Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Chi c'è online

Abbiamo 243 visitatori e nessun utente online

Sport

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

schermaCAMPIONATI EUROPEI CADETTI E GIOVANI POREC2020, RESI NOTI I NOMI DEI 53 AZZURRI UNDER 17 ED UNDER 20: CONVOCATI I PUGLIESI NARDELLA, MASTRULLO E GAETANI

ROMA - Sono state diramate le convocazioni per i componenti della delegazione azzurra che prenderà parte ai Campionati Europei Cadetti e Giovani, in programma a Porec (Parenzo) dal 22 febbraio sino al 2 marzo. Dopo l'edizione 2019 ospitata a Foggia, la scherma giovanile europea si ritroverà in Croazia in una location che ha già ospitato diverse rassegne internazionali. Saranno complessivamente 53 gli atleti italiani in gara: in alcuni casi i Commissari d’Arma hanno scelto di convocare degli atleti solo per la gara individuale ed altri solo per la prova a squadre. Scelte tecniche motivate anche dall'importanza dell'evento quale test in vista delle convocazioni per i Campionati del Mondo Cadetti e Giovani in programma ad aprile a Salt Lake City.
Nell’elenco dei convocati figurano tre atleti pugliesi: il campione europeo di sciabola Cadetti Emanuele Nardella del Circolo Schermistico Dauno difenderà il titolo conquistato un anno fa davanti al pubblico amico di Foggia; con lui, ma nella sola gara a squadre, gareggerà anche il compagno di squadra Marco Mastrullo. Nella spada Giovani è invece in gara Giulio Gaetani, nato a Lecce e cresciuto dal punto di vista schermistico in Puglia ma ormai da anni tesserato con l’Accademia Marchesa di Torino.
Nardella scenderà in pedana lunedì 24 febbraio per la prova individuale e due giorni più tardi, mercoledì 26 febbraio, è atteso dalla gara a squadre assieme a Marco Mastrullo. Le date da segnare sul calendario per quanto riguarda lo spadista Giulio Gaetani sono invece giovedì 27 febbraio per la prova individuale e domenica 1° marzo per quella a squadre.

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

scherma
CAMPIONATI DEL MEDITERRANEO TUNISI2020: 
L’ITALIA DOMINA NEL MEDAGLIERE CON 23 ALLORI, BRONZO NELLA SCIABOLA PER IL PUGLIESE CICCHETTI

CAMPIONATI DEL MEDITERRANEO TUNISI2020 - L’Italia ha concluso con un bottino complessivo di 23 medaglie, di cui otto d’oro, sette d’argento ed otto di bronzo, la spedizione ai Campionati del Mediterraneo 2020 svoltisi a Tunisi. Tra i protagonisti di questa cospicua messe di allori anche lo sciabolatore pugliese Davide Cicchetti, che ha conquistato la medaglia di bronzo nella sciabola maschile Cadetti: l’atleta in forza al Circolo Schermistico Dauno ha superato all’ultima stoccata nei quarti lo sloveno Peter Krajnc ma in semifinale ha ceduto per 15-9 allo spagnolo Santiago Madrigal, a sua volta sconfitto in finale col medesimo punteggio dall’altro azzurro Leonardo Tocci.
Cicchetti ha chiuso invece all’ottavo posto la gara nella categoria Giovani, superato nei quarti di finale dall’atleta di casa Ahmed Ferjani per 15-10 dopo aver sconfitto al primo turno l’altro tunisino Chedi Gholamallah per 15-7. L’altro atleta pugliese in gara, Francesco Pio Iandolo, ha concluso invece al settimo posto la prova di fioretto Giovani dopo lo stop nel derby azzurro dei quarti di finale vinto da Giulio Lombardi all’ultima stoccata.
Il consigliere federale Vincenzo De Bartolomeo, capo delegazione azzurra e membro italiano del Comitato Esecutivo dei Campionati del Mediterraneo, commenta la spedizione con orgoglio: “I Campionati rappresentano una straordinaria occasione di integrazione sportiva, di sviluppo della scherma e, per i giovani atleti, di incontro tra culture diverse. Ma l'idea comune è quella di ampliare l'attività della Confederazione, guardando a categorie importanti come l'under15 e l'under23, con nuovi modelli di competizioni. a nome del Consiglio federale i complimenti agli atleti, ai loro maestri ed alle loro società per i risultati che hanno conseguito in un contesto dove c'è stata una buona competitività”.

