Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Traduzione

Chi c'è online

Abbiamo 284 visitatori e nessun utente online

Sport

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

schermaCOPPA DEL MONDO DI SCIABOLA A SQUADRE, VITTORIA PER GLI AZZURRI A MADRID: SUL PODIO IL PUGLIESE LUIGI SAMELE

COPPA DEL MONDO SCIABOLA MASCHILE A SQUADRE - Nella tappa di Coppa del Mondo di sciabola a squadre disputata a Madrid risuona l’Inno di Mameli e sul gradino più alto del podio c’è anche il pugliese Luigi Samele.
Il quartetto guidato dal CT Giovanni Sirovich – composto anche da Enrico Berrè, Luca Curatoli ed il veterano Aldo Montano – ha colto in Spagna il secondo successo stagionale dopo l’affermazione di Varsavia in febbraio: l’Italia ha esordito in tabellone spuntandola sulla Gran Bretagna per 45-42 poi nei quarti è arrivato il successo per 45-40 sulla Francia, in semifinale l’affermazione per 45-41 sull’Ungheria ed in finale un nettissimo 45-31 a spese della Russia.

COPPA DEL MONDO - SCIABOLA MASCHILE - GARA A SQUADRE - Madrid, 12 maggio 2019
Finale
ITALIA b. Russia 45-31

Finale 3°-4° posto
Corea del Sud b. Ungheria 45-38

Semifinali
Russia b. Corea del Sud 45-41
ITALIA b. Ungheria 45-41

Quarti
Corea del Sud b. Stati Uniti 45-38
Russia b. Iran 45-35
Ungheria b. Germania 45-33
ITALIA b. Francia 45-40

Tabellone dei 16
ITALIA b. Gran Bretagna 45-42

Classifica (27): 1. ITALIA, 2. Russia, 3. Corea del Sud, 4. Ungheria, 5. Iran, 6. Francia, 7. Germania, 8. Stati Uniti.

ITALIA: Enrico Berrè, Luca Curatoli, Luigi Samele, Aldo Montano.

Per conto di:
Ufficio Stampa
Federazione Italiana Scherma

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

foggiaazioneGara dal dentro o fuori
Gara molto chiusa, al 16esimo è Kragl in area, che calcia, il portiere col tacco mette in angolo.
Al 27esimo è Matos, a metter paura ai rossoneri, da fuoriarea il cui tiro va sulla traversa.
Al 28esimo, Leali respingere il tiro raivvicinato di Di Carmine.
Al 30esimo, Laribi calcia dalla distanza, la palla esce di poco.
Finisce il primo tempo.
Ripresa.
Al 52esimo, il Foggia passa. Iemmello insacca sul secondo palo. 
Il Verona si fa sempre più pericoloso con delle conclusioni dov'è bravo Leali a controbattere.
Al 66esimo, il Verona pareggia. Di Carmine protegge palla, calcia e batte Leali. 
Al 68esimo, Galano sbaglia davanti a Silvestri. 
Al 70esimo, a porta vuota, Iemmello manda fuori con il petto. 
L'arbitro decreta un calcio di rigore a favore del Verona all'80esimo. Di Carmine calcia e spiazza Leali. 
La partita finisce qui. Purtroppo con questa sconfitta e con alcune dubbie vittorie delle dirette concorrenti, il Foggia retrocede in serie C.

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

foggiaazioneVincere per sperare nei play-out o qualcosa di più.
Al 16esimo, si fa vedere il Foggia con un tiro a giro di Carraro deviato in angolo. 
Al 22esimo Busellato calcia, tiro deviato con i pugni da Gabriel.
Al 28esimo, pericoloso il Perugia con Vido che si accentra saltando Martinelli e calcia verso la porta. Leali, blocca sul primo palo.
Al 36esimo, i rossoneri si prendono un grosso rischio. Billong perde palla in uscita, Verre punta l’area e dal limite calcia, la palla si stampa sul palo esterno ed esce sul fondo.
Al 44esimo, c'è una timida protesta dei rossoneri per un tocco dubbio in area del Perugia su cross di Gerbo, l'arbitro lascia proseguire.
Al 47esimo, Busellato recupera palla e serve Deli, che calcia di prima intenzione. Pallone respinto da Gabriel.
Termina qui il primo tempo.
Ripresa.
Al 48esimo, Sadiq evita Leali in uscita, si defila e calcia fuori.
Non succede nulla o quasi fino al 75esimo, quando il direttore di gara fischia un calcio di rigore a favore del Foggia, Mazzeo viene trattenuto in area .
Dal dischetto va Greco. Gabriel intuisce e tocca, ma non riesce a deviare. Foggia in vantaggio.
Al 77esimo, viene espulso Tonucci dalla panchina. Il Perugia non butta il pallone fuori, con un avversario a terra, scoppia una rissa e il rossonero ne paga le conseguenze.
Al 94esimo, contropiede del Foggia. Mazzeo serve Galano, che effettua un pallonetto. Palla alta sulla traversa.
La partita finisce qui.

