciascun individuo ed a soddisfarli nella maniera più adeguata supportando il case manager territoriale nel coordinarsi con le diverse risorse disponibili”.
Tra gli obiettivi del progetto si vuole inoltre offrire assistenza e supporto indirizzando gli utenti verso i servizi di inclusione socio-lavorativa, identificando raccordi funzionali con il sistema delle politiche attive del lavoro e sperimentando nuove forme di iniziativa imprenditoriale come il microcredito e l’impresa sociale. Attualmente l’equipe multidisciplinare sta svolgendo il suo lavoro di unità mobile e relazione dei servizi con i comuni di Lesina e Serracapriola riscontrando la presenza di numerosi immigrati che vivono in modo isolato e in alloggi di fortuna (casolari abbandonati, vecchi ruderi..), e a breve partirà anche il servizio sl territorio di San Severo.
I primi dati acquisiti dalle dell’equipe operante sono tantissime richieste di aiuto per le pratiche legali, richieste di residenza fittizia così da poter accedere ai servizi di assistenza sociale e sanitaria, ma anche come e dove prendere la patente di guida e infine bisogni di prima necessità come la richiesta di coperte e indumenti per affrontare l’inverno.

Il Portavoce
Michele Princigallo

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

ascolisatrianoTroia, Orsara di Puglia e Ascoli Satriano viaggiano online grazie ad un press tour
I blogger indicano la strada per promuovere il territorio: "La sfida è puntare sul marketing"