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

schermaGRAN PRIX UNDER 14 DI SCIABOLA, A LUCCA VITTORIA NELLE ALLIEVE PER GAIA CARAFA DEL CIRCOLO SCHERMISTICO DAUNO

GRAN PRIX UNDER 14 SCIABOLA - A Lucca, in occasione della prima prova del Gran Prix Under 14 di sciabola “Kinder Joy of Moving”, prestigiosa affermazione per Gaia Carafa del Circolo Schermistico Dauno che sale sul gradino più alto del podio nella categoria Allieve. L’atleta pugliese ha esordito in tabellone regolando con un netto 15-4 Anna Gambogi della Fides Livorno poi ha sconfitto in sequenza Sara Arena del Circolo Schermistico Mazarese per 15-9, Giada Likaj della Virtus Bologna ancora per 15-9, Morena Manzo del Champ Napoli per 15-12 ed in finale Francesca D’Orazi delle Lame Tricolori per 15-13.

PRIMA PROVA GRAN PRIX UNDER 14 “KINDER JOY OF MOVING” - SCIABOLA ALLIEVE - Lucca, 30 novembre/1 dicembre 2019
Finale
Carafa (Circolo Schermistico Dauno) b. D’Orazi (Lame Tricolori) 15-13
Semifinali
D’Orazi (Lame Tricolori) b. Borrelli (Club Scherma Roma) 15-12
Carafa (Circolo Schermistico Dauno) b. Manzo (Champ Napoli) 15-12
Quarti di finale
D’Orazi (Lame Tricolori) b. Fusco (Club Scherma Napoli) 15-13
Borrelli (Club Scherma Roma) b. Notarantonio (Scherma I Marsi) 15-6
Carafa (Circolo Schermistico Dauno) b. Likaj (Virtus Bologna) 15-9
Manzo (Champ Napoli) b. Galetti (Club Scherma Voltri) 15-14
Tabellone dei 16
Carafa (Circolo Schermistico Dauno) b. Arena (Circolo Schermistico Mazarese) 15-9
Tabellone dei 32
Carafa (Circolo Schermistico Dauno) b. Gambogi (Fides Livorno) 15-4
Classifica (43): 1. Gaia Carafa (Circolo Schermistico Dauno), 2. Francesca D’Orazi (Lame Tricolori), 3. Morena Manzo (Champ Napoli), 3. Elisabetta Borrelli (Club Scherma Roma), 5. Maria Fusco (Club Scherma Napoli), 6. Giada Galetti (Club Scherma Voltri), 7. Giada Likaj (Virtus Bologna), 8. Sofia Notarantonio (Scherma I Marsi).

Per conto di:
Ufficio Stampa
Federazione Italiana Scherma

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

schermaGRAND PRIX FIE DI SCIABOLA MASCHILE, A MONTREAL IL PUGLIESE LUIGI SAMELE SALE SUL TERZO GRADINO DEL PODIO

GRAND PRIX FIE SCIABOLA MASCHILE - L’anno che culminerà con i Giochi Olimpici estivi Tokyo2020 inizia bene per lo sciabolatore pugliese Luigi Samele: l’atleta foggiano delle Fiamme Gialle è infatti salito sul terzo gradino del podio in occasione della tappa canadese del Grand Prix FIE di sciabola maschile disputata a Montreal.
Samele ha esordito in tabellone eliminando il sudcoreano Ha Hansol per 15-11 poi, col medesimo punteggio, ha superato i due compagni di nazionale Enrico Berrè e Dario Cavaliere. Nei quarti ha poi avuto la meglio imponendosi per 15-10 sul biolimpionico ungherese Aron Szilagyi garantendosi così l’accesso al podio ma in semifinale la sua corsa si è arrestata contro il francese Bolade Apithy, vittorioso per 15-8.
Apithy ha poi vinto la gara superando in finale l’altro azzurro Luca Curatoli col punteggio di 15-12.