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)


baseballDopo le prime due vittorie, in casa nello scorso fine settimana, si torna in trasferta contro Fano.

Archiviate le due vittorie di domenica scorsa, contro San Lazzaro, che hanno mosso la classifica, la Fovea Embers si appresta a disputare la quinta giornata del campionato di Serie B contro Fano
SERIE B – Doppia sfida, quella di Ancona (il Fano Baseball gioca li), che aiuterà i foggiani di Salvatore Strippoli a capire le proprie velleità in questo campionato. Fano, infatti, ha piazzato finora 2 vittorie al pari degli Embers, ma ha perso 5 volte (1 in più). Sarà scontro diretto per la permanenza, almeno per quello che la classifica dice ora. Una permanenza a cui la società del presidente Gianni Vitrani punta molto.
SERIE C – Anticipata a domani, invece, la gara tra Fovea Embers e Bari Warriors per la 6° giornata del campionato di Serie C (la prima di ritorno – mentre la quinta giornata e ultima di andata, si giocherà il prossimo fine settimana), dove la seconda squadra foggiana partecipa fuori classifica. La probabile pioggia per domenica, nel capoluogo dauno e i molti rinvii precedenti, hanno spinto le due società e la Federazione all’anticipo.

Ufficio Stampa Fovea Embers

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

baseballPrima vittoria dei foggiani nel campionato di Serie B, poi duplicata nel replay del pomeriggio. Superate le difficoltà, comincia ora un nuovo torno per gli Embers?

Interrogativo d’obbligo. Comincia ora un nuovo campionato per la Fovea Embers? Arriva la prima vittoria, doppia, nel campionato di Serie B per i foggiani di manager Salvatore Strippoli contro il San Lazzaro. Nulla ha potuto l’altra neopromossa, al pari dei foggiani, di fronte alla determinazione dei padroni di casa.
GARA1 – Inizio con Araujo sul monte, D’Agnelli a ricevere, Iacovelli, Massaro, Colon Ventura e Coluccino agli interni, Panico, Carbone e Bizzoco sugli esterni. Partita che va immediatamente dalla parte dei foggiani con un 4-0 alla fine della terza ripresa. Da segnalare che il lanciatore avversario, finora, non aveva subito alcun punto. Cambio di lanciatore alla sesta ripresa con Araujo sostituito da Sammartino e con il risultato già in cascina, anche grazie ad un fuoricampo (a basi piene) di Iacovelli. Partita terminata alla settima ripresa per manifesta superiorità sul punteggio di 16-6
GARA2 – Nel secondo match, Carbone sale sul monte, Coluccino ricevitore, agli interni Iacovelli, Sammartino, Colon Ventura e Massaro, mentre sugli esterni si posizionano Araujo, Bizzoco e D’Agnelli. Inizio non ottimo di Carbone sul monte, ma i foggiani resistono e alla terza ripresa mettono a referto 6 punti, portando il parziale a favore sull’8-2. A quel punto la pioggia, protagonista troppo spesso in questo inizio di stagione foggiano, non permette il regolare svolgimento della gara, con due interruzioni e ripartenze. Cala l’attenzione dei padroni di casa e gli ospiti approfittano per arrivare sotto fino all’8-7. Strippoli rimpiazza Carbone sul monte e, grazie anche ad una serie ottima di cambi, la Fovea Embers vince 9-8.
Grandissimo carattere di tutta la squadra, che partecipa in maniera unitaria alla vittoria, anche con il contributo di chi è entrato in campo per una semplice azione. Dopo 4 sconfitte di fila, pare che la rotta sia cambiata. Comincia un nuovo campionato per la Fovea Embers?
La settimana prossima trasferta ad Ancona, contro il Fano.

Ufficio Stampa Fovea Embers

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)