Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Traduzione

Chi c'è online

Abbiamo 288 visitatori e nessun utente online

Cronaca

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

118
Il presidente della Coldiretti di Candela è stato aggredito con calci, pugni e finanche minacce di morte, da un agricoltore del posto.
Futili, sarebbero i motivi dell'aggressione. La vittima è stata colpita alle spalle, con ferocia inaudita, per una domanda di troppo circa i lavori che l'aggressore stava effettuando in casa.
Senza fornire spiegazioni, il proprietario dell'appartamento avrebbe colpito l'uomo, provocandogli traumi e contusioni in varie parti del corpo, oltre allo shock subito.
Grazie all'intervento di un'altra persona, l'aggressore ha placcato i suoi animi.
Il presidente della Coldiretti è stato trasportato dai sanitari del 118 all'ospedale di Cerignola. 

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

118
Il cordoglio e la vicinanza di tutto il paese per la tragica perdita del piccolo Michele

ORSARA DI PUGLIA “La tragica fatalità che ha portato via il piccolo Michele dall’affetto dei suoi cari ci addolora profondamente. Tutta la Comunità di Orsara di Puglia è vicina ai genitori, ai parenti, agli amici, agli insegnanti di un bambino che era la gioia di chi ne condivideva il sorriso. Nel giorno dell’ultimo saluto, sarà proclamato il lutto cittadino”. Ad annunciarlo è il sindaco di Orsara di Puglia, Tommaso Lecce. La notizia di quanto è accaduto ieri, sabato 9 febbraio, ha profondamente scosso la Comunità orsarese. Il bambino che ha perso la vita aveva 8 anni e frequentava la terza elementare. “Siamo addolorati. In una piccola comunità come la nostra, dove i legami sono più stretti e prossimi, una perdita così tragica non può che toccare tutti, ogni singola persona. Per questo ho deciso di proclamare il lutto cittadino appena sarà stabilito il giorno dei funerali”, ha concluso Tommaso Lecce.

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

alberoUn pino è caduto per il forte vento in via Alessandrini. Immediatamente piantumate nuove essenze arboree.


Negli ultimi giorni gli uffici comunali hanno provveduto ad eliminare dei pini posizionati in Via Alessandrini. A tal proposito il Sindaco avv. Francesco Miglio, il Vice Sindaco con delega all’Agricoltura Francesco Sderlenga e l’Assessore alla Sicurezza Michele Del Sordo, precisano quanto segue:
“Gli uffici comunali, coordinati dal Dirigente ing. Benedetto Di Lullo, ci hanno riferito che il forte vento dei giorni scorsi ha portato alla caduta improvvisa di un albero di tipo pino che non presentava problemi particolari ed era apparentemente in buono stato vegetativo. La caduta del pino non ha auto per fortuna conseguenze ulteriori, perché in quel momento non vi erano persone nella zona, come spesso accade, trattandosi di un quartiere molto popoloso. La caduta improvvisa del pino e il suo apparente buono stato ha preoccupato non poco gli uffici comunali preposti al controllo del verde pubblico: a seguito di un meticoloso sopralluogo per eliminare ogni tipo di preoccupazione e di potenziale grave pericolo per la cittadinanza è stato deciso di abbattere altre piante della stessa tipologia di quella caduta. E’ stato pertanto deciso dagli uffici comunali la eliminazione totale del potenziale rischio a garanzia della pubblica incolumità. Occorre altresì precisare che l’intervento del Comune non sarà solo di eradicazione degli alberi, ma di piantumazione contestuale di altre essenze arboree idonee ad un contesto urbano. La piantumazione sarà immediatamente eseguita. Giova infine ribadire che l’Amministrazione Comunale è sensibile al verde pubblico: nel solo anno 2018 sono stati piantumati circa 40 nuovi alberi che hanno sostituito quelli precedentemente eradicati: la stessa attenzione sarà riposta anno dopo anno. Da parte della Civica Amministrazione non può che emergere una forte cultura rispetto al verde e alla sicurezza pubblica”.


Il Portavoce
Michele Princigallo

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

118
Questa mattina, in un piano terra dov'è situato un laboratorio, in via Domenico Cirillo, è stato rinvenuto un uomo senza vita.
L'uomo, un 70enne foggiano, è stato trovato dal fratello, il quale immediatamente ha chiamato le forze dell'ordine ed i sanitari del 118.
Il corpo senza vita dell'uomo, era riverso sul pavimento. Il 70enne, presentava una ferita alla testa, ma dopo le indagini si è visto che il sangue fuoriusciva da un orecchio.
Sarà l'autopsia, già disposta dal medico legale, ha stabilire le cause della morte.
Da una prima ispezione cadaverica effettuata dal medico legale, la morte potrebbe ricondursi ad un incidente, causata o da una caduta che si è rivelata fatale, oppure da una caduta accidentale a seguito di un malore.

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

polizia di stato
Raffaella Dell'Anno
 la fidanzata di Alessandro Di Fiore, il buttafuori accusato di tentato omicidio di un ragazzo di Lucera, è stata arrestata insieme ad altre cinque persone.
La ragazza all'epoca dei fatti, lavorava come cassiera presso la discoteca. Ora la giovane è accusata di complicità nella detenzione di un vero e proprio arsenale, sequestrato al fidanzato.
Secondo l'accusa, tramite intercettazioni, la giovane custodiva armi e munizioni anche da guerra, pistole semiautomatiche di vario calibro, revolver calibro 38 e calibro 44, silenziatori, munizioni di ogni genere e anche una penna-pistola calibro 22.
Le cinque persone fermate, sarebbero state intercettate durante i colloqui in carcere e anche con una cimice, installata nell'auto del fratello Raffaele.

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)