I riti di Ognissanti sui Monti Dauni sono diventati social per un'intera settimana grazie ad un press tour organizzato dal Comune di Troia. Giornalisti, blogger e instagrammer arrivati dalle province di Lodi, Genova, Lucca, Rimini, Napoli e dalla Costiera Amalfitana hanno promosso attraverso i loro canali e account le tradizioni legate al primo novembre e alla Commemorazione dei defunti, assieme al grande patrimonio storico, artistico, culturale ed enogastronomico delle aree interne della provincia di Foggia. "Abbiamo scelto di valorizzare usanze antiche che perpetuiamo di generazione in generazione - ha spiegato l'assessore al Turismo del Comune di Troia Margherita Guadagno - La nostra cittadina ci tiene a promuoverle e tramandarle. E l'intera comunità si è dimostrata come sempre partecipe e accogliente".
L'ITINERARIO Il viaggio slow tra le bellezze della Daunia è partito il 29 ottobre. La grande meraviglia di Troia, la Cattedrale con il suo rosone, ha subito catalizzato l'attenzione degli influencer che hanno potuto ammirare gli Exultet, preziosi rotoli miniati di epoca medievale. Lo storytelling di usanze come la calza dei morti e della processione delle anime che nella notte tra l'uno e il due novembre attraversa le vie del paese con le tavole imbandite per loro nelle case ha impreziosito l'itinerario. Nel MED, il Museo Ecclesiastico Diocesano, gli ospiti del tour hanno potuto apprezzare la parte più genuina della religiosità popolare. Preziosa la collaborazione dei volontari che operano all'interno delle strutture museali e dei beni, a partire dallo Iat, il centro di informazione e accoglienza turistica. Gli ospiti del press tour “I Murticill e i Riti di Ognissanti" hanno visitato anche Ascoli Satriano, uno dei comuni inseriti nel progetto di promozione del territorio, e il suo Polo Museale che custodisce i magnifici Grifoni.
Esaltante l'esperienza del gruppo ai Fucacoste e Cocce Priatorje di Orsara di Puglia, il più grande evento di Ognissanti. Gli ospiti del press tour si sono cimentati nell'intaglio delle zucche e hanno partecipato alle attività organizzate dal Comune nella notte dei falò e delle anime del Purgatorio.
A spasso tra le viuzze di graziosi borghi dei Monti Dauni hanno catturato scorci caratteristici e paesaggi, hanno scoperto i tesori nascosti e hanno diffuso live in una serie di Stories su Instagram i momenti topici.
Il progetto, realizzato in collaborazione con Daunia Press Tour, è stato finanziato dal “Programma operativo Regionale FESR-FSE 2014 – 2020” “Attrattori culturali, naturali e turismo” Asse VI – Tutela dell’ambiente e promozione delle risorse naturali e culturali - Azione 6.8 Interventi per il riposizionamento competitivo delle destinazioni turistiche Avviso pubblico per la organizzazione di iniziative di ospitalità di giornalisti e opinion leader promosse dai Comuni o Unioni di Comuni della Regione Puglia 2018 finalizzate alla conoscenza del territorio e dei suoi attrattori materiali ed immateriali”.
IL FOOD Le eccellenze agroalimentari sono state protagoniste dei laboratori sensoriali degustativi. Notoriamente imbattibili a tavola, i Monti Dauni hanno preso per la gola gli influencer affermandosi tra le migliori cucine d'Italia. Il Nero di Troia bio Decanto, le dieci etichette delle Cantine Elda e le Eccellenze Giannelli hanno fatto il giro del mondo tramite post e tweet. I partecipanti al Daunia press tour si sono cimentati nella preparazione del grano cotto, il dolce tipico di questo periodo di festa. "Al Sud non si può digerire" ha giustamente osservato l'assessore Margherita Guadagno salutando gli ospiti che hanno particolarmente apprezzato le specialità locali.
COSA DICONO DEI MONTI DAUNI GLI INFLUENCER "È una terra fatta principalmente di particolari "notevolmente discreti", di tradizioni "silenziosamente radicate". E ogni volta che ne ascolto una nuova voce, mi lego a lei un po' di più" www.vocedelverbopartire.com.
"La Puglia che amo, i Monti Dauni che già a marzo mi fecero innamorare follemente di questa terra, ecco ieri mi hanno travolta. Perché è questo ciò che fanno. Mi travolgono col il loro calore, con quel farti "stare bene" che due parole non riescono a spiegare" www.oltreleparoleblog.com
"Il progetto del Comune di Troia, a cura dell'assessore Margherita Sara Guadagno, è ambizioso ma possibile. Il territorio è caratterizzato da una gestione turistica che sta muovendo i primi passi, ma che presenta eccellenze enogastronomiche con un potenziale incredibile. La sfida da affrontare e vincere è puntare su un marketing oggi quasi inesistente ma che ha tutte le carte in regola per imporsi nel panorama regionale e nazionale" www.travelstelling.com
"È meraviglioso l'attaccamento alla terra e al territorio che si respira, mi ricorda tanto la mia amata Toscana. Al di là delle visite di questo Press Tour, starei delle ore ad ascoltare le storie delle persone" www.ingegnererrante.com
"Porto a casa nuove amicizie, nuove conoscenze, nuove esperienze e qualche chilo in più! Perché "purtroppo" la cucina pugliese è troppo buona e molto generosa! Come si fa a rifiutare tutte quelle bontà? Tra taralli, mozzarelle, salumi, pancotto, primi, secondi, dolci e vini meravigliosi, è un continuo mangiare!" www.oggidoveandiamo.com
"Anche quest’anno il piccolo Comune del foggiano ha vinto la sfida della destagionalizzazione con l’invasione pacifica di migliaia di persone richiamate dalla festa dei Fucacoste e cocce priatorje" www.ilsudonline.it