GRAND PRIX FIE SCIABOLA MASCHILE - Montreal, 10-12 gennaio 2020
Finale
Apithy (Fra) b. Curatoli (ITA) 15-12
Semifinali
Apithy (FRA) b. Samele (ITA) 15-8
Curatoli (ITA) b. Bazadze (Geo) 15-9
Quarti di finale
Apithy (Fra) b. Kim Junghwan (Kor) 15-14
Samele (ITA) b. Szilagyi (Hun) 15-10
Curatoli (ITA) b. Homer (Usa) 15-7
Bazadze (Geo) b. Oh Sanguk (Kor) 15-14
Tabellone dei 16
Samele (ITA) b. Cavaliere (ITA) 15-11
Tabellone dei 32
Samele (ITA) b. Berrè (ITA) 15-11
Tabellone dei 64
Samele (ITA) b. Ha Hansol (Kor) 15-11
Classifica (149): 1. Apithy (Fra), 2. Curatoli (ITA), 3. Samele (ITA), 3. Bazadze (Geo), 5. Oh Sanguk (Kor), 6. Szilagyi (Hun), 7. Kim Junghwan (Kor), 8. Homer (Usa).


Per conto di:
Ufficio Stampa
Federazione Italiana Scherma

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

calcioDomenica 24 novembre si affrontano Orsarosa e Futsal Millennium Troja: derby dei Monti Dauni
La squadra di casa conta su 24 atlete con ragazze e donne dai 14 ai 48 anni
Orsara e la Città del Rosone distano 12 chilometri: la storia di un’amicizia col sale della rivalità

ORSARA DI PUGLIA Si chiama Orsarosa ed è la squadra di calcio femminile di Orsara di Puglia. Sono 24 tra ragazze e donne, di età compresa fra i 14 e i 48 anni, con una grande passione a unirle tutte, quella del pallone. Nella vita di tutti i giorni sono studentesse, casalinghe, professioniste, ma la domenica diventano attaccanti, centrocampiste, giocano in porta o in difesa. Partecipano al campionato interprovinciale campano di calcio a 5, in un torneo che vede in campo compagini femminili di Benevento, Avellino e Caserta, oltre a due sole squadre foggiane: la loro Orsarosa e il Futsal Millennium Troja, compagine della vicina Città di Troia. Domenica 24 novembre, alle ore 16, è proprio contro le rivali troiane che dovranno vedersela le ragazze orsaresi. Appuntamento alle ore 16, sul campo di via Madonna della Neve, per un derby che più derby non si può. “Sarà una festa dello sport”, ha dichiarato il sindaco di Orsara, Tommaso Lecce. “Seguiamo con grande interesse e attenzione il movimento sportivo e calcistico femminile che si è sviluppato in paese. E’ una cosa serissima, come lo sono l’impegno e l’entusiasmo che giovani donne e signore più adulte dimostrano settimanalmente cercando di conciliare i tempi vita-lavoro con quelli per gli allenamenti”, ha aggiunto Tommaso Lecce. “Lo sport è per tutti, senza distinzioni di genere o di età, è per questo che l’Amministrazione comunale ha progettato e ottenuto tanti finanziamenti in questi anni per migliorare e, in alcuni casi, rifare ex novo gli impianti sportivi”, ha spiegato Vittorio Cappetta, assessore con delega allo Sport.
LA FESTA E IL CAMPANILE. Troia e Orsara di Puglia distano appena 12 chilometri l’una dall’altra. La prima ha nella splendida Cattedrale e nel suo Rosone il simbolo di un’identità millenaria; la seconda trova, da una parte nell’Abbazia dedicata a San Michele, dall’altra nella lunghissima tradizione Valdese, il compendio di un genius loci che è sempre stato aperto e policentrico dal punto di vista culturale. Come tutte le confinanti, anche Orsara e Troia coltivano una rivalità che è amicizia, senso del campanile, sfottò e, sempre più spesso negli ultimi anni, anche collaborazione e scambio. Vista la vicinanza, saranno in molti a seguire le ragazze troiane nella trasferta orsarese. Si prospetta, dunque, anche una bella cornice di pubblico a seguire il derby dei Monti Dauni. L’obiettivo di entrambe le formazioni, quest’anno, è di crescere, divertirsi, fare esperienza per migliorare ogni aspetto: atletico, tattico e tecnico. Qualora riuscissero a centrare il podio, a fine torneo, per loro si aprirebbero le porte di un campionato nazionale.
“Le atlete, i tecnici e i tifosi del Futsal Millennium Troja sono i benvenuti. Domenica sarà una bella giornata di sport per tutti, grazie alle calciatrici delle due squadre che si affronteranno in modo leale e spettacolare. Che vincano le migliori, e noi speriamo possano essere le nostre atlete dell’Orsarosa”, ha concluso Tommaso Lecce.

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)