Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Traduzione

Chi c'è online

Abbiamo 249 visitatori e nessun utente online

 

Il ricevimento

 

La location è uno degli elementi che caratterizza il giorno delle nozze.
Gli sposi potranno decidere il luogo dove poter festeggiare e concludere, con parenti e amici, la bellissima giornata. E' bene, però, che non si trovi troppo lontano da dove si sia concluso il rito religioso o civile e non deve essere troppo grande perché toglierebbe intimità (tenendo presente sempre il numero degli invitati) agli ospiti e né troppo piccola per non metterli in difficoltà.
Può essere un posto che colpisce per la bellezza del paesaggio circostante o per la suggestione delle stanze. L’ambientazione deve essere sempre coerente con tutti gli allestimenti e con lo stile scelto.
Una villa storica, un castello, un grande albergo, una terrazza sul mare, un loft, un casale rappresentano il punto di partenza con cui armonizzare il resto. Sarà fondamentale prenotare per tempo per assicurarsi il luogo dei vostri sogni.
L’ideale sarebbe disporre di una location che offra svariate situazioni: una per l’aperitivo, una per il pranzo e una per il taglio della torta. Cambiare ha il merito di offrire nuovi scenari e di far muovere gli ospiti.
Una volta scelta la location si potrà procedere con l’assaggio e la scelta del menu, la scelta e l’abbinamento di vini e champagne; curare nei minimi dettagli i fiori sul tavolo, i segnaposti, il tovagliato, i luoghi da riservare alla confettata; il tipo di intrattenimento musicale o di altro tipo da scegliere; prevedere, nel caso ci fossero bambini, il menu apposito per loro e la presenza di baby sitter o giocolieri.
Molto importante anche la disposizione dei tavoli, badando bene a non creare certi imbarazzi tra invitati quindi organizzare bene la disposizione delle persone per tavolo.
Un casale: per gli sposi informali i quali a loro volta avranno scelto per il rito religioso una chiesetta di campagna o un monastero situato nei pressi. Il tutto, dall’abito alla scelta dei fiori, ai colori alle musiche al tipo di pranzo ( grandi tavolate rettangolari ) deve essere in sintonia con lo stile fresco e naturale. Certo anche il periodo dell’anno dovrà essere, idealmente, tra la primavera e l’estate.
Una villa  o palazzo d’epoca: di solito ha il pregio di avere un grande giardino in cui si potrebbero allestire tavolini per il buffet di dolci e frutta e concludere con il taglio della torta in un’atmosfera suggestiva con tante candele, cuscini, vasi trasparenti con fiori ed interni affascinanti caratterizzate dalla presenza di affreschi e arredi preziosi; sarà sontuosa ma nello stesso tempo dovrà conservare il sapore della casa. La scelta di questo tipo di ricevimento è fatta da quegli sposi che vogliono dare un tocco di raffinatezza a questo magnifico giorno.
Un castello: è una scelta suggestiva per una festa serale e può essere scelta da quegli sposi che vogliono un ambientazione romantica e qui non sfugge l’abito di lei dal modello principesco. Immergersi in un’atmosfera fatta di saloni, affreschi e fiaccole accese offre grandi emozioni, ma attenzione agli spazi che non siano troppo vasti per incoraggiare un buon affiatamento tra gli ospiti.
Un loft: se ci si sposa in una grande città, questa soluzione rappresenta la scelta più adatta allo stile metropolitano. Oltretutto ha il pregio di avere grandi dimensioni pur trattandosi di un unico locale. E’ sicuramente una scelta di sposi moderni e questo contamina tutto il resto dal menu ai decori. Oggi molte ex- aree industriali offrono anche all’esterno piacevoli spazi dalle grandi metrature.


Buona scelta!