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

fucacosteORSARA DI PUGLIA Mancano 20 giorni alla grande ricorrenza dei “Fucacoste e cocce priatorjie” (Falò e teste del purgatorio), l’evento che l’1 novembre di ogni anno porta migliaia di persone a Orsara di Puglia. La macchina organizzativa, però, è già in piena attività e, ovviamente, coinvolge appieno anche le forze dell’ordine. Proprio dalla Stazione dei Carabinieri di Orsara di Puglia arriva un invito ai visitatori che giungeranno a Orsara di Puglia giovedì 1 novembre, quello di arrivare in paese già dal mattino o, al più tardi, entro il primo pomeriggio. Arrivare prima nel borgo, infatti, permette un più agevole flusso e una migliore sistemazione nelle aree parcheggio per gli autoveicoli in entrata. L’Amministrazione comunale attiverà un servizio navetta, utile soprattutto per quanti dovranno lasciare la propria auto a una certa distanza dal centro storico una volta che le aree parcheggio in paese avranno esaurito la propria disponibilità. “Naturalmente, facciamo nostro e condividiamo pienamente le osservazioni che giungono dalle forze dell’ordine”, ha dichiarato il sindaco Tommaso Lecce. A differenza delle scorse edizioni, quest’anno il campo sportivo non potrà essere utilizzato come area camper poiché sono in corso i lavori per il rifacimento della struttura. “L’ideale è arrivare dal mattino e, magari, pernottare in paese la notte dell’1 novembre, così da poter godere di ogni aspetto di un evento che, negli ultimi 10 anni, complessivamente, ha portato a Orsara di Puglia almeno 200mila persone provenienti da ogni parte d’Italia e da tanti paesi del mondo”. Il record di presenze si registrò nel 2014, quando il weekend lungo e la diretta di Rai 1 fecero giungere in paese circa 40mila persone in due giorni. Dal 2007 a oggi, è cresciuto in modo esponenziale anche l’interesse per le peculiarità di un’usanza antichissima: oltre 100 testate giornalistiche si sono occupate della notte dei Falò e delle teste del purgatorio, tra queste la BBC inglese. Il paese sarà animato già dal mattino dell’1 novembre, con l’apertura dell’Info Point, le visite guidate, il Laboratorio di intaglio delle zucche e una serie di attività che inizieranno alle ore 10 e animeranno i luoghi più belli del centro storico orsarese. Il laboratorio delle zucche sarà aperto anche nel pomeriggio, così da permettere ai tanti bambini che arriveranno accompagnati dai propri genitori di cimentarsi, in tutta sicurezza e guidati da personale esperto, nella tecnica dell’intaglio. Già dal mattino, vie, piazze e case del borgo saranno addobbate da centinaia di lanterne arancioni di ogni forma. Alle 19 il paese sarà attraversato da spettacoli itineranti di giocoleria, mangiafuoco e trampolieri che annunceranno l’accensione di tutti i falò. Dalle 20, saranno attivi i punti di ristoro per i visitatori che vorranno provare i sapori e le pietanze tipiche di Orsara. Su Twitter, saranno tre gli hashtag ufficiali dell’evento: #fucacoste #Orsara e #1novembre. L’avvenimento sarà seguito anche attraverso le pagine facebook “Comune di Orsara di Puglia”, “Orsara Eventi”, “Io Amo i Monti Dauni” e “Daunia Press Tour”. Fotografi, travelblogger e videomaker saranno in giro, tra le vie del borgo, per immortalare i momenti più significativi della “notte più luminosa dell’anno”. Sul sito internet ufficiale del Comune di Orsara di Puglia (www.comune.orsaradipuglia.fg.it) un’intera sezione è dedicata a info, contatti e indicazioni per la grande ricorrenza dei Fucacoste.

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

vicoDal 24 ottobre al 4 novembre, 12 giorni di iniziative con 15 artisti da tutta Italia

VICO DEL GARGANO Si terrà dal 24 ottobre al 4 novembre 2018, a Vico del Gargano, la dodicesima edizione di “Vivi il Parco nell’Arte”: per 12 giorni, uno dei borghi più belli d’Italia diventerà una grande galleria enogastronomica e artistica ospitando 15 artisti e le loro opere, oltre a divenire location di eventi legati alle eccellenze del gusto e delle produzioni agroalimentari. “Vivi il Parco nell’Arte” vede insieme il Comune di Vico del Gargano, la Regione Puglia e il Parco Nazionale del Gargano. All’organizzazione dell’iniziativa, collaborano privati, organizzazioni agricole e dell’artigianato, produttori e operatori turistici.
IL PROGRAMMA. Gli artisti che, con le loro opere, saranno protagonisti di “Vivi il Parco nell’Arte”, saranno accolti in paese il 24 ottobre. Giovedì 25 ottobre, lo storico Palazzo della Bella ospiterà la mostra collettiva con le opere degli artisti invitati. Il lungo fine settimana di arte e sapori prenderà il via proprio da giovedì 25 ottobre, proseguendo anche nelle due giornate successive del 26 e 27, con la “en plein air” d’arte tra le vie del centro storico. “Arte e sapori tra viuzze e antichi trappeti” è il cuore della manifestazione. Sabato 27 ottobre, dalle ore 17, Palazzo della Bella ospiterà il convegno “Alimentazione e salute”. Contemporaneamente, sarà inaugurata la mostra micologica a cura dell’associazione AMB di Bolzano. Sarà anche l’occasione per partecipare ai laboratori di degustazione dei prodotti locali di stagione. Vino, castagne, frutti d’autunno, la mostra mercato dei prodotti agroalimentari e dell’artigianato artistico tradizionale riempiranno di aromi e colori Palazzo della Bella.
LA DOMENICA DI GUSTO E ARTE. Domenica 28 ottobre, a cura dell’associazione “Auser Insieme-Nuova Vita”, stand e degustazioni saranno dedicati a “La castagna di Vico e il vino novello”. I visitatori potranno assaporare due delle tipicità che caratterizzano la cultura enogastronomica vichese, per poi visitare Palazzo della Bella, ammirare la mostra collettiva allestita all’interno dello storico edificio, compiere un tour fra strade, piazze, chiese del centro storico. “Vivi il Parco nell’Arte” è una manifestazione ideata per promuovere, nella sua interezza, il patrimonio ambientale, agroalimentare, paesaggistico e culturale di Vico, una borgo posto nel cuore del Parco del Gargano, tra le spiagge di San Menaio e Calenella e la verde maestosità della Foresta Umbra. L’arte, i sapori, la bellezza del centro storico e il patrimonio rappresentato dalla cultura rurale di Vico del Gargano, infatti, integrano un’offerta di straordinario valore per chi ama viaggiare conoscendo tutti gli elementi che forgiano l’identità di un luogo.

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

jazzOrchestra Sonora Junior Sax, composta da più di 70 sassofonisti, si esibirà in un Concerto organizzato dal Rotary Club Foggia per la raccolta fondi a favore di “End Polio Now”, la più grande campagna umanitaria della storia a favore della eradicazione della poliomielite nel mondo e sostenuta dal Rotary International. 
La campagna ha già condotto a risultati straordinari, persino l’India è stata proclamata Polio free, e si è a pochi passi dalla sconfitta definitiva di questa terribile malattia che, in alcuni Paesi è ostacolata dai governi locali e dalle guerriglie. Ma il Rotary non demorde e insieme alle persone di buona volontà, continuerà questa campagna fino al risultato finale per proclamare un mondo intero Polio free! 
L’evento, come negli anni scorsi è patrocinato dal Comune di Foggia e dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Foggia e il Presidente del Rotar Club Foggia e i soci tutti sono grati al Sindaco Franco Landella, all’Assessore Anna Paola Giuliani e al Dirigente dell’Ufficio Cultura Carlo Di Cesare per la grande disponibilità sempre loro riservata per questi eventi di solidarietà. Negli anni la cittadinanza di Foggia ha risposto con grande affetto e generosità all’appello e ci si aspetta che anche quest’anno, come in quelli precedenti, il nostro magnifico Teatro sia gremito per ascoltare bella musica e trascorrere una piacevole serata all’insegna della solidarietà. 
Per informazioni ed inviti contattare: 3401663269

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)